Terminate le rifiniture, vediamo le ultime a poche ore dal match dello “Scida” tra Crotone ed Empoli.

 

In casa azzurra, ricordiamo che già da ieri la squadra si allena nelle vicinanze della città di Crotone, non ci sono novità rispetto a quello che mister Aglietti sta provando da alcuni giorni, si andrà dunque ad incrociare i rossoblù con il 4-3-1-2, modulo che anche a detta del tecnico azzurro potrà essere efficace contro una squadra che giocherà la partita della vita e che di contro potrà lasciare degli spazi per le ripartenze. Dentro quindi dal primo minuto sia Laurito che farà coppia con Coralli in quella che è la prima vera partita con le due punte ravvicinate ed anche Signorelli alla sua grande “prima” da titolare dove dovrà confermare quanto di buono visto fino ad adesso. A dire la verità nella rifinitura il venezuelano si è alternato spesso con Musacci nel ruolo da trequartista (che faceva scalare Moro e Valdifiori con l’innesto di Nardini) ma alla fine sarà lui a stare dietro le punte. Centrocampo a tre con Musacci centrale supportato da Moro e Valdifiori che nella fase di non possesso si mettono sempre un passo dietro a protezione della difesa. Difesa confermata in toto con Vinci dirottato ancora in tribuna. Ricordiamo che gli azzurri dovranno fare a meno dei cinque nazionali (Fabbrini, Soriano, Saponara, Mori e Handanovic) e dello squalificato Forestieri.

Per Aglietti la gara è delicatissima, si incontreranno maggiori difficoltà rispetto alle ultime gare seppur giocate con squadre di maggiore qualità, ma l’ambiete sarà di quelli caldi e l’aspetto mentale della squadra dovrà essere l’arma in più dimostrando quella maturità importante se davvero si vorrà provare a fare qualcosa in più della mera salvezza.

 

Diverse defezioni anche per il Crotone di Menichini che andrà in campo con il 4-3-2-1, dove a supporto della punta Djuric ci saranno due clienti non facili come Cutolo e come l’ex azzurro De Giorgio. Ballottaggio aperto fino all’ultimo minuto per chi andrà a porta anche se Concetti dovrebbe essere favorito cosi come in difesa dovrebbe essere regolarmente al suo posto sulla sinistra Mazzotta che in rifinitura è stato alternato spesso a Vinetot. Parole quasi da “guerriglia” quelle che in conferenza pregara escono dalle bocche del tecnico Menichini e da De Giorgio, tre punti ad ogni costo è il loro motto, per una partita che forse non sarà l’ultima spiaggia ma che in città viene vissuta come se lo fosse ed anche la società, capita l’antifona ha fatto una sorta di richiamo alle “armi” per i tifosi dando diverse agevolazioni per essere nel maggior numero a spingere la squadra dagli spalti.

 

Vediamo quelle che dovrebbero essere le probabili formazioni:

 

   
 CONCETTI  PELAGOTTI
 CORREIA  MARZORATTI
 ABRUZZESE  TONELLI
 VIVIANI  STOVINI
 MAZZOTTA  GORZEGNO
 ERAMO  MORO
 LOVISO  MUSACCI
 GALARDO  VALDIFIORI
 CUTOLO  SIGNORELLI
 DE GIORGIO  LAURITO
 DJURIC  CORALLI

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedente33a giornata serie Bwin: le probabili formazioni
Articolo successivoLa conferenza pregara di mister Menichini e De Giorgio
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

1 commento

  1. La mancanza del Topa si farà sentire…test importante cmounque per l’attacco a 2 punte, spero non se ne risenta troppo dietro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here