Un momento di Albinoleffe-Empoli. Musacci prova un lancio in profondità.

Tifosi azzurri a Bergamo, vicini a quelli dell'Albinoleffe

Terza sconfitta consecutiva per la squadra di mister Aglietti, che fino a due settimane fa non perdeva mai e che ora… perde sempre. E’ sicuramente il momento più difficile della stagione quello degli azzurri: infortuni, squalifiche, e prestazioni molto modeste.

 

 

Tutto questo si somma al vecchio problema: quello dell’attacco; se non segna Coralli sembra davvero che non ci sia altro “bomber” in squadra. E per fare bene in Serie B servono giocatori che, specie in momenti come questi, la buttano dentro.

 

Ma andiamo ad analizzare la “non-prestazione” degli azzurri a Bergamo contro l’Albinoleffe.

 

Handanovic 6 – Tradito due volte dai compagni della difesa quando si ritrova per due volte Cissé in grado di batterlo facilmente. In almeno altre due circostanze evita una sconfitta più pesante.

 

Vinci 5,5 – Parte benino e riesce anche a tenersi alto. Poi però rincula e diventa spreciso e arruffone, e la sua prestazione scende sotto la sufficienza.

 

Marzoratti 5,5 – Lino è sfortunato: si ritrova a guidare la difesa in una giornata no. Alterna buone cose ad altre un pò meno, ma in fondo è uno dei meno peggio.

 

Kokoszka 4,5 – Commette l’errore più grave: liscia la palla e permette a Cissé di portare in vantaggio i seriani. Male, molto male, non sfrutta a pieno l’occasione per dire “ci sono anch’io”.

 

Tonelli 5,5 – Commette tanti errori in fase difensiva, ma ha l’attenuante di essere un centrale e di ritrovarsi all’ultimo tuffo e in una giornata no dei compagni a fare il terzino sinistro. Però chissà un giorno Tonelli potrebbe diventare un jolly difensivo…

 

Moro 5 – Si presenta in sala stampa affermando che “l’Empoli sia stato protagonista di una buona prestazione”. Ognuno ha il suo punto di vista, che rispettiamo ci mancherebbe, ma non siamo di quest’avviso. Non ha senso tenere palla il doppio degli avversari arrivare al limite della loro area e perdersi in un bicchiere d’acqua.

Davide anche a Bergamo ha corso molti chilometri, ma ha anche sbagliato una serie incredibili di passaggi in fase di impostazione. Il centrocampo azzurro a Bergamo ha fallito.

 

Valdifiori 5 – Anche lui come i compagni di reparto commette tanti errori di impostazione. La foto di giornata è il momento in cui subisce l’ammonizione per una reazione di “frustazione”, evidenziando il momento-no degli azzurri: le cose non riescono e si è persa la tranquillità.

 

Un momento di Albinoleffe-Empoli. Musacci prova un lancio in profondità.

Musacci 5 –

Un tentativo di trasformazione su calcio piazzato, poi una serie incredibile di passaggi sbagliati e mister Aglietti che lo sostituisce nel secondo tempo.

 

 

Nardini 4,5 – L’ottimo Nardini ammirato fino alla gara con l’Atalanta è solo un ricordo; di queste ultime sue tre prestazioni si ricorda solo l’incrocio dei pali con il Sassuolo di sette giorni fa in avvio di gara. Contro l’Albinoleffe il tecnico lo rimprovera spesso, poi lo toglie dal campo: l’ex della Reggina e della Reggiana sbaglia tantissimo. Fuori condizione.

 

Fabbrini 5 – Diego ha i numeri e si vede: contro l’Albinoleffe mostra di essere l’unico in questa squadra in grado di saltare gli avversari come birilli. Il problema è che ultimamente lo fa raramente e il numero dei tiri in porta verso Tomasig equivale a zero.

Non ce ne voglia Dieguito, di cui noi siamo amici e suoi tifosi, ma è in gare come queste che deve trascinare l’Empoli con le giocate che fanno parte del suo repertorio.

 

Coralli 5,5 – Se non segna lui l’Empoli non… segna. E questo è un guaio di non poco conto, cui società e allenatore dovranno pensare per stare il più lontano possibile dalla parte bassa della classifica. Anche perchè l’impressione è che Levan Mchedlidze avrà bisogno di tutto questo campionato per riprendere la condizione fisica dopo la travagliata stagione scorsa.

 

Il “cobra” a Bergamo non inquadra mai lo specchio della porta, ma è anche vero che viene assistito poco e male dai compagni e si ritrova spesso a fare a sportellate con le difese avversarie. 

 

Saponara 5,5 – Forse un pò emozionato. Ha a disposizione un intero tempo per mostrare le proprie qualità… ma forse è la partita meno adatta.

 

Foti 5,5 – Entra e prova a dare brio all’attacco azzurro… nei primissimi minuti crea subito maggior movimento, poi però Mondonico infoltisce la difesa inserendo Passoni e anche lui svanisce nel grigiore generale.

 

Cesaretti sv – Gioca pochi scampoli di partita, per noi ingiudicabile… ma alla fine è suo l’unico tiro in porta pericoloso del secondo tempo azzurro.

 

Mister Aglietti 5 – Sì, è vero, deve fare a meno di Stovini in difesa perchè squalificato (a proposito la sua assenza si è fatta sentire… eccome!) oltre a Gorzegno e Gotti a sinistra ed è costretto ad adattare Tonelli in un ruolo certamente non suo. In più non ha una degna spalla di Coralli (Mchedlidze è infortunato!), e perde pure Lazzari che nelle ultime giornate è apparso il più in palla di tutti. Però è anche vero che questa squadra sembra non possedere tra le proprie qualità quella cattiveria giusta per affrontare partite “strane” come quella contro l’Albinoleffe: e la serie cadette di partite come ne ha molte.

 

Noi battiamo sullo stesso chiodo: è inutile tenere Coralli là davanti solo soletto a sbattersi per la squadra e contro tre avversari… inutile.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here