(Fonte: gonews.it) – Un’altra serata di grande calcio per beneficenza al ‘Comunale’ di Certaldo. L’associazione Aion ha calato il bis con “Spicchi di Cielo 2” portando così allo stadio quasi 400 persone con un ricavato in beneficenza che non supererà i 4mila euro. Tra concerti e calcio la serata è cominciata intorno alle 19 e si è chiusa dopo la mezzanotte. Una kermesse per raccogliere fondi a favore della Sla e dell’associazione Neri e Ferramosca. realizzata cn il contributo di Banca di Credito Cooperativo di Cambiano, Noi Sport, Empoli Calcio, Coop, e la collaborazione di Comune di Certaldo, UISP, Pro Loco, As Calcio Certaldo e Associazione Centro storico Certaldo Alto, che si è tenuta il 1° giugno con grandi ospiti del calcio passato: dal certaldese doc Luciano Spalletti, a tanti ex Empoli come Cappellini, Bianconi, Martusciello e qualche ex viola come Francesco Baiano.

(Precisazione di PianetaEmpoli.it: Francesco Baiano ha vestito per due volte la maglia azzurra: in serie A nella stagione 1986-87 e in serie B nel 1988-89, realizzando molti gol).

 

Presente anche la showgirl Cristina De Pin che ha commosso la folla dei presenti allo stadio ricordando la lettera scritta da Giulia Marrocco, la figlia di Maurizio, morto nei giorni scorsi per Sla, dopo aver visto la sua Inter vincere la Champions League. Per l’inizio della partita si è presentata Daniela di Vinci, affetta da Sla, che ha visto i suoi figli giocare nelle fila dei certaldesi per la sua causa. Grande successo anche per la lotteria con le maglie dell’Empoli e dell’Inter.

 

Fra i più acclamati Francesco Baiano e Luciano Spalletti. Baiano ha spiegato “come abbia visto tanta gente partecipare a questo evento, un modo per rivedere tanti amici e dare speranza”. Il certaldese Spalletti ha voluto fare i complimenti “ai ragazzi per l’iniziativa” e ha fatto anche “un bocca in lupo a Prandelli per la nomina a ct della Nazionale, come persona estremamente qualificata”.

Franco Neri, padre del portiere scomparso Riccardo, è intervenuto personalmente allo stadio di Certaldo, consegnando una maglietta a ciascun portiere che ha partecipato all’evento e ricordando gli obbiettivi dell’associazione dedicata al figlio. Anche fra gli stessi organizzatori è serpeggiata un po’ di commozione, ma a loro volta hanno ringraziato la onlus per il gesto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here