A livello statistico tiene banco in questo momento il dato di un campionato davvero corto, come segnalato anche nell’ “analisi” di ieri, con sedici squadre in soli quattro punti e tutta la B in appena sette lunghezze. Un dato che non si era mai registrato fino ad adesso dalla prima edizione a 22 squadre del 2004/05. Stagione quella che ad Empoli ricordiamo bene. Guardando però all’attuale cammino azzurro, e prendendo sempre i numeri come dato indicativo, c’è da registrare un avvio davvero importante della squadra di mister Vivarini.

Al di là di quello che racconta il campionato nelle sue altre gare, gli azzurri hanno messo insieme dopo otto turni, 14 punti. Un dato parziale inferiore alle ultime due stagioni vincenti, la 2004/05 e la 2013/14. Nel primo caso all’ottava giornata gli azzurri di Mario Somma viaggiavano a forza 19, nel caso della gestione Sarri i punti messi assieme erano 17. Nel secondo caso però, andando avanti, c’è da registrare la sconfitta di Reggio Calabria alla nona giornata, una sconfitta che lascerà quindi fermo a diciassette punti il gruppo che il 30 maggio successivo festeggerà la serie A.

Va da se che se l’Empoli 2017/18, quello targato Vincenzo Vivarini, dovesse riuscire ad espugnare il campo di Chiavari (dal quale manchiamo dagli anni ’70) gli azzurri raggiungerebbero in questa virtuale sfida a distanza, quell’Empoli vittorioso quattro anni fa. Numeri che resterebbero tali e che ad inizio ottobre poco potrebbero dire, ma i numeri si sa, spesso tornano…

4 Commenti

  1. Per favore non cominciamo con i paragoni inutili delle passate stagioni
    Mi ricordo ancora un pezzo dell’anno scorso Martusciello meglio di Sarri o Giampaolo e poi guardiamo come è finita

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here