Della gara di Pescara abbiamo detto tanto negli ultimi giorni, esaltandone il risultato fine a se stesso, quello in chiave salvezza ed anche quello che ha portato ad un record storico per il maggior numero di reti segnate fuori casa. E proprio grazie al poker in Abruzzo l’Empoli non è più l’ultima d’Europa.

La scarsa vena realizzativa delle prime giornate aveva aperto a grande curiosità statistica, scoprendo che tra tutti i campionati professionistici c’era una squadra che stava avendo lo stesso nostro trend negativo: L’Amburgo. I tedeschi però, giocando in anticipo rispetto all’Empoli l’ultimo turno di campionato, avevano segnato due gol, portando cosi a quattro il bottino complessivo. Sia chiaro, a noi sarebbe bastato anche l’1-0, ma pero’ tra lo scherzo e la burla si era evidenziato il “rischio” che gli azzurri potessero trovarsi ultimi in questa effimera classifica.

Detto fatto. Calato il poker e ad essere il fanalino di coda resta la formazione campione d’Europa 1983

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here