alberto gilardino
Alberto Gilardino

Nelle ultime ore sono apparsi articoli che riguardano l’Empoli e il bomber di Biella Alberto Gilardino. Voci che vorrebbero l’Empoli in netto vantaggio per accaparrarsi il Campione del Mondo di Germania 2006. A scriverlo sono stati in particolare tre siti. Tutto è cominciato il 9 gennaio scorso quando il Corriere dello Sport ha ripreso una notizia di Parmalive.it che parlava dei gialloblu sulle tracce del Gila, ma che parlava anche di un Empoli in netto vantaggio. Poi sono arrivati altri due articoli, entrambi del 15 gennaio scorso (giovedi) su Voci di Sport e su Il Calcio Magazine. In particolare a colpire è l’articolo apparso su Il Calcio Magazine a firma del giornalista Fulvio Feraboli, originario di San Remo ma che vive e lavora guarda caso a Biella, la città natale di Alberto Gilardino. E noi, che al momento non abbiamo avuto riscontri sull’eventuale ipotesi di vedere Gilardino in azzurro a fianco dei vari Tavano, Maccarone, Pucciarelli e Mchedlidze, vi riportiamo fedelmente l’articolo.

.

Di Fulvio Feraboli da “Il Calcio Magazine”

Un suo ritorno in Italia è possibile. Alberto Gilardino lo vuole fortemente ma anche diversi club della serie A sarebbero pronti ad accoglierlo a braccia aperte. L’attaccante ex Milan e Fiorentina è stato ceduto dal Genoa al Guangzhou dove fino a  pochi giorni fa militava anche Diamanti. Questa è l’ultima versione, quella cinese, del “Gila”. A monte una carriera da vero “predestinato”. Nasce a Biella il giorno in cui l’Italia manda a casa il Brasile e si presenta al mondo intero pronta per la semifinale del Campionato del Mondo contro la Polonia. E’ il 5 luglio 1982 e nelle piazze, in tutte le vie di qualsiasi città, quella notte è festa continua. L’Italia impazza per la duplice eliminazione di Brasile e Argentina e una Coppa che sembra a portata di mano. Un bimbo che nasce in quel giorno non può che essere un “predestinato”. E così è stato. Al Milan dal 2005 al 2008 e nel 2006 diventa Campione del Mondo 24 anni dopo la storica finale di Madrid. Festeggia il suo compleanno eliminando la sera prima i padroni di casa della Germania. Campione del Mondo negli anni della Fiorentina, una terra, quella toscana, alla quale Alberto è legatissimo. Prima gli anni al Milan con tante soddisfazioni ma anche l’amarezza di non aver giocato quella finale di Champions League 2007, vinta dai rossoneri. Poi il passaggio alla Viola dove rimase per 4 anni collezionando 118 presenze e 48 gol, breve parentesi al Genoa, il Bologna per poi ancora ritornare ai rossoblù di Preziosi. Il rapporto si inclinò con quel maledetto comunicato della società nel quale esprimeva piena soddisfazione per la convocazione in Nazionale per Brasile 2014. Tutto inesatto. Il c.t. Prandelli lo lasciò a casa forse, più tardi, con qualche rimpianto. Si arriva così ai giorni nostri con il Gila in Cina ceduto per 5 milioni, con un ingaggio di circa 10 milioni fino al 2016. Ora la sua voglia matta di tornare in Italia. L’ipotesi Canada, al Montreal, sembra essere passata in secondo piano visto che la società offre all’attaccante un terzo dell’ingaggio proposto in estate. L’attaccante biellese non ne può più della Cina. Lo ha detto chiaramente a Marcello Lippi e Fabio Cannavaro, dirigente e allenatore del Guangzhou. Ci vuole una squadra che punti su Alberto per ridargli fiducia e fargli tornare il sorriso con gol importanti. Gilardino ha 32 anni e al calcio può dare ancora molto. Fiorentina, Parma, Roma, Atalanta e Juventus sono sulle sue tracce ma sembra che il Campione del Mondo 2006 voglia l’Empoli. Una società giusta per rilanciarsi e per contribuire al progetto della squadra. E poi sarebbe vicino alla sua casa acquistata a Firenze, con la moglie Alice e i suoi tre figli pronti a trasferirsi. Sembra che il club di Corsi stia trattando per prendere Gilardino e riportarlo in Italia. Ora l’attaccante ha terminato la stagione in Cina e si trova a Viareggio. I prossimi giorni ci diranno se il “violino” tornerà a suonare in Toscana o in Italia.

1 commento

  1. Sicuramente ha una certa simpatia con l’ambiente Empoli, visto che il 30 maggio scorso era al Castellani per la festa promozione, ma di qui a vederlo in azzurro la vedo un’ipotesi abbastanza fantasiosa.

  2. Il talento non si discute! Ma se davvero vuole venire a Empoli lo deve fare con le giuste motivazioni ! Da noi tutti danno il 110% a ogni partita ! Ha 32 anni e quindi sarebbe l’età ideale e il luogo ideale venire nel nostro Empoli! E’ chiaro che lo stipendio dovrà essere rivisto! Quindi ricapitolando qualora dovesse venire con voglia di rilanciarsi rinunciando ai soldi si potrebbe togliere parecchie soddisfazioni. Altrimenti noi non possiamo proprio permetterci spese folli e a quel punto mi tengo i miei !!!
    Forza Empoli!!!

  3. Su Gilardino c’è il Cagliari e Parma in vantaggio i sardi se entro 2 giorni non chiudono la trattativa ci sta che Gila possa venire ad empoli se lui è disposto ad ridurre lo stipendio.

  4. con Gilardino ( Impossibile che venga a Empoli secondo me….) avremmo cio’ che ci serve , 8 goal nel girone di ritorno che ti portano 15 punti minimo da solo
    oppure riprendiamo RIGANO’

  5. Giardino? No grazie non è per le qualità di calciatore ma caratteriali che non stanno nell’ambiente. Con Saponara al posto di Verdi si rischia che Tavano, Maccarone, Levan, Pucciarelli siano meglio riforniti di palloni giocabili. Gilardino no grazie…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here