Dopo un anno in prestito a Pisa torna a casa Alberto Pelagotti. Il “Pela” arriva per mettersi a disposizione e giocarsi le sue carte con il polacco Skorupski (che sulla carta partirà titolare), dimostrando di aver davvero completato il suo percorso di maturità ed essere pronto, noi ne siamo certi, per il palcoscenico della serie A.

Alberto è intervenuto telefonicamente ieri nel corso della terza puntata della versione estiva di PEnAlty.

 

pelagottiCiao Alberto, intanto ti chiediamo come stai?

Sto molto bene grazie a tutti e colgo l’occasione per salutare Empoli

 

Alberto che stagione è stata quella passata a Pisa? Ti è servita per il tuo percorso?

Direi di si. E’ stata una bella esperienza, sono partito da sconosciuto e sono finito capitano di questa squadra. Per quanto riguarda l’aspetto sportivo si, avevo bisogno di fare una stagione cosi, di riprendere le misure alla porta domenica dopo domenica, una sensazione che nell’ultimo periodo mi era venuta a mancare. Non tocca a me dirlo ma credo di aver fatto discretamente bene, però adesso io voglio guardare al futuro. ”

 

Alberto torni di fatto a casa, tra tante gente che ti ama e che appena a saputo del tuo ritorno si è subito mobilitata per far sentire il proprio affetto. Ma anche la dirigenza non ha fatto mistero di volerti, o meglio, rivolerti, fortemente…

Intanto torno con grande entusiasmo e con la voglia di mangiare il campo. Devo tanto a questa società e devo tanto a questa tifoserie, inutile dire che queste parole non mi lasciano indifferente e anzi mi caricano maggiormente di responsabilità per dare tutto quello che potrò dare per far mantenere ancora la serie A a questa città.”

 

Sinceramente, ti aspettavi che l’Empoli ti potesse richiamare o eri già preparato mentalmente per un’altra esperienza, magari in B ?

Tutte e due. Il mio cuore sperava di poter tornare ad Empoli, questa maglia è speciale, poi se ci metti anche la serie A… Però non mi dispiaceva l’idea di andare a fare una serie B, magari in una piazza importante, però se avessero dato a me la scelta non ci avrei pensato nemmeno un secondo: Empoli tutta la vita!

 

Poi Alberto tu non vieni a fare il secondo ma vieni a giocartela…

Mah, il portiere che prendono (Skorupski, ndr) è un portiere bravissimo, viene dalla Roma e non lo scopro io. Penso però di poter dare ampiamente il mio contributo e certo, vengo per giocarmi le mie carte poi deciderà il mister. Io mi sento pronto, sono molto maturato e so di poter dare tanto a questa squadra.”

 

Questa serie A è un po’ anche tua e quindi è anche giusto che tu arrivi a giocare in questa categoria…

Più che altro sono felice di poterlo fare con questa maglia. Ho fatto parte anche io di questo viaggio con mister Sarri, nei primi due anni, ma anche nell’ultimo, vissuto più da tifoso, ho sempre saggiato lo spogliatoio e quindi che dire, bene cosi.

 

Troveremo un Pelagotti diverso, cresciuto, anche perchè nel frattempo si diventato padre…

Sono cresciuto molto mentalmente, gestisco meglio certe situazioni e sono più consapevole ma la sana pazzia da portiere non l’ho persa

 

Alessio Cocchi

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteRiscattato Barba!
Articolo successivoVerdi passa al Milan!
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

10 Commenti

  1. So che rischio una valanga d’insulti…..ma un prestito al limite con diritto di riscatto e contro
    riscatto per Cerri dalla Juve?..

  2. Forza Pela!!! Spero che ti diano davvero la possibilità di giocartela senza che siano gli ordini di scuderia provenienti da Roma a determinare titolare e riserva. Vai Albe!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here