lippiDopo 29 anni di solida e duratura collaborazione, il noto giornalista Alessandro Lippi, lascia Antenna 5.

E’ stato lo stesso Lippi, al termine del TG di ieri sera, ad annunciare con molta sobrietà (quella che ha contraddistinto sempre il suo cammino televisivo) il congedo dal pubblico che con lui è cresciuto in questo trentennio.

 

Da quest’anno, nella collaborazione tra Pianetaempoli.it ed Antenna5, Alessandro Lippi era al timone della neonata “PEnAlty Sprint“, trasmissione che aveva ereditato dalla storica “Stadio Azzurro” ( sempre da lui condotta ) il commento dei dopo gara delle partite dell’Empoli. A fianco di Lippi, conduttore e presenza fissa, roteavamo noi della redazione di PE in qualità di opinionisti, dando cosi anche una maggiore freschezza ad un programma sul quale noi puntavamo e puntiamo molto.

Ovviamente, l’uscita dall’emittente di Alessandro Lippi, ci andrà a far modificare leggermente il format della trasmissione, variazioni che cercheremo di rendere le meno invasive possibili ma che, per ovvie ragioni ci dovranno essere.

 

Nel corso della prossima puntata di PEnAlty, la 24a della stagione, vi racconteremo come cambierà PEnAlty Sprint, cambiamenti che si devono intendere solo per la conduzione, il format e la scaletta del programma (seguitissimo e per questo non possiamo che dirvi grazie) rimarranno pressoché immutati.

Ovviamente, capendo che ogni cambiamento porta con se la necessità all’adeguamento del nuovo che c’è, da parte nostro ci sarà il massimo impegno per la resa finale.

 

Da parte nostra, vorremmo chiudere dicendo che questa collaborazione professionale con Alessandro Lippi è stata molto preziosa e ci auspichiamo che, in altri contesti, possa avere un seguito.

 

Redazione PE

1 commento

  1. noooooooooooooo!!!
    gravissima perdita!!
    era l’unico giornalista sportivo che avevamo a Empoli.
    in confronto a cocchi&renato era un guerrigliero rivoluzionario.

    Grazie di tutto Cippo Lippi

  2. Ciao Alessandro, ti rinnovo, così come ho gia fatto a voce agli Agostiniani, il mio rammarico per non vederti più in video, spero però di vederti ancora più spesso in verticale e di leggerti, ancora più spesso su qualche quotidiano.
    Sei un giornalista bravo, misurato, gentile, mai fuori delle righe, insomma sei un Professionista eccezionale e sarà una grossa perdita per Antenna 5, lasciatelo dire da uno che ti conosce e ti segue dall’inizio della carriera, eri ancora studente allora.
    Ricordatierò che il mondo inizia un passo fuori della porta dell’ultimo lavoro fatto, così un tempo disse a me un amico e mi portò fortuna, come spero tu abbia anche te.
    Un grosso in bocca al lupo e un abbraccio.
    Ti seguiremo da altra parte facci sapere.
    Gian Carlo B.

  3. Noto che la gente sta davvero male, povero mondo.
    Alessandro speriamo che sia un arrivederci e non un addio. Devo dire che in penalty Sprint c’era davvero una bella miscela

  4. Magari non esattamente un esempio di vitalità nella conduzione, certamente però si è sempre distinto come un serio professionista. Merce rara di questi tempi. Peccato soprattutto per Antenna5 che si lascia scappare un pezzo fondamentale della propria redazione.

  5. Mi sbaglierò, ma ho sempre avuto l’impressione che dietro la sua pacatezza, imparzialità ecc. si celi in realtà un certo disinteresse per i colori azzurri…..sì, è vero che si è sempre occupato di Empoli, ma non sono mai riuscito a scorgere con convinzione in lui quello che si definisce “un tifoso” (a differenza dei vari Marinai, Cocchi, Guastella, Fioravanti, Bassi, Biuzzi ecc.)……con ciò non metto in discussione la sua bravura e professionalità, ma ho sempre pensato che se ad un giornalista viene affidato il compito di condurre trasmissioni dedicate in modo specifico ad una squadra, questo debba essere un soggetto fortemente attaccato ad essa…..

    • Caro Francesco, dici così perchè non lo conosci, quando l’Empoli perde soffre eccome, se soffre, ma a telecamere accese la sua signorile professionalità non gli permette di uscire dalle righe, come fanno altri, ma è un professionista e quindi: “Ridi pagliaccio la faccia infarina, la gente paga, e rider vuole qua”.
      C’è chi apprezza un comportamento e chi ne apprezza un’altro.
      Ma come se è tifoso è di più.
      Saluti.
      Gianca

  6. Posso dire conoscendo di persona Alessandro che oltre ad essere un grandissimo professiionista e’ anche un altrettanto grande tifoso dei colori azzurri, fortunatamente per noi l’abbiamo avuto per così tanti anni a sostegno della nostra realta’.
    Quindi solo un grandissimo in bocca al lupo e grazie per tutto!
    Baf-Gabriele

  7. Non era certo il calcio l’argomento in cui Lippi dava il meglio ma resta un grande professionista e questa è una grande perdita. Come ha giá detto qualcuno, spero sia un arrivederci.

  8. Grande professionista, il miglior giornalista di Empoli senza se e senza ma. Devo dire che in penalty aveva anche ritrovato un certo gusto di fare l’Empoli, e con i ragazzi di PE c’era una bella interazione. Perdita gravissima per l’emittente.

  9. Eravate abituati a “questa minestra”….ma vi accontenta vate di poco: profilo scontato e senza slanci! Ripeto, nn e una grande perdita, anche se, purtroppo in zona, nn intravedo grande professionalita

  10. Chi segue l’Empoli da una vita sa quanto ha fatto il Lippi x dare a noi tifosi la possibilità di sentir parlare della nostra squadra in tv. Anche in serie C. Ora è facile x chiunque andare in tv a fare il saputello. E poi ultimamente era l’unico che provava a fare una domanda scomoda. Grazie Lippi

  11. Ci mancherai. Forza Lippi. L’ho sentito in diretta…pensavo fosse uno scherzo. Ma va in pensione? O a lavorare da un’altra parte?

    • “A fianco di Lippi, conduttore e presenza fissa, roteavamo noi della redazione di PE in qualità di opinionisti, dando cosi anche una maggiore freschezza ad un programma sul quale noi puntavamo e puntiamo molto.”

      ammazza oh che modestia cocchi&renato!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here