Alessandro+Piu+Italy+U20+v+Germany+U20+AG0oDScuhmAlL’ultima parentesi delle nazionali è stata sicuramente magica per un calciatore azzurro specifico, Alessandro Piu. L’attaccante friulano infatti era stato convocato, come di consuetudine, dalla rappresentativa Under20 ma poi a causa di alcune defezioni è arrivata la più importante chiamata da parte di Di Biagio per l’Under21, di fatto la seconda nazionale per importanza con un ritorno mediatico decisamente più forte.

Alessandro ha giocato in una delle due gare in cui si è misurata la nazionale, specificatamente entrando nella ripresa del match giocato contro la Serbia.

 

Le emozioni non sono ovviamente mancate, come racconta lo stesso giocatore attraverso le pagine de “La Nazione” di questa mattina:

E’ stata una grande emozione ma ora devo continuare a lavorare per trovare più spazio nel club e tenermi questa maglia. Mi ha fatto piacere la chiamata dei miei genitori che mi seguono e mi vengono a trovare quando sono ad Empoli. E’ una grande annata, sono molto contento,  ma non devo assolutamente sentirmi arrivato. Mister Giampaolo mi sta aiutando molto nella crescita, devo sfruttare le occasioni che mi capitano. Tengo molto sia alla maglia dell’Empoli sia a quella della Nazionale, l’importante è non mollare mai.

 

E siamo sicuri che il futuro sia tutto per Alessandro, ragazzo di un’umiltà incredibile che con il lavoro si è guadagnato tutto quello che adesso sta raccogliendo anche se, come sottolinea sempre lui, siamo solo ad un punto di partenza.

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteOltre 500 biglietti già venduti per Firenze
Articolo successivoI Più e i Meno di Fiorentina-Empoli
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here