Campionato Allievi Nazionali Professionisti serie A e B

Girone A – 4° giornata andata

23 ottobre 2011

EMPOLI  vs  Fiorentina  3 – 1

Da Monteboro

Fabrizio Fioravanti


EMPOLI

Pacini, Risaliti, Agrifogli, Thiongo, Bachini, Iozzi, Rovini, Menichetti, Frugoli, Gargiulo, Cacciapuoti

A disposizione: Corsini, Brumat, Salerno, Taddei, Zavatto, Nicooli, Angeli

Allenatore: Mario CECCHI

Sostituzioni (tutte nel 2° tempo):

al 11’ entra Brumat esce Iozzi
al 79’ entra Niccoli esce Rovini
al 79’ entra Angeli esce Frugoli
al 80’+1 entra Salerno esce Menichetti

FIORENTINA  (tutte nel 2° tempo):

Lazzerini, Everton, Cola, Spinelli, Rosacastaldo, Ruggeri, Fazzi, Capezzi, De Poli, Gondo, Gulin

A disposizione: Bacci, Gigli, Costanzo, Beraldi, Berandi, Di Curzio, Bangu

Allenatore: F. GUIDI

Sostituzioni :

al 1’ entra Bangu esce Rosacastaldo
al 34’ entra Costanzo esce Gulin

GOL

27’ Rovini (E) – 53’ De Poli (F) – 64’ Rovini (E) – 79’ Gargiulo (E)

AMMONITI

47’ Ruggeri (F) . 58’ Bangu (F) – 59’ Bachini (E) – 66’ Rovini (E)

ESPULSI

nessuno

LA GARA

Chi stamattina ha avuto la fortuna di essere a Monteboro ha visto una partita bellissima, di quelle che ti riconciliano con il gioco del calcio. Due ottime squadre si sono sfidate a viso aperto senza ricorrere a tatticismi, cercando sempre di far gioco piuttosto che distruggere quello dell’avversario, mettendo dentro anche quel pizzico di sana cattiveria agonistica che non guasta (nessun espulso infatti!) e regalando momenti di bel gioco e di grande intensità. L’Empoli ha vinto grazie alla sua maggior saggezza tattica e, diciamolo, grazie anche alla tecnica dei giocatori. Ha vinto perché ci ha creduto sempre, andando in gol dopo un periodo di supremazia territoriale e andando in vantaggio dopo il pareggio viola in un momento in cui sembrava soffrire il gioco avversario e la sua maggiore freschezza atletica. Macchè! I ragazzi di mister Cecchi hanno dimostrato di che pasta sono fatti, centrando con due azioni fotocopia il bersaglio e dimostrando una maturità caratteriale e tattica impressionante per ragazzi di quell’età. Avevamo già detto che questa è una squadra di grande personalità: non ci eravamo sbagliati. Palla a terra, mai una volta che abbia visto gettar via la palle, mai una volta che abbia visto quei lunghi ed inutili lanci dalla difesa che poi finiscono tra i piedi o sulla testa dell’avversario: gli azzurrini cercano sempre di fare gioco, sfruttando il campo in ogni parte, lavorando molto (si vedano il secondo ed il terzo gol) sulle fasce, affidandosi ad un centrocampo di notevole intelligenza tattica e ottimi piedi, ad una difesa ben preparata e mai disattenta, ad un attacco che unisce individualità a coralità. Insomma, una gran bella squadra. Da vedere.

Le due squadre oggi sono scese in campo con un modulo speculare: 4.3.3 per entrambe. Più “lungo” quello azzurro con un centrocampo ad elastico pronto ad accorciare in avanti e a tornare dietro, pronto a veloci ripartenza, con ritorni anche a turno delle punte, più “statico” quello viola, teso ad occupare ogni zona del campo ed a privilegiare la manovra.

Inizia bene la Fiorentina che già al 3’ si rende pericolosa con Gulin, ben smarcato in area azzurra da De Poli: il suo fendente diagonale va verso il palo alla destra di Pacini ma il numero uno azzurro ci arriva con le punta delle dita e manda in angolo. Ecco l’Empoli al 17’ con Cacciapuoti ma il suo tiro, per quanto preciso ed angolatissimo, è debole e Lazzerini intercetta in tuffo. L’Empoli inizia a premere con continuità ed al 20’ prova dalla distanza con Rovini che sfiora la traversa. Al 27’ il gol. Azione in solitaria di Rovini che prende palla poco fuori dall’area viole, ne fa fuori due o tre, entra in area, ne salta un paio e davanti a Lazzerini lo batte con un tiro forte e preciso sul quale il portiere viola arriva ma non trattiene. Da applausi l’azione del numero 7 azzurro. Ancora Empoli al 31’: bel lancio di Rovini a Frugoli che, solo in area viola, è pressato da Everton che lo costringe ad allungarsi e ad allungare il suo tentativo di pallonetto che si spenge di poco alto. La ripresa inizia nel segno azzurro con frugoli che dal fondo rimette a centro area di porta viola senza trovare nessun compagno. La Fiorentina inizia a pressare e trova il gol (bellissimo va detto!) con De Poli che dalla distanza manda un diagonale forte e preciso ad infilarsi sotto il “sette” dell’incolpevole Pacini. La Fiorentina ci crede e comincia a macinare gioco e per poco non raddoppia al 17’: De Poli smarca di testa Gondo che si presenta dalla sinistra in area davanti a Pacini per tentare di batterlo con un tocco preciso ed angolatissimo. Non va: la palla si perde a pochi centimetri dal palo di sinistra di Pacini. Il pericolo sveglia l’Empoli ed ecco che Rovini al 22’ va via sulla corsia di destra, resiste ad un tentativo di sgambetto di Spinelli e dal fondo rimette al centro area dove Frugoli si allunga la palla e manda in fumo quello che poteva essere un tiro-gol. Il centravanti azzurro si fa perdonare (eccome!!!) due minuti dopo quando riceve palla sulla fascia di sinistra e se ne va saltando come birilli tutti gli avversari fini ad arrivare, seppur molto angolato, davanti a Lazzerini. Tiro e respinta del portiere viola, arriva Frugoli e manda in gol. Ora l’Empoli comanda il gioco. Viola annichiliti. Al 28’ stop in corsa di Rovini che smarca in area Frugoli per il tiro a rete: a lato. Il terzo gol arriva al 39’ ed è una azione fotocopia (cambia solo la fascia dove si sviluppa l’azione) del secondo gol. D nuovo Frugoli in velocità sulla fascia (questa volta la destra) in slalom nella difesa viola fino ad arrivare sulla linea di fondo e rimettere al centro per un un tap-in di potenza di Gargiulo. Fine tra gli strameritati aplausi dei presenti.

GIOCATORI PIANETA EMPOLI

ROVINI: inarrestabile, imprendibile, una spina nel fianco. Oggi per niente egoista, ha fatto due gol e tanti assist, lavorando anche in fase difensiva, aiutando il centrocampo. Una prestazione eccellente per un ragazzo che ha potenzialità enormi. Consiglio: fare come oggi cercando anche il dialogo con i compagni e tenere i piedi per terra.

BACHINI: una sicurezza. Non ha sbagliato niente, comandando il reparto difensivo e proponendosi anche in azioni di rimessa. Una buona tecnica e doti atletiche. Un ragazzo da seguire con molto attenzione.

MENICHETTI-THIONGO-GRARGIULO: avete letto bene. Un ex aequo ai tre del centrocampo azzurro che oggi ha davvero fatto la parte del padrone. Sicuri in ogni parte del campo, precisi nel passaggio, determinati, sempre a rincorrere, a costruire gioco, a contrastare…cosa si può chiedere di più? Bravissimi.

3 Commenti

  1. Grandissima prestazione!!!!!!complimenti a tutti e forza azzurri!!!!…….
    Siamo tutti in attesa di vedere il gruppo 94/95 il prossimo anno in primavera che ci regalerà sicuramente delle soddisfazioni!!!

  2. Veramente una bella partita tra due squadre “storicamente” rivali, scese in campo, entrambe, per ottenere i tre punti. Bene la Fiorentina, sempre concentrata e solida in ogni reparto, con individualità interessanti e buona organizzazione di gioco. Ma l’Empoli di questa mattina è apparso ancora più forte, qualità di gioco eccellente, circolazione di palla efficace, determinazione ed agonismo al limite della perfezione, giocate singole e di gruppo di estrema qualità calcistica. Tutti i ragazzi hanno dato il meglio, conosciamo le qualità di Rovini e Frugoli, ma il centrocampo azzurro è stato pressochè perfetto,puntuale nelle chisure e nell’impostazione, pronto al sacrificio e alle ripartenze, dinamico,pratico e intelligente nella gestione delle situazioni. Bravi! E che dire del reparto difensivo, Bachini su tutti, ma anche gli altri sono stati quasi perfetti. Peccato per Iozzi, uscito per infortunio dopo una eccellente prestazione, al quale auguro di cuore un pronto rientro. Nessuna insufficienza per i ragazzi di mister Cecchi, e un “otto” di stima ai ragazzi che non sono entrati, ma che hanno sofferto ed esultato come tutti noi, presenti sugli spalti ad incitare con correttezza , peraltro contraccambiata , per questo importate risultato! E il Mister?
    Chiedere cosa ha provato per questa prestazione è quasi scontato….é stato sufficiente vedere la reazione al terzo gol…… Ha preparato la partita ottimamente “lavorando” principalmente sulla testa dei ragazzi e li ha guidati con piglio e autorevolezza . Una bella soddisfazione allenare un gruppo di ragazzi che contraccambiano con queste prestazioni!
    Alla prossima!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here