Selezione AIC Disoccupati

 

SELEZIONE   AIC DISOCCUPATI 0 

Empoli Calcio

 

EMPOLI  FC  2

 

SELEZIONE AIC DISOCCUPATI (1° Tempo) – Aldegani; Manucci, Gregori, Cudini, Giuliatto; Volpe, De Vezze, Fini (44′ Bernini), Galli; Di Napoli, Inacio Pia. All. Sorbi

 

SELEZIONE AIC DISOCCUPATI (2° Tempo) – Gragnaniello; Rivalta, Gregori (69′ Cudini), M.Iuliano, Morabito; Caleri, De Vezze (65′ Galli), Bernini, Volpe (75′ Manucci), Bifini; Inacio Pia. All. Sorbi

 

EMPOLI (1° TEMPO) – Pelagotti; Buscè, Tonelli, Mori, Camano; Musacci, Valdifiori; Lazzari, Dumitru, Tavano; Mchedlidze. All. A.Aglietti

 

EMPOLI (2° TEMPO) – Dossena; Mazzanti, Marzoratti, Stovini, La Rocca; Signorelli, Bianchi; Saponara, Brugman, Cesaretti; Coralli. All. A.Aglietti

 

ARBITRO: Sig. Conti di Firenze (Sig.Martelli-Sig.ra Boneva di Firenze)

 

MARCATORI: 20′ pt Tavano; 31′ st Coralli.

 

NOTE: terreno pesante, pioggia per tutto il primo tempo e gran parte del secondo; 100 spettatori presenti, qualche unità da Empoli.

 

 

Da Coverciano Alessandro Marinai

 

Quarta uscita precampionato per gli azzurri che hanno giocato una partita con una discreta intensità anche perchè la squadra avversaria presentava “nomi” di tutto rispetto. Empoli attento in fase difensiva e con poche sbavature. Con una maggiore intesa, però, da perfezionare in attacco; in fase offensiva infatti gli azzurri si sono fatti notare per aver perso un pò troppi palloni.

 

La cronaca del primo tempo – Fase iniziale di studio tra le due squadre. L’Empoli si schiera con il 4-2-3-1, la Selezione Aic con un più classico 4-4-2. Al 20′ azzurri in vantaggio con un tiro da fuori area di Tavano. La conclusione del bomber azzurro è rasoterra e violenta ma centrale. Tuttavia il pallone finisce nel sacco complice una infelice opposizione del portiere Aldegani, forse tradito dal campo reso scivoloso dalla fitta pioggia che si stava abbattendo sugli impianti di Coverciano. Pochi minuti dopo occasione per Lazzari che, entrato in area, ha concluso per due volte consecutive ma ha trovato sempre l’opposizione di Aldegani che così si riscatta per l’intervento infelice in occasione del gol azzurro.

Nel finale di tempo annullato un gol alla Selezione Aic. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo colpo di testa di Cudini con l’ottima risposta di Pelagotti che respinge. Sulla ribattuta interviene Manucci che deposita nel sacco. Si era però alzata la bandierina della sig.ra Boneva a segnalare una presunta posizione di fuorigioco.

 

La cronaca del secondo tempo – Empoli che rispetto alla prima frazione di gioco ha cambiato tutti gli elementi. Azzurri più opachi e più in difficoltà che riescono a costruire meno rispetto alla prima frazione di gioco. Tuttavia l’Empoli raddoppia al 31′ con Coralli. Il “cobra” scatta sul filo del fuorigioco in occasione di un lancio dalle retrovie, entra in area di rigore e, con Gragnaniello in uscita che sfiora appena il pallone, effettua un delizioso pallonetto che si infila in rete.

Poi poco altro da segnalare. Si attende ora la prossima uscita precampionato degli azzurri; sabato la squadra di Aglietti è di scena a Carrara contro la quella squadra che appena un mese fa ha festeggiato la promozione in Prima Divisione LegaPro (ex serie C1, ndr), e dove ritroveremo l’ex difensore della primavera azzurra Tognarelli approdato alla Carrarese in prestito appena due settimane fa.

4 Commenti

  1. Sabato contro la Carrarese molto probabilmente i nostri attaccanti si troveranno di fronte l’ex Capitano della Primavera Azzurra Tognarelli che dopo 10 anni di Empoli dovrà vedersela con tanti suoi compagni , sono certo che sarà molto emozionato , comunque un Grosso in Bocca al Lupo ad un Ragazzo che per carattere e serietà dimostrata con la maglia degli Azzurrini dell’Empoli se lo merita –

  2. Man mano che gli impegni diventano piu’difficili….diminuiscono i goals e i tiri in porta sono sempre meno…..Non vorrei che per far giocare tutti gli attaccanti si giochi ancora con un modulo che l’anno scorso ha fatto ridere o giu di li’.Siamo partiti con l’idea del 4-4-2(che tanto c’ha dato l’anno scorso nell’ultima parte di campionato)per poi far giocare il 4-2-3-1 che snatura il gioco di tutti gli attaccanti!Dimitru è un attaccante,Tavano è un attaccante,inutile fargli fare le mezzepunte e lasciare sempre soli o Mchelizde o Corallone…..Secondo me Tavano deve stare accanto al centravanti e stop!Le 3 mezzepunte devono aiutare i 2 centrocampisti arretrati quando si difende,soprattutto i 2 esterni e non mi sembra sia giusto che Dumitru o Tavano o Saponara si spompino in un lavoro che non è il loro!Bisogna avere il coraggio di tenere qualche attaccante in panca!D’altra parte quest’anno succedera’anche con il centravanti……Quando giochera’Corallone ….quando il Georgiano,quindi forza col 4-4-2!

    • c’è solo un piccolo problema… non abbiamo esterni di centrocampo. E non venitemi a dire che Buscè a 35 anni può farlo da solo per 42 partite…

  3. Si infatti, il modulo deve essere scelto in base ai giocatori che hai… non a priori. Abbiamo attaccanti come tavano, levan, coralli, saponara, dimitru e vanno fatti giocare. A centrocampo non abbiamo nessuno a fare l’esterno. E poi diciamo che partite belle si sono giocate anche con il 4-2-3-1 (vedi Bergamo) e partite brutte si sono giocate anche con il 4-4-2 (vedi portogruaro, anche se abbiamo vinto abbiamo fatto ridere). Quindi non penso sia una questione di modulo, ma di motivazioni. Con il torino non penso sia stato il modulo a farci giocare bene, ma il fatto che si correva su ogni pallone con una grinta impressionante. Quindi io sono per il 4-2-3-1 o 4-3-1-2.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here