I calendari sono stati varati e, come ormai noto, l’esordio per gli azzurri sarà nello stadio di casa contro la neopromossa Juve Stabia, società di Castellamare di Stabia che torna in serie B dopo ben 61 anni.


A parti inverse rappresentiamo quindi noi il “D-Day” per le vespe che nella giornata del 27 Agosto vivranno indiscutibilmente una giornata da ricordare nella quale, salvo restrizioni della questura, non sarà escluso un esodo in massa dalla cittadina campana. Già alcuni colleghi che seguono la squadra giallo-nera ci hanno contattato per accordarci preventivamente sul reciproco scambio di informazioni e ci hanno riportato le parole a loro rilasciate questo pomeriggio dall’Amministratore Unico Roberto Amodio, che si dice onorato di aprire le danze ad Empoli:


Sarebbe stato un grande giorno comunque, aprire però il nostro campionato ad Empoli sarà un vero onore. Al di là del blasone che la squadra azzurra rappresenta, è una delle società che maggiormente stimiamo ed alla quale guardiamo con immensa ammirazione visto quello che sono riusciti a fare in una città di 55mila abitanti, meno dei nostri. Hanno uno dei settori giovanili più sviluppati e prolifici e la quantità di grandi giocatori usciti dal vivaio azzurro è davvero impressionante. C’è però anche un altro motivo per cui, in parte, Empoli rappresenta un qualcosa di magico. Qualcuno forse lo ricorderà ma l’altra serie B, l’unica, quella del 51-52 è nata a Firenze nello spareggio vinto contro il Foggia. Se questo non è un segno del destino...”


Queste le parole del dirigente della Juve Stabia a cui vanno i nostri ringraziamenti. L’appuntamento (salvo eventuali anticipi) sarà quindi fissato per le 20:45 del 27 Agosto. Una sfida difficile, novanta minuti in cui non ci saranno sconti, ma il nostro “benvenuto” agli amici campani lo possiamo già dare.


Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteVitale a "Radio Sportiva": "Contano le ultime cinque"
Articolo successivoMetti un sabato a Fiumalbo
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

4 Commenti

  1. Belle le parole di Amodio ma deve aver anticipato la riforma dei comuni;ha unito Empoli e Vinci e trovato così 55.000 abitanti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here