carli 2Dobbiamo essere sinceri, non pensavamo di tornare a scrivere inerentemente a Marcello Carli parlando di lui come possibile partente da Empoli. Se nella fase finale di stagione si erano sprecate in questo senso diverse parole e diverse domande anche all’indirizzo del diretto interessato, ormai il discorso sembrava chiuso, con le varie caselle dei DS occupate e con la “promozione” a diggì che era arrivata per mano del Presidente Corsi. Il mercato di fatto già aperto e l’entusiasmo con cui si era già messo all’opera sembrava aver chiuso un capitolo che almeno fino alla prossima estate sembrava destinato a non riaprirsi. Ed invece ne siamo a riparlare, cosa che certo puo’ anche non significare niente ma come detto, pensavamo di non doverci nemmeno tornare verbalmente. Cosa è successo nelle ultime ore per smuovere questo tipo di interesse che sembrava ormai sopito?

 

Il Milan, si, il club rossonero parrebbe intento ad una sorta di “empolesizzazione”. Abbiamo già raccontato in questi giorni di come il nome di Marco Giampaolo sia tornato prepotentemente il più gettonato intorno a Milanello per il ruolo di prossimo allenatore della squadra milanese, di come il suo arrivo potrebbe riaccendere la fiamma per Saponara e di come anche Paredes (seppur non più tesserato azzurro) sia in procinto di entrare a far parte di questo progetto. Non basta. Il Milan in tutto questo avrebbe trovato in Marcello Carli la figura per accordare al meglio lo strumento che si sta costruendo in casa rossonera, un ruolo sì da uomo mercato ma anche da tramite tra squadra e società. E la voce a Milano nelle ultime ore si è fatta davvero molto forte, con diversi colleghi milanisti a noi vicini a raccontarci ma anche a chiedere. Per il momento non trapela niente da Empoli, e cercheremo ovviamente di capire dallo stesso Carli se questo lo si debba considerare un interesse unilaterale o se invece la sua permanenza ad Empoli debba davvero tornare ad essere in bilico.

 

Se vi ricorderete, anche nelle ultime uscite, per esempio a PEnAlty estAte qualche settimana fa, lui con la sua grande onestà e la risaputa trasparenza aveva detto che il suo lavoro era volto alla costruzione del nuovo Empoli e che nel suo presente c’era unicamente quello ma che se qualcuno dovesse chiamare, la possibilità di mettersi seduto per capire non se la sarebbe preclusa. Chiaro è che con il ritiro alle porte ed un mercato che potrebbe entrare a breve nel suo vivo sarebbe sicuramente un colpo non semplicissimo da metabolizzare, ma per adesso sono e restano congetture, con Carli impegnato a costruire la squadra di Giovanni Martusciello. Gli eventi, poi, diranno…

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteMario Rui-Roma: Nessuna variazione al tema
Articolo successivoMercato Azzurro | Per Barba interessi anche dalla Spagna
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

26 Commenti

  1. È una bufala, il Milan è un cantiere aperto e non si sa al momento nemmeno il nome del futuro presidente, figurati se Marcello si confonde con loro …. lui aspetta la Roma il prossimo anno quando Sabatini andrà via.

    • Claudio, credo tu sia il *tifoso perfetto*, come competenza e passione, ma …
      Per quanto riguarda il Milan, anch’io penso che il BerlusKa non venderà, ma in caso contrario i cinesi in un primo tempo non potrebbero che affidarsi agli attuali “consigliori” del presidente e molti di loro vedono bene Giampaolo e … la sua “filiera”. 😉

  2. Leggo i quattro commenti sopra e dico.
    Per come la penso io:
    il Milan non è ne carne ne pesce, figurati se Marcello si confonde con loro. Forse non resterà mai a vita qua (anche se lo spero), Lucchesi penso proprio di no, visto che “sta formando” Accardi e restare in stile Empoli (Empoli deve fare i passettini piccoli altrimenti prende la strada di Siena tanto per fare un esempio) quindi niente regaloni da figurine.
    Le figurine qui le creano.
    Vedi Hysaj per fare un altro esempio!

  3. Il Milan ora è un enigma difficile da decifrare.Se davvero passasse di proprietà al gruppo cinese,la vedo dura che si affidino ad un allenatore per loro sconosciuto e ad un ds che viene da una piccola . Queste sono operazioni di più largo respiro,una dirigenza non la improssivi in quindici giorni. Detto questo la programmazione recita il motto “tutti utili,nessuno indispensabile”

  4. Io so solo una cosa: se a questo punto siamo ancora a parlare del direttore sportivo hs ragione Bittante, cìè grande confusione sotto il cielo. A quando gli acquisti? Temo che anche questa volta tanti nomi (Caprar, Lapadula, Falletti, Di Francesco, Ganz, Citro) e poi ci si ritrova con Livaja 2 (Petkovic, Cerri). Per esempio: per chè con la Juventus si parla di Tello e l’altro brasiliano (manco so chi è), che non hanno richieste ed è la Juve a vloerci dare, mentre non si chiedonoe espressamente Ganz e Di Francesco? Che cosa stiamo aspettando?

  5. Più che altro, posso capire che a Empoli nessuno è incedibile e che ci sono treni che non si possono perdere….ma con trattative in corso, discorsi avviati ecc. non può ancora regnare l’incertezza sul futuro di Carli…quindi Marcello fai chiarezza il prima possibile!

  6. Salvi praticamente da gennaio siamo a 10gg dal ritiro con 4/5 partenze e il solo Pasqual in entrata col solito milione di “chiacchiere …. cosa vi fa pensa??

  7. La mia sensazione è che Carli stia trattando vari profili e poi quando i tempi saranno maturi farà il salto al Milan, consegnando a Martusciello comunque una squadra quasi fatta. Troppo insistentemente ritorna i ballo la voce che lo cercano altrove. La migliore delle ipotesi è che rimanga anche quest’anno e il prossimo sia pronto Accardi.

  8. Consoliamoci.Il Crotone promosso da un mese ancora non sa chi sarà l’allenatore e perderà quasi sicuramente Bomber Budimir.L’Atalanta ha ufficializzato Gasperini la scorsa settimana,il Pescara se perdesse Caprari e soprattutto Lapadula avrà molte difficoltà a rimpiazzare gente di valore così importante (e dietro è poca roba ).Non è che ad essere salvi a gennaio puoi comprare chi vuoi vedi i pescaresi.Ci sono tante variabili da considerare e poi alla fine sono tre gli acquisti irrinunciabili:il regista, il trequartista e una terza punta affidabile.Siamo al 20 di Giugno,non andiamo in paranoia per ogni voce di mercato o perché la rosa non è già pronta.

  9. Renaissance, sono d’accordo con te anche sui ruoli da coprire. Solo una cosa: non si va in paranoia per le voci, però è chiaro che se le prime e le seconde scelte di mercato nel frattempo si accsano altrove, si passa alle terze e alle quarte scelte, finchè si arriva a Livaja all’ultimo giorno di mercato…

  10. Con quelli che sono sempre scettici a prescindere, Matteo. Se Carli ha detto che per il 10 luglio la squadra sarà quasi al completo, perchè dubitare? che è, uno che prende in giro la gente, Carli?

    • Claudio, non è una questione di completa, bisogna vedere chi si compra. Se ci sono Lapadula e/o Caprari (come davi per certo) è un conto, se ci sono Tello e Pereira un altro…

      • Zielinsky quando è arrivato non lo conesceva nessuno, dopo due anni a empoli verrà venduto a 15 milioni. e anche paredes alla fine sulla carta è paragonabile a un tello o pereira, ragazzi giovanissimi di gran talento che nessuno magari ha notato. sicuramente marcello li conosce meglio di me e di te! per accorgersi di lapadula invece ci vuole poco anche un cieco lo prenderebbe

  11. la sensazione è questa:come mai si promuove ds accardi?c’è disaccordo sulla scelta di martusciello che è una idea solo del corsi?c’è la volonta’ di seguire da parte di carli il pupillo giampaolo e portare con se l’altro pupillo saponara?mi sa che carli si debba sbrigare a darci una squadra decente prima di andare via!poi l’importante è che il corsi sia eterno altrimenti se anche lui dovesse mollare(col cazz.)sarebbe il de profundis per l’empoli.a me questo limbo mi scassa non poco quando uno ha voglia di andare non aspetti luglio,si metta sul mercato e lasci il posto a chi resta,tutto il resto e aria fritta anche e soprattutto per una persona da stimare tantissimo come marcello.non si puo’ andar via a meta’ progetto i che simo a lavorare che si da gli otto giorni?mah sono un tantino deluso.

  12. Ma voi credete più a Marcello o ai giornalisti? Se ha detto che sta lavorando per costruire l’Empoli del futuro, che deve dì di più?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here