Non c’è veramente pace per l’Ascoli. La squadra marchigiana dovrà infatti scontare nel campionato in corso un altro punto di penalizzazione. Nella 38a giornata di Serie B i bianconeri avevano battuto alla grande il fanalino di coda Frosinone imponendosi per tre a uno, grazie alle segnature di Lupoli, Feczesin su rig.ore e Juan Antonio, con Masucci che aveva momentaneamente pareggiato per i ciociari. Adesso questo successo viene sminuito perchè l’Ascoli passa da quarantaquattro a quarantatre, col vantaggio sulla terzultima (il Portogruaro) che si riduce ad una partita di distanza.

La Corte di giustizia federale infatti ha accolto il ricorso della Procura che non era rimasta soddisfatta del meno uno inflitto il diciotto aprile scorso alla società che fu di Costantino Rozzi: il provvedimento era stato preso a causa del mancato versamento delle ritenute Irpef e dei contributi Enpals relativi ai mesi di luglio, agosto e settembre 2010. Una brutta mazzata per il club, ma l’Ascoli ha dimostrato ampiamente in questo campionato di riuscire ad essere più forte delle avversità ed i tifosi si aspettano una risposta sul rettangolo verde.

M. dL.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl Real Martellid vince la Supercoppa Europea
Articolo successivoChampions: la finale sarà Manchester-Barcellona
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here