REGGINA-PALERMO 0-2

.

Dopo otto minuti l’ex di turno, Barreto, deposita a porta vuota il pallone in rete dopo una corta respinta del portiere Benassi. Primo tempo con leggero predominio dei rosanero.

.

Nella ripresa molto meglio la Reggina che spinge alla ricerca del pari. Al 64′ clamorosa occasione fallita da Di Michele che salta Sorrentino ma tira alto. Poco dopo il portiere del Palermo si infortuna e al suo posto entra Ujkani. 

.

Al minuto 80 il Granillo si infiamma; Foglio dalla distanza impegna severamente Ujkani, sulla respinta Di Michele spara a botta sicura ma il tiro viene murato con le mani dal difensore Andelkovic. I replay sono impietosi e mostrano chiaramente il netto fallo di mani. Sarebbe rigore per la Reggina ed espulsione, ma il direttore di gara Mariani dice di non aver visto nulla nonostante le vibranti proteste di tutto lo stadio.

.

Ad un minuto dal 90′ Milanovic di testa infila Benassi per il 2-0 del Palermo, sugli sviluppi di una punizione battuta da Barreto.

.

Vince il Palermo che si issa da solo al primo posto in attesa delle gare di domani, domenica, ma il rigore non concesso alla Reggina e’ senza dubbio stato un episodio determinante.

.

Gabriele Guastella

6 Commenti

  1. il palermo ha rubato la partita ..a noia terni hanno visto un angolo inesistente ….. a reggio non hanno visto un rigore clamoroso x la reggina con relativa espulsione…la reggina nn meritava di perdere

  2. UInutile girarci attorno ….il Palermo e’ forte….molto forte, ma se veniva dato il sacrosanto rigore e conseguente espulsione a favore, la Reggina probabilmente non avrebbe perso….Obbiettivamente una volta in piu la classe arbitrale si dimostra ridicola e non si capisce perche’ non debba essere messa la moviola in campo…..basterebbe che le squadre avessero l’opportunita’ di poterne usufruire almeno per 3 volte a partita a testa (non e’che si possa fermarci 20 volte durante una partita)…..naturalmente guarderebbe il filmato solo l’arbitro…..

    • Nel tennis per i grandi tornei l’hanno già messa da un paio di anni. Ogni giocatore può richiedere l’occhio di falco al massimo 2 o 3 volte per ogni set, ma se il giocatore richiedente il replay ha ragione la chiamata non viene contata. Quindi ogni giocatore può sbagliare fino a 3 volte. E’ chiaro che nel calcio è diverso perchè ci degli aspetti molto “discrezionali”, ma almeno si eviterebbero gli errori clamorosi.

  3. Ragazzi non meravigliamoci più di queste cose putroppo in Italia funziona cosi…IL Palermo deve ritornare in A e quando nn c’è la fà con i propri mezzi c’è sempre qualche aiuto dalla terna arbitrale… Se capitava a noi oltre al rigore c’è ne buttavano fuori 3 🙂

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here