Non è partita in 5a la prevendita dei tagliandi per la partita che si giocherà venerdi sera e che al suo termine vedrà la premiazione della squadra azzurra come vincitrice del campionato di serie B. Non si sono registrare le code dei primi giorni di vendita per la gara con il Novara ma ci sono comunque buone speranze di poter anche superare quelle 8600 presenze.

Al momento, sempre al lordo degli abbonati, siamo arrivati sui 5000 presenti. Infatti al momento si registrano circa 1500 biglietti venduti tra tutti i settori disponibili, con ancora disponibilità in tutti i settori con, ovviamente, la maratona inferiore e quella superiore centrale ad essere agli sgoccioli. Si potrà acquistare il tagliando anche il giorno della gara, seppur la raccomandazione sarebbe quella di evitare file dell’ultimo minuto che potrebbero pregiudicare un tempestivo ingresso allo stadio.

CONDIVIDI
Articolo precedenteSi chiude la “Scuola del Tifo” 2017/18
Articolo successivoDal campo | Lavoro differenziato per tre
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

115 Commenti

  1. il gemellaggio esiste…tra Ingrifati e Desperados….considera però Claudio che ormai loro pensano ai play off…..riguardo all’andamento della vendita dei biglietti…a questo giro non so proprio che dire….appelli sono stati fatti, sia dalla società, sia dal mister, sia dai giocatori…sui social si trovano da ogni parte inviti ad andare allo stadio…i prezzi sono stracciati…la squadra ha vinto a Brescia dando dimostrazione di impegno e di non aver mollato…ci sarà la premiazione con la consegna della Coppa….continuo a dire che il problema principale è che a Empoli gran parte della gente se ne frega altamente della squadra e delle sue vicende…o perché non si interessa di calcio o perché tifa per altre squadre….siamo pochi, pochissimi…c’è poco da fare…comunque vediamo se da qui a venerdì si riesce quantomeno a riempire la Maratona

  2. io sono convinto comunque che arriviamo a 10.000 ma non mi faccio seghx mentali , ho sempre e solo tifato per l’empoli , è un problema altrui se non riescono ad amare la squadra della loro città e del loro territorio , questa è la realtà più bella d’italia , lo dicono tutti , è un onore tifare per questi colori , c’è chi è contento di tifare i viola nonostante sono considerati dei campagnoli o per le strisciate che sono sempre più scandalosi, io mi tengo il mio splendido e unico Empoli

  3. Meglio una maratona inferiore piena che uno stafio fatto di gobbi fiorentini e tanto altro sudiciume!! Forza empoli

  4. i numeri sono questi per Empoli ed e’ inutile lamentarsi e basta …8000 presenze sono molte , ovvio se lavorasse di piu’ l Ufficio Marketing nelle scuole e nei paesi limitrofi come presenza
    (regalare 5000 magliette azzurre con il logo della squadra prodotte in Bangladesh alle scuole quanto costa > € 10000.00….sono investiti ) con la presenza dei giocatori a distribuirle e dare nel medesimo momento dei biglietti d ingresso omaggio ………sono investimenti a lungo termine , nelle scuole di San Miniato , S.Croce , Montopoli , Lamporecchio , Limite , Montelupo , Castelfiorentino , Certaldo cosi da coprire il distretto 0571 . finche ‘ non faranno questo le presenze non saliranno mai , ci vogliono anni ma darebbero frutti di sicuro

    • tu arrivi sempre dopo e comunque la scuola del tifo fa un lavoro eccezionale su tutto il territorio , ti dirò di più ci sono più tifosi azzurri accaniti nei paesi limitrofi piuttosto che ad Empoli , comunque sono convinto che se si giocasse sempre di domenica o il sabato sera l’empoli avrebbe 10.000 fissi come sempre

  5. Senza eccessi quando c’è da gioire, senza drammi quando c’è da soffrire: Empoli è questa. Empoli è così. Con i suoi pro (ambiente tranquillo, dove i giocatori possono crescere senza tante pressioni) e i suoi contro (tipo essere surclassati come numero dalle altre tifoserie, anche giocando in casa)

    Alla fine a me piace, Empoli.

  6. E’ stato fatto in passato Dippe….ricordo ad esempio nella stagione 2002/2003 in serie A che venivano distribuiti biglietti gratuiti in diverse scuole del circondario..

  7. Non è sempre così Dippe…conosco un amico il cui figlio, in quanto alunno di una scuola elementare del Circondario, è stato coinvolto nel progetto della Scuola del Tifo per due anni consecutivi…magliette, gadgets, incontri con i giocatori… Secondo te questo bambino ora viene portato allo stadio con continuità? Rispondo io: no…e sai perché? Perché il padre tifa per la Fiorentina

  8. Se non sbaglio a Bergamo per ogni bambino che nasce regalano il completo… li staccano il cordone ombelicale e ci attaccano il senso di appartenenza. Cmq anche a Empoli qualcosa è stato fatto… purtroppo ci vorrà molto tempo… non dico sia ovvio ma quasi il fatto che fino a 30 anni fa l empoli calcava solo campi di c e ogni tanto la b e quindi la gente di quelle generazioni tifavano solo il calcio di serie a. Io credo che il frutto del lavoro della scuola del tifo si vedra solo tra una decina di anni..magari mi sbaglio ma penso sia cosi. Basti vedere anche cosa succede in altre citta. A verona per esempio fino a 15 anni fa tifavano tutti hellas, poi con la crescita fino alla serie a il chievo da poche decine di tifosi è arrivata a qualche migliaia in quanto le piccole generazioni piuttosto che cresere con il tifo dell hellas in c o b tifavano chievo in a. Io la vedo cosi e non credo di sbagliarmi piu di tanto. Se l empoli continuera con la sua regolare stabikita tra a e qualche b credo che cresceranno numericamente anche i tifosi

  9. …io mi chiedo, ma i 14.000 che c’erano all’ultima partita nel 2013-14 con il Pescara dove sono andati a finire???

    • Li ha persi per strada la società, disintegrando con il genio di Ischia quel patrimonio di affetto costruito con fatica dal playout fino alla salvezza con Giampaolo.

      Con i prezzi stracciati “compri” solo degli occasionali che non hanno di meglio da fare quel giorno.

      Le doti comunicative dei Sarri, dei Giampaolo, dei Maccarone, ecc. hanno sopperito in passato dove è mancata l’abilità comunicativa della società, creando un legame emotivo con i tifosi che oggi, nonostante i risultati eccellenti e nonostante i giocatori siano bravissimi ragazzi, non c’è più.

      D’altra parte che questa società sia incapace di comunicare con i propri tifosi o non abbia interesse a farlo se non per dovere di facciata lo dimostrano i fatti.

      • Però se tiri fuori quella giustificazione mi costringi a trasformarmi in Forza Empoli e dirti che se è per quel motivo che la gente si è disamorata dell’Empoli che si fottino che di loro non ne facciamo niente.
        Tornando l’umile e semplice Nicola quale sono ti dico che il mio odio di fronte all’amore x l’azzurro è durato quella settimana che è intercorsa dall’apertura degli abbonamenti a quando ho sottoscritto il mio…
        Per cui anch’io quella gente faccio fatica a capirla..poi resto il solito tifoso che cerca di essere obbiettivo.
        Ma la passione trascende tutto..ricordatelo..

        • L’amore per l’azzurro non si discute, ma che tanta gente questa promozione la senta meno che in passato è un dato di fatto. E non parlo di occasionali, quelli nemmeno li considero, parlo di gente che viene allo stadio da 30 anni come gandalf, come me e tanti altri.

          Non ci prendiamo in giro: sarebbe stato lecito aspettarsi tutt’altro genere di cornice intorno ad una squadra che ha stradominato il campionato partendo da incognita. Invece ci sono spalti semivuoti…tutta colpa degli empolesi e basta? Via, se tiri fuori quella giustificazione mi costringi a trasformarmi in S’ostina 😀

          • Purtroppo c’è del vero in quello che dici.
            Quest’anno è stato fatto un lavoro eccezionale ma non è bastato per ripulire le scorie lasciate dall’autore di: “Chi ce l’ha più lungo se lo tira”.

          • E’ vero si quello che dice Aurelio The Grandpa. E’ l’unica spiegazione plausibile, e del resto io mi ci ritrovo in pieno. Amante della maglia ma troppo deluso da come è stato gestito lo scorso campionato per dimostrare affetto a questa società. Il tempo forse servirà a lenire le ferite e far ritornare più gente allo stadio, ma fino ad oggi ha prevalso la rabbia e la delusione per quanto fatto ed esternato dalla family. Io lo dissi più volte a fine anno scorso che molta gente se la sarebbe legata al dito. E così è stato. Sicuramente un’annata come questa aiuterà a ricompattare l’ambiente, ma di contro ci sono uno stadio che fa pena, gli orari assurdi delle partite, il tifo organizzato che non fa mai una coreografia, il meteo che non aiuta, i prezzi alti dei biglietti (in rapporto alla scomodità dello stadio e al fatto che la partita la puoi vedere dalla poltrona di casa). Chiaramente hanno fatto bene ad abbassare il prezzo a 2 euro, ma se la gente continua a disertare è ovvio che la colpa è solo dello scorso anno.

    • vedrete che con uno stadio decente , moderno e coperto i tifosi saranno in continuo aumento , a Frosinone si è passati da 5000 a 12000 fissi

      • Ancora con lo stadio? Che non sarà coperto visto che la maratona rimarrà tale e quale a com’è.

        Mi fate ridere: la gente deve venire allo stadio perchè spende poco, perchè si vede la A o la B, o perchè c’è lo stadio comodo…ma perchè tifa empoli ci viene più nessuno?!

    • Forse è un po’ come i 2500 di Monza (playoff 1996) o i 5500 di Modena (finale playoff 1996) o i 6500-7000 di Cremona 1997.

      Dopo anni di tribolazioni è più facile suscitare curiosità, emozione e smuovere persone.

  10. Credo che fra l iniziative da fare è rimettere su i vari Empoli clubs sia in città che nei paesi limitrofi. La vita del club deve promuovere il tifo con cene, vendita biglietti, gadget, incontri con la squadra ecc ecc. Non si possono lasciare soli i tifosi vanno stimolati

  11. Il problema sta nei comuni del circondario.. la società non sta facendo niente per attirare le persone allo stadio di empoli.. un bacino di utenza di 60000 persone abitanti nei comuni limitrofi… i giocatori non li portate solo a spicchio avane.. ma organizzate cene e riunioni in questi paesi.. bisogna muoversi così visto che siamo in serie a.. siamo messi male non abbiamo più una emittente televisiva locale.. PER VENDERE UN PRODOTTO BISOGNA FARLO VEDERE.prego rebecca corsi che è una ragazza molto capace e inteligente di muoversi in questa direzione.. anche il rifacimento del castellani può portare più gente allo stadio…

    • Ricordo un Empoli club “ponte a Signa” con visita di una delegazione della squadra capitanata da Johnny Ekstroem al bar del paese. Deunasega come son vecchio!

  12. Questo è vero: Una volta c’erano quattro o cinque clubs sparsi pè empoli e frazioni. Ora è rimasto solo quello dei Desperados. Inutile parlare di “unione clubs Azzurri”
    Quali?

  13. Scusate ma io che seguo l’Empoli da 30 anni vi dico: come mai nelle promozioni precedenti c’era il triplo della gente? I numeri sono questi? e i 16.000 con il Pescara 5 anni fa? Sarà che a questo giro molta gente, me compreso, la promozione la sente ma non come le altre, visto ciò che è successo lo scorso anno? Eppoi, anche se questa squadra a numeri strabilianti, non ci sono giocatori e mister di carisma che trascinano come i vari Spalletti, Sarri, Baldini, ecc.

    • Esatto, lo stesso concetto che ho cercato di esprimere. Purtroppo hanno il chiodo fisso di “comprare” la piazza coi prezzi stracciati, non capiscono che il tifoso non cerca l’elemosina del biglietto scontato ma un ideale sportivo in cui riconoscersi. Questo aspetto è andato perso e l’EFC si manifesta per quel che è…normale che chi non tifa la maglia per affezione storica, alla fine si stacchi.

    • Perché venivamo da 8 anni di serie B ….e non da 3 anni di serie A ….le persone sono assuefatte e senza fame non si mangia si ha la pancia piena Di base Empoli ha 6000 tifosi assidui il resto sono sportivi che vengono a vedere la serie A ad Empoli tifando quando si ritrovano allo stadio , sono di tante zone intorno ad Empoli e non empolesi ( tantintifano Juve e Fiorentina qui) Questi vanno acquistati come tifosi e non come sportivi , tanti abbonamenti in serie A sono della zona pisana e pistoiese confinante. Da Montopoli a Empoli ci sono 18 minuti e vedi la serie A. Da Prato 30 minuti e sei a Empoli ….allarghiamo le veduti i tifosi futuri sono anche e sopratutto li

  14. in effetti tutto molto strano…..i 16 000 della serata col Pescara tutti volatilizzati??? Quest anno è stato il piu’ bell empoli di sempre e poi c è anche il trofeo da alzare al cielo e i prezzi stracciati….boh. I tifosi empolesi dovrebbero aumentare e invece…secondo me ci sono 2 aspetti….la tragicomica retrocessione dell’ anno scorso che ha lasciato il segno e secondo me anche la crescente rivalita’ coi viola. Prima molte persone e molti ragazzi tifavano sia viola che empoli . Certo vedere lo stadio vuoto per la festa farebbe tristezza….. a cosa serve costruire uno stadio da 20000 se poi le presenze saranno sempre le stesse 7-8000 in a e 4-5000 in b. Ricordo con rimpianto i tempi passati con stadio pieno…..

  15. Come dicevo prima.. bisogna allargare la visibilità.. altrimenti con empoli e sovigliana.. e siamo questi.. lavorare partendo dalle scuole dei comuni del circondario regalando magliette.. coinvolgendo le famiglie dei ragazzi con abbonamenti tipo.. entra quattro paga due.. il problema è se non facciamo iniziative in questo grosso bacino di utenza.. saremo sempre gli stessi………

  16. Non mi sembra sia solo Empoli comunque. Fra social e ammazacervelli vari se togli qualche realtà tipo pisa mi sembra TUTTO un mortorio in italia e per tutto dove conta solo esaltarsi x avere il SUV la MINI e ciuccate varie. Frequento altre realtà e vi garantisco al di fuori è anche molto peggio!!!!

  17. Intanto col Pescara eravamo 14000 non 16. ma comunque la differenza sta che allora venivamo da 7 anni senza serie A e col cacozzo del play out col vicenza. C’era fame, voglia di Empoli da aprte di molti, anche di una buona fetta degli occasionali che dopo hai portato (molti x i prezzi bassi) come abbonati a 7000 in serie A. Mai era successo di dover espropiare gli ospiti dalla curva sud x darla a noi empolesi. Ora dopo un solo anno di B sei subito (tra virgolette ovviamente) tornato su eanche alla grande, alla fine non c’è nemmeno stato il patos finale tra salgo, non vo ai play off, non mi sorpassano. E la gente non gli interessa. Gli occasionali ormai hanno fatto la bocca all’empoli in A

    • Un pò quello che dici riguardo all’assuefazione è vero, ma è vero anche ciò che dico io, perchè anche nelle promozioni precedenti a quella di Sarri i numeri erano ben altri. 14 o 16 poco importa, lo stadio era tutto pieno, a parte la laterale sud con 50 pescaresi

  18. forse e’ proprio questo, per esempio Frosinone ha 48.000 abitanti come Empoli ma ha una provincia intorno che si sente coinvolta, una provincia che a Empoli non esiste….

    • Che esiste commeprefizzo telefonico e come punto di riferimento in Empoli per scuole , stazione ferroviaria ed altro da sempre ….che non e ‘ mai stata sfruttata come colonizzazione e continuare a non farlo è sbagliatissimo Fare Co marketing con i Lupi Volley x la zona di S.croce e Castelfranco ….fare pacchetto 2 abbonamenti al prezzo pieno in Tribuna con 2 per i bambini gratis x le aziende ( concerie ed il resto del circondario) ….un lavoro faticoso ma lungimirante porterebbe a risultati notevoli ….con pochi investimenti da parete della società

  19. Eppoi ragazzi confrontate Maccarone e Caputo (parlo a livello di carisma, non tecnico): c’è un abisso… e così per molti altri giocatori….

  20. Gandalf probabilmente hai la memoria corta…ti ricordi Empoli-Arezzo, penultima di campionato della stagione 2004/2005, quella della promozione con Somma? Fu la partita che sancì la matematica promozione ed era pure un derby…sai quanti eravamo? Circa 9000 con la sola Maratona piena piena ed un po’ di persone in Curva Nord…numeri pressoché uguali a quelli di Empoli Novara di quest’anno…nel 2014/2015 eravamo così tanti perché, come giustamente osservato da Massy, venivamo da 6 anni di B, sei anni in cui eravamo passati dallo sfiorare l’abisso ad una finale playoff, per poi conquistare la promozione…a tanta gente interessa solo la massima serie…dopo tanto tempo che non la vede, come in quell’occasione, non appena ne risente l’odore rispunta fuori…la promozione di quest’anno, per quanto magnifica, “non fa notizia”….quanto al carisma dei giocatori, non puoi fare paragoni tra gente che è a Empoli da appena un anno e calciatori che hanno militato nell’Empoli per varie stagioni…sul fatto che Caputo non abbia carisma poi, consentimi di dissentire

    • Ma col Genoa, al turno in casa precedente, eravamo 13.000…quest’anno nemmeno a portarcela a forza la gente dentro lo stadio facevi numeri simili.

      • Anche te hai una memoria da elefante vedo…con il Genoa ci invasero qualcosa come 10.000 bresciani tanto che la Tribuna Inferiore pareva la gradinata sud di Marassi…ma di cosa vogliamo discorrere!!!?

    • Esatto per me ha molto più carisma caputo, sempre felicissimo sempre a cercare i compagni per festeggiare… ed è arrivato 9 mesi fa!!

  21. Il problema si chiama sky..e la comodità di potersela vedere tranquillamente in tv …ecco perché ce’ stato il calo dei tifosi negli stadi..

  22. Ringrazio i cannoli e i tifosi e simpatizzanti d Italia..abbiamo bisogno di voi.
    Pochi ma boni. E poi io vivo sempre in minoranza

  23. Comunque vediamo come procede…nella speranza che di qui a venerdì sera più persone possibili possano convincersi a venire a sostenere l’azzurro

  24. A me non mi interessa chi c’è o chi non c’é è pur sempre venerdì sera..la gente lavora o magari non gliene frega nulla dell’empoli Ma è anche giusto così alla fine non c’è solo il calcio..accontentiamoci di chi c’è

  25. Come vu siete uggiosi.. Voi non fate i conti con la piccolezza di Empoli. Portare 10 mila tifosi allo stadio ad Empoli equivale a portarne 100 mila allo stadio a Firenze… E le nane piu di 30 mila è difficile. Godiamoci la promozione, godiamoci il bel gioco, godiamoci questo gioiellino e non facciamo sempre polemica.

  26. E’ normale che i 14mila della serata con il Pescara rimangono un fatto unico, non si può mettere in paragone…li c’era una escalation incredibile di 3 anni, dai playout, ai playoff e comunque in quella partita (di venerdì sera) dovevamo comunque vincere o comunque non perdere secondo l’andamento della nostra inseguitrice…si creò un discorso particolare e appunto unico!

    Certo aspettarsi almeno 8mila persone è comunque auspicabile e credo che ci arriveremo.
    La scuola del tifo è un grande investimento per il futuro e ce ne renderemo presto conto se la squadra riuscirà a fare almeno un altro ciclo vincente in serie A.
    Non sono d’accordissimo sul discorso del tifo familiare…quando si è bambini a Empoli si è attratti anche dalla squadra del padre o nonno, ma si è facilmente affascinabili se la squadra gioca a buoni livelli di serie A/B e si è coinvolti in varie iniziative, si crea un circolo virtuoso che magari ti porta ad innamorarti anche più in la negli anni quando comunque hai 15/16 anni e allo stadio inizi ad andarci con gli amici e non con i genitori o nonni.
    Io quando ero piccolo avevo un genitore che era diviso tra Fiorentina ed Empoli, come tanti della mia generazione di quasi quarantenni e il mio babbo mi portava a vedere l’Empoli, ma anche a vedere la Fiorentina ogni tanto, ero tifoso di entrambe e non mi facevo problemi all’epoca…lo scatto per diventare solo azzurro lo ebbi nel periodo Spallettiano, inziai ad andare allo stadio con i compagni/amici di scuola quando davano i biglietti appunto gratis nelle scuole e da li mi abbonai rimasto estasiato dal clima che si respirava allo stadio nella serie C e B e da li mi abbonai, a Firenze in quella magica trasferta del 2-1 mi accorsi che il mio amore era solo per l’Empoli e da li della Viola non me ne sbatte proprio nulla, solo Azzurro!
    Ma è proprio da iniziative del genere che si attinge il nuovo bacino di tifosi…!

  27. A parte i soliti 3000, che ci sarebbero sempre, comunque e dovunque…qualcosa si è rotto. E dice bene chi parla di una scarsa attenzione e comunicazione da parte della società che dimostrato con i fatti un distacco ed una boria che con la storia di Empoli poco ci incastra. Quest’anno non ho letto su PE, d da altre parti, un’intervista a questo nuovo dirigente arrivato da Milano con la verità in tasca. Accardi, dai, in estate c’era gente che lo voleva a testa in giù… poi i risultati qualcosa hanno fatto ma la gente (escludo quei tremila di sopra) fa fatica ad identificarsi in questa società sempre più “figlia di papà” e con giocatori forti ma di scarsissimo carisma.

    • Ma ti rendi conto di quel che scrivi?
      Mi spieghi come possono giocatori “di scarsissimo carisma” DOMINARE la Serie B come hanno fatto da gennaio in poi?
      Se poi vi sta antipatica la società, signori, ca**i vostri, e scusate il francesismo: s’è fatto 20 anni tra A e B, con ultimamente più la prima che la seconda, abbiamo avuto la gioia di vedere la nostra squadra assaporare il contesto europeo, e voi vi lamentate per un paio di annate sballate? Perché non hanno mai intervistato il Butti? Perché vi sta per qualche motivo antipatica la povera figliola del Corsi?
      Bah.

      • ….si la squadra di figli papa’ …il dirigente che parla 5 lingue e sa’ tutto lui….sta’ sulle P@lle questo ….vorrebbe i barbudos al comando e tutti felici

  28. Purtroppo è una questione di semplici proporzioni. Se hai 50.000 abitanti è dura portarne 15.000 allo stadio. La cosa incredibile della nostra società è che, dal presidente, agli azionisti, fino ai tifosi siamo tutti Empolesi. Se penso a quello che è stato fatto negli ultimi 30 anni mi vengono i brividi. Siamo un mezzo miracolo sportivo. Di questo sono fiero. Della dimensione umana e reale che è rimasta qui da noi nonostante il mondo sia cambiato in maniera pazzesca. Tutto questo mi fa sentire oggi a quasi 50 anni come quel ragazzino che seguiva la squadra con la spensieratezza e l’incoscienza dell’adolescenza. Felice di un altro bel capitolo di storia che abbiamo scritto ….

  29. Si fa ridere avoglia di fare discorsi e poemi….citta di 50.000 abitanti e paesi limitrofi non può presentarsi a una festa promozione in 6.000 è ridicolo e basta!!

    • Non è vero nulla sennò a Firenze dovrebbero essere sempre in centomila, in ogni città è difficile che venga superato il 10% di popolazione allo stadio quindi siamo in linea e forse anche di più!

      • Ma siamo in linea una sega!!!!Ma basta con la proporzione abitanti….ce Bergamo ha 100.000 abitanti e sono sempre 20.000 a tutte le partite…un c entra ma sega gli abitanti un si sta dicendo di esse 15.000 ma nemmeno 5.000!!!!

  30. A Empoli il senso di appartenenza ce lo hanno in pochi.
    Empoli non riesce a creare quell’orgoglio e quel sentimento comunitario che invece altri posti riescono a dare (fucecchio è la metà di Empoli ma c’è tutt’altro modo di sentire la città).

    Anche la scusa dei 48000 abitanti è una bufala… sovigliana cosa è? non rientra ufficialmente nel comune ma son più di 10000 persone che di fatto sono empolesi… aggiungici i 7000 di limite e capraia e i 14000 di montelupo e siamo già a 80000 persone…
    non siamo piccoli come vogliamo dipingerci.

    • l’Empoli calcio avrebbe potuto creare un collante o un motivo di orgoglio e avvicinamento ma non c’è mai riuscito fino in fondo.

  31. Motivo di orgoglio?? Cazzo, una società stimata in tutta Italia, con un settore giovanile che ha sempre sfornato talenti, da più di 20 anni tra A e B, trampolino di lancio per ottimi allenatori e calciatori nonostante un patrimonio che è un quarto di quello del Sassuolo non basta come motivo d’orgoglio? Se Empoli non è capoluogo di provincia e manca il senso di appartenenza alla città è colpa dell’Empoli calcio?

    • Se in quello che ho scritto hai capito questo….non c’hai capito proprio niente.
      Io non ho dato colpa all’empoli calcio di niente.
      Ho detto che non c’è senso di apparteneza verso Empoli in generale.
      L’Empoli calcio potrebbe essere il collante ma non lo è.
      Non è un accusa ma una presa d’atto di una situazione oggettiva.

      • Empoli non ha mai fatto del collante la sua prerogativa , o dice la storia , Vetrerie ed aziende di abbigliamento invece di fare gurppo e sistema si sono scannate per i prezzi al ribasso finendo per dissolversi….in Ns DNA e’ questo .

  32. Verissimo Empoli è piccola …ma Vinci, Montelupo , Capraia e Limite oserei anche San Miniato sono attaccate a Empoli ..potrebbe essere la solita città ..come tra Firenze Novoli e Firenze Bagno a Ripoli, se pensate che nella zona di San Miniato e Santa Croce ci sono tante persone che vanno a vedere il Livorno o il Pisa evidentemente il problema se lo deve porre per primo la società che non riesce a coinvolgere o ha creare un adeguato marketing…è anche vero che il Venerdi alle 20,30 è da considerarsi per molti ancora giorno lavorativo non tutti hanno la fortuna di staccare alle 17,30/18,00 e poi il Sabato mattina i bambini vanno a scuola ..insomma è anche il “mondo calcio” che fa di tutto per respingere il tifoso allo stadio ..questa partita non avendo più nessun interesse di classifica se si voleva favorire l’afflusso del pubblico la si poteva giocare sabato alle 18 o alle 20,30 se non addirittura Domenica alle 15,00 cosi anche chi magari è meno Fidelizzato poteva approfittarne per godersi uno spettacolo ” diverso” dal solito in tranquillità e passare magari anche con la famiglia una giornata diversa … io per esempio lavoro fuori Empoli e se va bene come sempre di venredi e di Lunedi Vedro si e no il secondo tempo… ma io sono abbonato e vedo l’empoli da 45 anni … ma a che ne frega il giusto sta a casa e magari la partita la vede in TV…

  33. Tanta gente,se non critica a prescindere,sta male.Io son totalmente d’accordo con quello che ha scritto Forza Empoli.La verità è che tanta gente,anche qui da noi,tifa per altre squadre e che i 14mila col Pescara erano figli di altre ovvie circostanze.Quest’anno non c’è la “fame” di altri anni perché ormai l’assuefazione alla A è evidente.Nel’96 per rivedere la B in quanti andammo a Monza e poi a Modena? L’anno dopo in quanti a Cremona? Prima della cavalcata di Sarri venivamo da anni di B,anzi l’anno prima,ad una parata dalla serie C.Di cosa si ragiona,davvero? È ovvio che se,per esempio,il Pisa dovesse un giorno festeggiare la A,gli ci vorrebbe 3 Arene.Ma son quasi trent’anni che non la vedono e son passati da peripezie di ogni tipo.Non ci vuole l’algebra per capire certe dinamiche.

  34. Te sei dello zoccolo duro! Io sono dello zoccolo duro! Godiamo di quello che abbiamo senza stare a giudicare i tiepidi o gli occasionali. Godiamoci la grande festa di venerdì e questi splendidi ragazzi. Senza amareggiarci coi calcoli e con le percentuali…..
    Sarebbe bello esse di più, allo Stadio. Chiaro. Ma un se ne deve fà una fissazione, secondo me.

    • Infatti a me non importa niente in quanti saremo a festeggiare.Fossero questi i problemi della vita.E’ solo che in tanti commenti leggo solo e sempre la voglia di criticare,sempre e solo per il gusto di farlo.Spesso senza nemmeno contestualizzare le cose.

  35. La colpa è sicuramente di una Società, prima in assoluto come competenza calcistica, ma ultima come considerazione dei propri tifosi.
    E’ inutile stare a girare intorno al problema che è chiaro, lampante: la “BUFFONATA” dello scorso anno fatta a scopi esclusivamente di interesse personale, è costata molto in termini di disaffezione della gente. Personalmente conosco almeno una decina di persone che l’anno scorso erano abbonate, come me, in maratona superiore, che quest’anno non solo non hanno rinnovato l’abbonamento, ma non vengono neppure allo stadio.
    Parlavo proprio ieri con uno di questi. Ora guarda comodamente le partite in TV (non tutte) e mi ha detto testuale:”non c’è bisogno della mia presenza allo stadio, sanno bene da soli come fare i propri interessi”.

    • e questi sarebbero tifosi dell’empoli ? ma fammi il piacere… essere tifoso di una squadra va oltre una stagione andata male, va oltre alla serie A oppure B oppure C, è altro te lo assicuro io, quando si pretende una categoria, quando si insinuano delle retrocessioni volute, vuol dire che la passione viene meno e quindi è meglio starsene a casa.
      FORZA EMPOLI.

        • sta a casa non per la buffonata dell’anno scorso ma perchè non ha la passione cla quale fa la differenza, chi crede nell’empoli chi ha la passione azzurra non pensa che la partita di Palermo sia stata voluta e quindi viene allo stadio.

  36. Io penso che dalle presenze a Modena per i play off contro il Como di 20 anni fa alle gare di oggi esistono abitudini diverse per esempio si possono seguire le partite in streaming dal cellulare etc senza contare il ricambio generazionale e culturale con gli immigrati che sono arrivati. Per quello le presenze allo stadio son rimaste le stesse. Mi ricordo Empoli Napoli nell 88 che arrivai allo stadio alle 12 e la partita iniziava alle 16 o Empoli Verona nell 86 con lo stadio quasi pieno però allora potevi vedere solo la síntesi su 90 minuto.

  37. Caro Biancazzurro tu confondi l’annata andata male (cosa molto possibile e normale per un bacino d’utenza come Empoli) con l’annata voluta far andare male, per interessi propri.
    La serie A ,B , C , non ha importanza. L’importanza è sentirsi presi per il culo.
    In quanto a starsene a casa, come vedi, è quello che tanti hanno cominciato a fare perchè non tutti la pensano come te. Speriamo che qualcuno cambi idea. Se l’ha fatto “nostradamus” è possibile che avvenga anche per altri. Personalmente sono rimasto attaccato all’azzurro ma non alla Società.
    Quindi per me è sempre: FORZA AZZURRI.

    • Ognuno la pensa come vuole ci mancherebbe, non mi sembra che tante persone se ne stiano a casa, a breve sarà aperta anche la curva nord … quindi per i numeri di Empoli ci siamo, per quanto riguarda la presa per il culo dico soltanto che il giorno in cui penserò che hanno venduto una partita o addirittura un campionato smetterò per sempre di andare allo stadio, va contro i miei principi e a quello che voglio insegnare ai miei figli, io credo nella buona fede di chi in questi ultimi 25 anni ha lavorato per l’Empoli con i suoi sbagli e con le sue cose indovinate, aggiungo che in tutto questo tempo chi ha lavorato nell’empoli ha fatto anche i miei interessi di tifoso perchè se non sbaglio fare 13 anni di serie A, una partecipazione alla COPPA UEFA, settore giovanile al top, STADI… sono esattamente i miei interessi di tifoso e non era certo scontato.

  38. Se sanno bene da soli come farsi i propri interessi, se davvero il calcio, anche a Empoli, è tutto una macchinazione, un sotterfugio, un piano ordito, quelli che ritengono ciò non dovrebbero più interessarsene…il che non vuol dire solo disertare lo stadio, ma proprio non seguire più questo sport…e invece poi guardano le partite da casa, prima o poi ritornano allo stadio, gioiscono per la promozione in A della squadra…coerenza, questa sconosciuta

  39. Credo che in parecchi messaggi che ho letto ci sia del vero…quoto con tanti di voi. La cosa che critico di piu’ ai miei concittadini e’ questo famoso senso di appartenenza..che veramente lascia a desiderare. E lo si vede (come ho gia detto altre volte), da tante piccole cose e dettagli. X esempio assenza di vessili e bandiere svolazzanti in citta’ (nonostante la promozione), assenza di vessili o gagliardetti a giro per negozi vari o bar(nonostante la promozione), il poco successo che hanno i gadget sull’ Empoli che troviamo (finalmentre) a giro per negozi e edicole…tanta gente che viene al castellani che pensa piu’ a vestirsi in modo fighetto piuttosto che mettersi addosso qualcosa di azzurro…etc etc. E questo e’ questione di Dna…purtroppo l’Empolese in genere (a parte i soliti noti), e’ “apatico” x natura e poco passionale…ci fai poco. Il resto lo avete detto tutto voi…

  40. Inutile dire che chi ha vissuto la prima promozione in serie A, le prime “trasferte” a Firenze a Pistoia, la primissima al Castellani contro la Roma sotto un diluvio universale e con un Euro gol di Della Monica, la prima trasferta vera a Firenze, con il rigore di Casaroli, la sconfitta con l’Avellino in casa, prime lacrime vere versate per questa squadra e poi la gioia di Como e poi potrei citarne miliardi di momenti significativi, il gol di Caccia contro il Monza che ci porto in testa alla serie b e la successiva trasferta di Licata che segnò la fine del sogno, lo spareggio, le seconde lacrime versate, e poi la serie c anni gioiosi e divertenti all’età giusta, le trasferte, le partite in casa dove partiva la canzoncina di Zamuner come G-Robot, Ma chi è ? Ma chi è ? è Zamuner è Zamuner !!!! fino a Monza per la coppa italia, una domenica di maggio, forse aprile a mille gradi, il ritorno , la prima coppa !!! e poi la promozione, Modena ! e poi la cavalcata trionfale e poi Cremona !! e poi via via mille altre partite, le più significative ? Zurigo e quella sera di Giugno quando eravamo a 20 minuti dalla serie c ed avevamo una montagna davanti altissima ! e piano piano l’abbiamo scalata e mentre stavamo per mettere la mano sulla cima, Signorelli stacca un’aggancio,………… per fortuna niente di grave riprende la scalata e si arriva in cima e dà lì che è ripartito lo spirito, come ripartì dal palyout con l’Alessandria dove ci salvò se non ricordo male Vincenzino !!! CI VUOLE APPARTENENZA !!!! lo spirito d’appartenenza, tutti gli episodi che ho descritto li ho vissuti perché mi sono sempre sentito EMPOLESE, ma non crediate che tutti lo sentano. E comunque in una paese di 48.000 abitanti portarne 8.000 allo Stadio è un successo stratosferico è come portarne 15 mila a Pisa, tanti lo citano giustamente o 63 mila a Firenze o 460 mila a Roma , insomma siamo in linea. Poi che si possa aumentare è lecito, ma bisogna vivere lo Stadio e per far questo bisogna che lo Stadio sia accogliente. Oggi non siamo come all’inizio di questa storia, che non esisteva Sky, la tessera del tifoso ed il biglietto nominale, appellarsi per andare presto allo stadio a chi c’era quel giorno col Napoli fa ridere di gusto, io partì di casa alle 10 !!!!!! si giocava alle 14…….concludo dicendo, che io non sono mai stato tra quelli che hanno anche fatto a schiaffi, per questi colori, loro si che lo spirito ce l’hanno….

    • …l ho vissuti tutti anch io e ne sono felice , emozionarsi e’ la cosa piu’ bella del mondo e dovrebbero viverla sopratutto la nuova generazione che e’ molto piu’ triste e confusa . Noi siamo cresciuti a SUBBUTEO e calcio balilla al Bar tra bestemmie e vecchi che giocavano a carte fumando…..pane e salame e scalate dalla C alla serie A. i ragazzi di oggi la serie C non l hanno mai vista , le Punizioni di Papis e le sgroppate di Cappotti , i goal di Meloni ed il primo Novellino che si ruppe la mano scazzottando la panchina , le legnate in tribuna numerata con le sedie di legno dove toglievi i manici e quando veniva la Salernitana era una gazzarra tra signori in abito in tribuna con il sangue caldo…..adesso hanno lo spirito dell IPHONE nel sangue

  41. sangue o non sangue è stata una stagione divertente, con un buon gioco e una coppia da record chi non si era abbonato si è perso partite bellissime. poi lo sappiamo che ancora oggi al castellani si sente parlare tantissimo di Juve ,Inter e calcio amatoriale.

  42. Concordo con molte considerazioni ed avendo vissuto allo stadio, quasi tutte le partite degli ultimi 40 anni (quando eravamo in tribuna inferiore lato nord, poi nella laterale nord in occasione di Empoli Paganese con il compianto Giampiero Vitali, fino ai giorni attuali) ritengo che nonostante la percentuale/abitanti, le Tv, gli orari, ecc, avremmo dovuto avere molti più tifosi residenti in Empoli. Salvo le iniziative estemporanee dei 2 €, la società negli anni è mancata completamente in una lungimirante politica di avvicinamento dei tifosi. Inoltre la stragrande maggioranza dei ns. concittadini non è per niente “Orgogliosa di Essere Empolese” e questa mancanza di senso di appartenenza si evince non solo nel calcio. Anche quando ci sono manifestazioni importanti (ludicomix – mercato internazionale ed altre iniziative), queste sono spesso snobbate dagli empolesi e la grande presenza di persone è costituita da chi viene da fuori.
    Spero per la squadra e per gli innamorati come me, in una discreta presenza di pubblico, ma purtroppo non mi faccio illusioni.
    Obbligatorio presentarsi con maglia azzurra e chi non la possiede al max. bianca, inoltre cortesemente portate le n. 20 bandierine che si vedono raramente esposte alle abitazioni.
    Non oso pensare come saremo buffi se un giorno costruiranno uno stadio da 20.000 posti con curve da 5.000. (Si potesse farei uno stadio nuovo da 10.000 posti, con 8-9 mila abbonati ed un settore ospiti, come a Brescia, da 1.000 posti)
    BuonA serie A a tutti !!

  43. Ragazzi avete tutti ragione,ma quello che conta è il cuore dei veri tifosi empolesi,pochi ma buoni come voi,e ricordatevi che siete meravigliosi, e chi ha cuore non deve andare ad elemosinare il tifo . Grazie per tutto quello che fate per l’Empoli F.C.
    P:S: Rivogliamo speaker allo stadio Alessio Cocchi
    Ora e sempre e solo Forza Azzurri

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.