Athos BagnoliIl Presidente del centro di coordinamento, Athos Bagnoli, ha parlato questa mattina attraverso le pagine locali de “La Nazione”. Argomento principale, ovviamente, quello del nuovo mister, argomento sul quale Bagnoli ha le idee molto chiare

 

Giovanni è uno di noi, se se la sente siamo tutti con lui. Martusciello potrebbe rappresentare una sorta di continuità con quello che e stato fatto negli ultimi anni, i rischi ci sono ma sono soprattutto per lui.  È tanto che lavora per l’Empoli e sono convinto che potrà fare bene, se questa sarà davvero la scelta della società e se lui sarà convinto di assumersi questa  responsabilità noi lo sosterremo, per quello che ci ha fatto vivere resterà sempre nei nostri cuori.  Quello che si è concluso è stato un anno straordinario con la ciliegina sulla torta arrivata in occasione della vittoria nel derby, un anno in cui abbiamo conosciuto un grande allenatore che alla sua partenza ha fatto commuovere molti tifosi.”

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteMercato Azzurro | Si guarda ad un portiere
Articolo successivoZOOM | Rugani e Tonelli: due errori grossolani dei media nazionali
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

29 Commenti

  1. Parole giustissime Athos.
    Specie quando dici che «i rischi ci sono ma sono soprattutto per lui».
    Ovviamente si tratta di una scelta “di vita” perché è evidente che Martusciello allenatore segnerebbe un punto di “non ritorno”, sia in caso di esonero, ma anche di salvezza, perché certo Giovanni, dopo, non potrebbe più essere “l’uomo dell’Empoli”, ma un allenatore in rampa di lancio…

  2. “Siamo tutti con Martusciello”…ma tutti chi…parli per sé stesso ed eventualmente per gli iscritti a quei club che fanno parte del Centro di Coordinamento.

      • Il Centro Coordinamento, a parte coloro che lavorano nell’oscurità in modo permanente, è stato ed è tuttora una rampa di lancio verso televisione e notorietà locale per vari usi e consumi personali. Insomma quando Athos andrà in pensione prevedo un gran bello “sgallinare”…

        • il cursus honorum prevede.

          – almeno 1 abbonamento nella vita
          – tessera del club
          – spionaggio informale

          dopodiché diventi informatore ufficiale della ps

  3. cioè…fammi capire: Chi come te avrebbe voluto un altro allenatore remerà contro e contesterà tutto l’anno Società, Squadra e Martusciello?

  4. …basta che non si porti dietro nessuno della sua vecchia squadra…..ci siam capiti..perchè sennò quella panchina la piglio a sputi.

  5. Marusciello deve continuare a fare il secondo. Poi tra qualche anno e magari con un po di esperianza su qualche panchina se ne riparla. La meritrocazia è un grande valore………..

  6. A mio avviso è una scelta inopportuna. Inoltre sarebbe bene di farla finita di parlare “a nome dei tifosi” o “a nome della maratona” o a nome di “tutti”. Ognuno parli solo per sé o per chi formalmente rappresenta.

  7. Sopratutto x la prossima stagione……L’Empoli ha bisogno di un allenatore sconosciuto all’ambiente e di esperienza, che possa lavorare senza pressione e senza l’obbligo di dover dare scusanti alle eventuali amicizie, ma di poter dare nuovi stimoli, sempre con il fiato sul collo, creando competizione in un gruppo che sicuramente sara’di giovani.

  8. forse intende i veri tifosi quelli che ci sono sempre nel bene e nel male non parla certo per voi criticoni che sapete tutto e scrivete su pe

  9. L’Empoli ci apparecchia da trent’anni una tavola favolosa, ma noi si brontola sempre perchè manca i’caviale…..

    che tristezza!

  10. Già me lo immagino il lampione vicino al centro di coordinamento trasformato in un minareto dal quale chiamare a raccolta i fedeli al grido di: “Bellu guajone u akbar! Bellu guajone u akbar!”…e chi non si inginocchia nella direzione di monteboroh, 20 nerbate o un selfie con le bellone!

    Claudio invece può fare l’imam: lui sa cosa è giusto, cosa è davvero da empolesi…sarà la nostra guida spirituale nell’attesa della venuta del profeta Lapadula.

    tifoso Empoli ricopre bene il ruolo del pasdaran: difende l’ortodossia e sa cosa è giusto e sbagliato pensare.

    L’enegan stadium sarà poi la nostra nuova e grande moschea in cui venerare l’unica autentica divinità empolese!

  11. Bravo Claudio…quoto in pieno. Ma i motivo e’ sempre i solito…chi aspetta i caviale non sono i genuini come noi, ma gli strisciati vestiti di azzurri.

    Change stadium please…we haven’t need you

  12. Ti compatisco. E in qualche modo ti comprendo: Settimane, mesi, anni a fa’ l’avvoltoio, i’gufo, la jena aspettando i mali dell’Empoli e invece, ogni volta, o promozione o salvezza. Normale che tu ti voglia sfogà a codesta maniera…..

    • Grande imam claudio, riporta me e gli altri infedeli sulla via dell’ortodossia! Aiutaci a vedere la luce e insieme inneggeremo al nuovo profeta Lapadula inginocchiandoci (scansando le cacate di piccione) sui nostri seggiolini in maratona!

      Mostraci cosa è giusto!!!

      Non abbandonarci al S’Ostinanesimo!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here