A Stamford Bridge, nella seconda semifinale di Champions League, Blues subito avanti al 9′ con uno strepitoso tiro al volo di Essien da fuori area. Pareggia Iniesta al 93′.

Il risultato si sblocca dopo appena 8′ e spiccioli: è un gol strepitoso quello che segna Essien con un tiro al volo di sinistro da fuori area. E tutto il primo tempo è dominato dalla squadra di Hiddink, pur senza fare possesso palla. I Blues hanno fallito almeno altre due clamorose occasioni.
E anche la ripresa si apre all’insegna del Chelsea, che con Anelka e Drogba costruisce una limpida occasione per il raddoppio, sventata da una gran parata di Valdes. Al 21′ della ripresa il Barcellona resta in 10 per l’espulsione di Abidal (fallo da ultimo uomo). Ma il Barcellona pareggia all’ultimo assalto, al 93′, con un gran tiro da fuori di Iniesta.
Gravi errori da parte dell’arbitro Tom Henning Ovrebo  (arbitrò l’Italia contro la Romania, nella partita del secondo turno del girone C di Euro 2008, durante la quale annulla, su erronea segnalazione di fuorigioco da parte dell’assistente norvegese Jan Petter Randen, una rete realizzata da Luca Toni nel primo tempo, suscitando le critiche della dirigenza italiana. Lo stesso Ovrebo il giorno successivo ha ammesso l’errore ed è stato poi sospeso dalla UEFA per il prosieguo del torneo) che nega 3 rigori netti al Chelsea.
G.M.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here