Abbiamo avuto già modo di parlare della situazione di Filippo Boniperti, una situazione che su tutto vede il giocatore non riuscire a venir fuori da un infortunio che doveva smaltirsi in 20 giorni e che invece, dopo una prima fase terminata a metà settembre, ha visto una ricaduta. In mezzo a tutto a questo, il giocatore ad Empoli lo si è visto per meno di un mese, dato che la Juventus lo ha sempre richiamato alla base per le cure.

 

Ci eravamo già espressi anche sulla situazione, sicuramente ambigua, di come la società bianconera si sia sempre messa di traverso, specificando che il giocatore è suo e volendolo a tutti i costi a Vinovo e non a Empoli. In un primo momemento (non vogliamo certo mettere cose in bocca ad altri ma è cosi) anche la socità azzurra aveva fatto trapelare il proprio malcontento, rientrato poi visto che Filippo sembrava ristabilito e quindi alla fine arrivato ad Empoli. Adesso però, risiamo punto e da capo.

 

Il ginocchio è nuovamente infiammato e la storia recente lo sta rivedendo nel capoluogo piemontese per le cure del caso. La storia recente vede però la società azzurra nuovamente ad un bivio, che potrebbe essere quello di andare verso la rinuncia al calciatore, un calciatore mai inserito nel progetto tattico di Sarri e che (certo non per colpe sue) non dimostra nessun attaccamento alla maglia. Se in più mettiamo che la rosa dell’Empoli è fin troppo ampia ed uno snellimento sarà cosa naturale, il gioco è fatto.

Certo, prima di gennaio non si muoverà una foglia, ma di quei a quel peridio, quello che riaprirà il mercato e di conseguenza gli scambi dei giocatori, la società empolese e quella bianconera si incontreranno e parleranno di Boniperti che, salvo particolari novità, torneraa del tutto in seno alla Juventus, facendo dell’esperienza azzurra un flebile ricordo per tutti.

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTegola Saponara? Speriamo di no, ma lui esce in barella
Articolo successivoTV | L'ultimo Empoli-Grosseto
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

11 Commenti

  1. Se fossi al posto di carli farei le seguenti mosse:
    Via dossena, romeo scambio con stovini, regini con de vito, camillucci per richiamare guitto , croce con siligardi, cori con csputo del bari e per rendere piu credibile la cosa prenderei aglietti o novelllino al posto di sarri che e scarso e secondo me solo fortunato

  2. No dai cristiano NO..invece stava dando un bella mano fino a quando non si è imfortunato.e poi Moggi di quelli scambi che hai detto e’ impossibile che vadino in porto!e su sarri non la penso come te.secondo me invece è un bel mister che ci capisce di calcio e ha una bella esperienza alle spalle.e poi aglietti non lo so ma novellino e’ impossibile che vanga prende un’ingaggio troppo alto e poi PERCHÉ ANDREBBE MANDATO VIA SARRI?!?!?!?!

  3. perchè ha detto che laurini è meglio di vinci… croce meglio di guitto e camillucci meglio di bianchi! vado avanti??? ha perfino asserito che romeo poteva fare la riserva meglio di ficagna!!!ma scherziamo o cosa?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here