Il “matrimonio”, seppur in prestito, tra Boniperti Jr. e l’Empoli non era certo iniziato sotto la migliore delle stelle.

 

Prelevato con un acciacco, il giocatore, che da una prima istanza sembrava dovesse ritardare solo di 15gg il suo arrivo ad Empoli rispetto l’inizio dei lavori, è arrivato, come noto, dopo oltre due mesi.

Questo perchè la sua società di appartenenza, la Juventus, ha preferito farlo restare a Vinovo (quartier generale bianconero) per fargli svolgere tutto il percorso riabilitativo. Al termine di questo si è presentato ad Empoli ri-cominciando il lavoro che mister Sarri aveva iniziato, appunto, due mesi prima.

Il giocatore non era al top ma dopo tre settimane di lavoro stava iniziando a trovare la forma e la sinergia con il resto della squadra, tanto che si stava quasi per poterlo inserire in formazione.

Adesso però, complice un infiammazione al ginocchio il giocatore si è rifermato ed automaticamente, la Juve, lo ha richiamato a Torino per i controlli del caso e l’eventuale secondo (dovrebbe essere ovviamente più breve) percorso di recupero.

 

Di fatto l’Empoli si trova nuovamente senza il giocatore che ancora non ha disputato nemmeno un minuto in maglia azzurra. Certo, in questo caso non c’è premeditazione, ci mancherebbe, ma se da una parte l’augurio è che possa star finalmente bene e che ci possa anche far vedere di cosa è capace, dall’altra si rischia che il nipote del grande Giampiero resti un oggetto misterioso, portato via da Empoli al minimo scricchiolio fisico.

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteL'arbitro di Empoli-Modena
Articolo successivoLa situazione infermeria | Guai seri per Cristiano
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

11 Commenti

  1. Una critica leggera ma anche coerente quella di Cocchi.
    Ora cosa vogliamo aggiungere?
    Che la Socetà ha preso diversi giocatori a buon mercato ma con conseguenti problematiche fisiche?
    trasformatesi poi in non impiegabili?
    nooo…ma dai sono io che faccio commenti da bar…
    non siamo così scortesi con la Società o con i suoi dipendenti…è solo questione di incidenti di percrso…cose che ci stanno…è due anni che ci stanno…ci stanno è….ci stanno a tutti….

  2. Che abbiamo preso giocatori che si rompono basta che tiri un soffio di vento e’ sotto gli occhi di tutti…ma non capisco come mai seppur in prestito ogni volta che gli succede qualcosa se ne deve tornare dalla Juventus, non potrebbe semplicemente curarsi da noi?!
    Le cose sono 2;
    1) la Juve crede che l’infermeria dell’Empoli sia un manicomio
    2) e’ talmente forte che lo vogliono curare loro..

    • Quel che accade ha una sua logica in fondo: il giocatore è della Juve, loro gli pagano lo stipendio e loro sovrintendono al suo percorso di guarigione. Tutelano un proprio investimento (indipendentemente dal valore che si può dare al calciatore), non gli si può dar torto.
      .
      Discorso analogo alla vicenda-Mori…e aggiungiamoci che in quanto a “guarigioni” non siamo proprio granchè rinomati nell’ambiente: forse gli ultimi che abbiamo rimesso in piedi sono stati Montella e Bertarelli negli anni ’90 😀

  3. Io non ci leggo critiche ma semmai amarezza, quella di un tifoso (cocchi) che come noi vede un pessimo lavoro fatto in campagna acquisti. Se non fosse cosi chiedo scusa ad Alessio

    • Meme dire:
      “come noi vede un pessimo lavoro fatto in campagna acquisti”
      E’ una critica proprio di fatto (che tu hai fatto).
      Se non è una critica questa…
      ….si può criticare la Società Meme.
      Non è che sono intoccabili.
      Basta non offendere decoro e onore poi si può dire tutto.
      Perchè vedi Meme è quando si smette di parlare o di criticare che ce lo tonfano nel.

  4. Una volta si diceva “meglio un asino sano di un cavallo zoppo”.
    Nel caso dell’Empoli di quest’anno, in assenza assoluta di denaro da investire, si è scelto di comprare tanti asini zoppi…
    Per quei pochi che “zoppi” non erano, c’hanno pensato i nostri preparatori atletici ed una buona dose di sf.iga a renderli tali!

  5. Se risparmi sul prezzo ti devi accontentare….
    Comunque mi sembra che ultimamente a Empoli sia diventata una situazione cronica quella degli infortuni, che non può essere imputata solo e soltanto alla sfortuna!!!

  6. Sono d’accordo Marta, ma ad esempio l’Empoli che ha giocatori in prestito…non è che se uno si rompe per curarsi ritorna ad Empoli..per me c’è un discorso sul “FIDARSI” !!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here