Spal CalcioAddio a Spal e Foggia, due club che in epoche diverse hanno in qualche modo scritto pagine importanti della storia calcistica italiana. Addio a due club che rappresentano città importanti e con una grande cultura sportivo-calcistica: Ferrara e Foggia. Addio a due squadre che per decenni hanno militato nei campionati professionistici e da cui sono partiti per carriere importanti campioni del nostro calcio.

.

Qui signori non c’è ne nord.. ne sud. Questa è l’Italia che, sperperati miliardi e poi milioni (che sempre miliardi sono…), sull’onda degli anni novanta (che si stanno rivelando sempre più maledettamente distruttivi, ndr), adesso fa i conti con bilanci disastrosi e con fallimenti che non fanno eccezioni ne al nord (Ferrara appunto) ne al sud (Foggia).

.

E con questi ultimi due fallimenti adesso le squadre importanti a perdere il calcio che conta salgono a otto: in precedenza questo straziante destino era toccato a Piacenza, Triestina, Pergocrema, Giulianova, Ravenna e Taranto, la lista si allunga ora a Spal e Foggia, in attesa che vengano definite le posizioni di almeno un’altra decina di club.

.

Il Foggia dovrebbe riuscire a ripartire dalla Serie D, l’amministrazione comunale del capoluogo pugliese si è messa subito in azione perchè rischiare di sprofondare ancora più in basso sarebbe davvero tragico. Foggia Calcio

.

A Ferrara invece la situazione sembrerebbe al momento addirittura più difficile; per la Spal, che quest’anno festeggiava 105 anni di vita, si farà di tutto per l’iscrizione alla Serie D, ma pare alto il rischio che si possa dover ripartire addirittura dal campionato di Eccellenza.

.

Gabriele Guastella

13 Commenti

    • Chi è che si lamenta della B scusa? Se l’anno scorso siamo stati mesi e mesi a commentare, anche qui su PE, come la cadetteria fosse “fondamentale” per l’Empoli, mi permetto di ripetere la mia richiesta: chi è che si lamenta???

  1. Infatti…siamo quasi tutti consapevoli che questa categoria e’ fondamentale per noi!! Almeno io non scordero’ mai EMPOLI-VICENZA, e quello che abbiamo rischiato se avveniva una sconfitta!! tra tutte queste società fallite ci s’era anche noi!!
    LA B PER NOI E’ UN PATRIMONIO DA DIFENDERE!!!

  2. Io credo che SILVMAN si riferisse al fatto che l’Empoli a detta di diversi tifosi è squadra che deve sempre puntare alla serie A e solo la serie A…….BASTA TORNARE INDIETRO CON LE PAGINE DEI COMMENTI PER CONSTATARLO!

    • E credo anche SAM CHE “LA B PER NOI E’ UN PATRIMONIO DA DIFENDERE!!!” è una frase di cui molti si sono accorti solo quando si stava sotto 0-2 con il Vicenza!

    • Sinceramente credo che i tifosi empolesi, semmai ci siano stati convinti che l’Empoli debba sempre puntare alla A, si siano resi conto ben prima del 6 giugno u.s. dell’importanza di mantenere la B… fosse anche solo al momento del terzo cambio di allenatore effettuato in piena zona retrocessione!
      E poi, anche se la convinzione dell’importanza della B fosse maturata col play out, comunque lo sporadico intervento di SilvMan che parla al “presente” è indubbiamente fuori luogo e anacronistico oltre che inutilmente retorico.
      Almeno questa è la mia opinione

      • No, il problema è che te c’hai sempre da ridire su tutto anche quando non c’è bisogno, come nel commento di SilvMan. Tantomeno meno se non ti sentivi tirato in ballo potevi rilassarti almeno una volta.

  3. Non cerco mai di essere simpatico quando esprimo la mia opinione.
    P.s. dai Anonimo, su “coraggio”, non avere paura di dire la tua, scrivi col Tuo nome
    😉

  4. Io non mi sono mai mascherato dietro un “anonimo” che può essere chiunque, anche fra gli utenti registrati.
    Io ho il coraggio di mettere “sempre” lo stesso nome utente, con la caricatura, anche x dire c4zzate.
    Infatti, io non gli ho chiesto il nome, ma il nick che non ha avuto il coraggio di scrivere.
    Serve altro?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here