Brasil 2014 | Disastro Italia: 0-1 con la Costa Rica che si qualifica. Qualificazione a rischio!

Brasil 2014 | Disastro Italia: 0-1 con la Costa Rica che si qualifica. Qualificazione a rischio!

ITALIA-COSTA RICA 0-1   Di Gabriele Guastella   Un gol di Ruiz (44′ del primo tempo), è sufficiente alla Costa Rica di Pinto per battere un Italia schierata in campo malissimo dal CT Prandelli. Un 4-1-4-1 (ma come si fa a giocare con una sola punta?, ndr) che finisce con il favorire la squadra su

ITALIA-COSTA RICA 0-1

 

Di Gabriele Guastella

 

Un gol di Ruiz (44′ del primo tempo), è sufficiente alla Costa Rica di Pinto per battere un Italia schierata in campo malissimo dal CT Prandelli. Un 4-1-4-1 (ma come si fa a giocare con una sola punta?, ndr) che finisce con il favorire la squadra sudamericana superorganizzata che applica alla perfezione la regola del fuorigioco, fa pressing in tutte le zone del campo e reclama un calcio di rigore (che ci poteva stare!) con Campbell, già pochi minuti prima di trovare il colpo di testa vincente di Ruiz.

 

Cesare PrandelliE l’Italia? Poca roba. Due occasioni poco prima di subire lo 0-1 e niente più, solo confusione, tanta, tantissima confusione. Dietro un Chiellini disarmante, praticamente irriconoscibile, e davanti Balotelli lasciato in balia dei difensori avversari, libero di innervosirsi fino a prendersi il giallo che vale la diffida.

Prandelli prova a cambiare: dentro Cassano, Insigne e Cerci. Ma il risultato è l’equivalente di chi prova a migliorare un piatto di pastasciutta che, bollita l’acqua, si è incollato sul fondo della pentola. Finisce con gli “olè” del popolo della Costa Rica ad ogni proprio passaggio e la festa al triplice fischio finale per una storica qualificazione agli Ottavi.

La sconfitta dell’Italia, che complica le cose in chiave qualificazione, rende aritmetica l’eliminazione dell’Inghilterra, in un girone dove si decide tutto all’ultima giornata, con il Costa Rica già qualificato che, pareggiando con gli inglesi, potrebbe anche vincere il gironcino.

 

A proposito di casistiche: cinque minuti dopo la fine del match su moltissimi siti specializzati già si scriveva che con un pareggio contro l’Uruguay si va avanti lo stesso. Già, per continuare a parlare di “mentalità perdente”…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy