L’Inter travolge il barca

L’Inter travolge il barca

Una grande Inter batte 3-1 il Barcellona nella semifinale d’andata di Champions League. A San Siro passano in vantaggio gli spagnoli con Pedro, ma i nerazzurri ribaltano il risultato con i gol di Sneijder, Maicon e Milito. La squadra di Mourinho ora dovra’ difendere i due gol di vantaggio nella sfid

Una grande Inter batte 3-1 il Barcellona nella semifinale d’andata di Champions League. A San Siro passano in vantaggio gli spagnoli con Pedro, ma i nerazzurri ribaltano il risultato con i gol di Sneijder, Maicon e Milito. La squadra di Mourinho ora dovra’ difendere i due gol di vantaggio nella sfida di ritorno al Camp Nou, in programma il 28 aprile. Mourinho schiera un’Inter d’assalto con Sneijder dietro il tandem Milito-Eto’o e Pandev largo a sinistra: in pratica e’ lo stesso modulo con cui i nerazzurri vinsero 1-0 a Londra contro il Chelsea nel match di ritorno degli ottavi di finale. Guardiola risponde con Ibra-Messi-Pedro: sulla corsia sinistra in difesa c’e’ Maxwell. Nemmeno il tempo di partire e Ibrahimovic cerca la deviazione volante di tacco sotto porta mancando l’impatto con la palla. Al 10′ l’arbitro Benquerenca ferma Milito tutto solo davanti a Valdes: all’argentino viene fischiato un fuorigioco, ma il replay mostra che la sua posizione era regolare. AL 17′ Eto’o ci prova dal limite, Valdes respinge e Milito, avventandosi sulla ribattuta, non centra lo specchio. Ma e’ il Barcellona a colpire al primo tentativo: al 19′ Maxwell conquista il fondo dalla sinistra sfruttando un’indecisione di Maicon e Lucio, mette in mezzo dove arriva Pedro che insacca con un diagonale di sinistro a porta vuota. Ma l’Inter c’e’: al 27′ Milito calcia incredibilmente a lato da ottima posizione con un destro a girare. E’ il preludio al pareggio che arriva alla mezz’ora: Eto’o mette in mezzo dalla destra, Milito aggancia e scarica per Sneijder, dimenticato dalla difesa blaugrana: il destro dell’olandese non perdona. E’ il gol dell’1-1. Grande ritmo fino all’intervallo, ma non si segnalano altre grosse occasioni.Si riparte nella ripresa senza cambi e l’avvio dell’Inter e’ devastante. Milito entra in area dalla destra e serve l’accorrente Maicon che beffa Valdes con una puntata di destro. San Siro esplode, per il brasiliano e’ la prima rete in Champions: il suo errore in occasione del gol di Pedro e’ perdonato. Passa una manciata di minuti e Puyol rimedia un’ammonizione pesante: diffidato, saltera’ il match di ritorno al Camp Nou. Il Barcellona si getta all’attacco: Messi, fino a quel momento inoffensivo, impegna Julio Cesar con un sinistro dal limite. Ma la palla migliore e’ sulla testa di Busquets: al 55′, su un corner da sinistra, il centrocampista colpisce da due passi ma Julio Cesar dice ancora di no. La partita e’ bellissima. E l’Inter e’ scatenata. Al 61′ arriva il 3-1: Eto’o crossa dalla destra, Sneijder corregge di testa per Milito che, in sospetta posizione di fuorigioco, insacca di testa da un metro. Adesso San Siro e’ un’autentica bolgia, il Barcellona campione del mondo e’ in chiarissima difficolta’. Guardiola toglie un deludente Ibrahimovic e inserisce Abidal. Al 73′ anche Mourinho, che in precedenza aveva inserito Stankovic per Pandev, e’ costretto a togliere Maicon, infortunatosi dopo uno scontro aereo con Messi. Entra Chivu. La girandola di cambi prosegue con la sostituzione Balotelli-Milito: l’argentino viene salutato dalla standing ovation del Meazza. Barcellona tutto in avanti: al 77′ e’ determinante un recupero di Samuel che ferma un destro di Pedro indirizzato verso la porta. Ci prova anche Messi con un sinistro su punizione, Julio Cesar si distende e respinge. Nel finale ammonito anche Stankovic: era diffidato, niente Camp Nou per lui. All’84’ Dani Alves entra in area dalla destra, entra a contatto con Sneijder e chiede il rigore: Benquerenca ammonisce lui per simulazione. Sull’azione seguente e’ Sneijder ad avere sul sinistro la palla del clamoroso 4-1. L’olandese sbaglia il controllo a due passi da Valdes e l’azione sfuma. Incredibile la mischia che si sviluppa all’87’ davanti a Julio Cesar, con Pique’, attaccante aggiunto, che non riesce a trovare il tempo per deviare. Mourinho si imbufalisce piu’ volte con Balotelli che non torna a coprire. Finisce con il Barcellona all’assalto, ma l’Inter si difende con i denti e festeggia un 3-1 pesantissimo.

 

M.S.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy