l’Italia a casa e a testa bassa

l’Italia a casa e a testa bassa

0 3   Addio Confederations Cup. Travolti 3-0 dalle meraviglie di Luis Fabiano, incapaci di fermare Kakà e Robinho, davvero imprendibili per gli azzurri. La festa per il record di Cannavaro, 126 partite come Maldini, è un incubo. Serviva una partita da campioni del mond


0
3

 

Addio Confederations Cup. Travolti 3-0 dalle meraviglie di Luis Fabiano, incapaci di fermare Kakà e Robinho, davvero imprendibili per gli azzurri. La festa per il record di Cannavaro, 126 partite come Maldini, è un incubo. Serviva una partita da campioni del mondo contro una Selecao che non battiamo dai tre gol di Paolo Rossi nel 1982, adesso invece serve una attenta riflessione sul futuro. E pensare che alla fine, visto il favore clamoroso che stavano facendo all’Italia gli Stati Uniti, sarebbe bastato un solo gol per passare il turno… Ma questa squadra non lo avrebbe meritato. E così alle semifinali ci sono andati proprio gli States, loro capaci di riscattarsi, fare tre gol all’Egitto e andare a prendersi un risultato assolutamente incredibile alla vigilia.

 

M.dL.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy