L’APPUNTO DI PE – Ci limitiamo a riportare solo un articolo de “Il Corriere dello Sport-Stadio”, preferiamo per adesso non scrivere il nostro pensiero e riflettere. ...è chiaro che ormai intorno a questo sport siano stati creati talmente grossi interessi che sono gli stessi che stanno uccidendo questo sport.

.

Fonte: Corriere dello Sport-Stadio

.

La Repubblica riporta il contenuto della telefonata tra Claudio Lotito e il Direttore generale dell’Ischia, Pino Iodice: «Ho registrato tutto. Lotito fa pressioni: l’Ischia deve sostenere il suo programma o non avremo contributi. Io rappresento una piccola società, lui è un uomo potente: ho registrato per cautelarmi». Il presidente della Lazio: «Ti faccio un discorso: secondo te in Lega di A decide Maurizio Beretta? Sai cosa decide? Zero. E allora: il presidente (Macalli, ndr) fra un anno e mezzo va a casa da solo, l’accompagno io, e rappresenta zero»

lotitotare
Lotito

ROMA – Claudio Lotito e Pino Iodice, direttore generale dell’Ischia Isolaverde, al telefono. È questa la chiamata che sta sconvolgendo il mondo del calcio. La riporta “La Repubblica” nella sua versione cartacea e online pubblicando anche l’audio delle parole del presidente della Lazio che danno un quadro chiaro sulla situazione del mondo del pallone oggi in Italia. La telefonata risale allo scorso 28 gennaio e a sua insaputa il numero 1 dei biancocelesti viene registrato. Iodice spiega: «Lotito fa pressioni: l’Ischia deve sostenere il suo programma o non avremo contributi. Io rappresento una piccola società, lui è un uomo potente: ho registrato per cautelarmi». Fatto sta che l’audio che ne esce fuori non lascia dubbi sulla situazione del pallone tricolore: «Ho un programma, in sei mesi incrementerò i ricavi, porterò uno sponsor al campionato e i soldi dello streaming. Ho parlato con quello che ha portato 1,2 miliardi alla Lega di A e 14 milioni in più di Rcs alla Figc. Ti faccio un discorso: secondo te in Lega di A decide Maurizio Beretta? Sai cosa decide? Zero. E allora: il presidente (Macalli, ndr) fra un anno e mezzo va a casa da solo, l’accompagno io, e rappresenta zero. Viene fatta una commissione strategica, tre presidenti, uno del Nord, uno del Centro, uno del Sud, e ogni 20 giorni vedono l’attuazione del programma. Il direttivo viene tolto, Pitrolo (vicepresidente di Lega, ndr), quello, tutti. Chi viene eletto va lì a lavorare. E vi tranquillizzo, io non sono candidato a niente, non m’interessa, voglio salvare la Lega Pro. Se la Lega Pro nel giro di dieci giorni non trova un gruppo di maggioranza che io in questo momento ho su questo progetto che ti ho detto, ti spiego che succede. Il 16 abbiamo l’assemblea, a me non cambia, ho preso 100mila euro, ma 4 milioni l’anno ci metto nella Salernitana. Se non si risolve ‘sto problema, il 16 non arrivano i soldi, perché non ci sono».

.
.
LOTITO SU NICCHI – Lotito critica poi il presidente Aia Nicchi; propone un “anticipo di cassa” dalla Lega di A all’ex serie C, “ma se non troviamo un accordo in Lega Pro non si farà mai”; vanta di avere “17-18 voti” su 20 tra i club della massima serie. E conclude con il discorso sui diritti tv: “Con la mia bravura ho portato i diritti tv a 1.2 miliardi: se ci portano Latina, Frosinone, chi li compra i diritti? Non sanno manco che esiste, il Frosinone, il Carpi…e questi non se lo pongono il problema”.IODICE SU LOTITO – Ecco, invece, le parole di Iodice rilasciate a Radio Ies: «Seppur dovessero arrivare i soldi che ci spettano, che ricordiamo sono briciole, la nostra posizione non cambierebbe. Non ho mai condiviso la politica gestionale verticistica di Macalli. La cosa più raccapricciante, è che nel corso dell’ultimo periodo il presidente Lotito sta appoggiando in ogni modo l’attuale governance di Lega Pro. Lo stesso Lotito, accorgendosi di come l’attuale governance non abbia più i numeri per essere riconfermata, sta tentando in tutti i modi, anche attraverso una missiva, di spingere verso la rielezione di Macalli. In caso contrario, e sono pronto a prendermi le responsabilità di quello che dico, ha minacciato le società di non far arrivare i finanziamenti che gli spettano. Lotito non può permettersi con modi guappeschi di decidere il destino della Lega Pro. Sono consapevole che Lotito sia una persona forte, ma sinceramente non mi interessa. Sono un dirigente navigato, che lavora da trent’anni nel mondo del calcio, e non mi tirerei indietro di fronte ad una situazione simile. Vorrei che nel calcio ci fosse più pulizia, con metodi e modalità cristalline. Lotito potrà anche avere buone idee, ma sono i suoi modi d’agire che sinceramente non condivido. Attraverso le ultime dichiarazioni di Lotito, in riferimento al sorteggio integrale, si sta tentando solo di distogliere l’attenzione da un problema più serio, come quello della Lega Pro. Lotito, ora come ora, è affetto da delirio d’onnipotenza; dovrebbe però rendersi conto che vi sono argomenti e situazioni in cui farebbe bene a tirarsene fuori. Lotito ha le mani in pasta in molte attività. Sambenedettese e Bari ne sono la prova concreta. Posso dirvi che in sede di Calciomercato, il presidente del Bari Paparesta prima di concludere un’operazione, ha chiamato il presidente della Lazio Claudio Lotito. Vorrei solo che ci fosse maggiore trasparenza nel mondo del calcio. Tavecchio è stato eletto solo ed esclusivamente grazie all’intercessione di Claudio Lotito. Sappiamo tutti, quanto Lotito, si sia impegnato in lungo e in largo per l’elezione di tavecchio. Purtroppo, nonostante molte società si fossero opposte a tale elezione, la maggioranza ha fatto si che Tavecchio fosse eletto.L’elezione di un presidente federale dovrebbe avvenire in maniera democratica, senza che nessuno violenti o spinga verso l’elezione di questo o quelL’individuo. Lo stesso atteggiamento Claudio Lotito lo sta avendo nei confronti delle società di Lega Pro, al fine di portare l’acqua al mulino di Macalli. La maggioranza delle squadre di Lega Pro dissentano da questo modo d’agire. Io ho avuto la forza di denunciare tale situazione, perchè bisogna uscire da questo clima di omertà. Sono pronto ad assumermi le responsabilità di quello che dico, ed ho prove sufficienti per potermi difendere nelle sedi opportune. Lo stesso Lotito mi ha confermato che la Serie A è gestita dal presidente laziale e non da Maurizio Beretta. L’Italia purtroppo si fonda sui compromessi,e fino a quando ci saranno persone del genere, non si potrà migliorare».

1 commento

  1. E’ semplicemente uno schifo,peraltro chiarissimo da vedere.Certe societa’ sono rette in ogni modo (vedi Bari dove la vera proprieta’ e’ oscura)perche’ dietro ci sono citta’ con molti abitanti e quindi abbonamenti a pay tv e quant’altro.

  2. CI VOLEVA OGGI UN SEGNALE FORTE PER FAR VEDERE
    ALL’ITALIA ALL’EUROPA E AL MONDO CHE L’ITALIA E’
    UN PAESE PULITO DI PERSONE PERBENE:
    SOSPENSIONE IMMEDIATA DI TUTTI I CAMPIONATI NEL FINE
    SETTIMANA E LE TRASMISSIONI SPORTIVE A PARLARE
    DI QUESTO FATTACCIO INVITANDO DIRIGENTI DEL CARPI
    BARACCA LUGO ECC…
    LOTITO IN DIRETTA TV SU SKY AL POSTO DELLE PARTITE..
    INVECE COME AL SOLITO SARA’ TUTTO INSABBIATO
    CONTINUEREMO A VEDERE UN SAPONARA ESPULSO
    DOPO UN FALLO E MEZZO E MAGARI RIGORI NON DATI
    GOL NON VISTI ESPULSIONI FACILITATE..INSOMMA RESTERA’
    TUTTO COME PRIMA…
    AVETE CAPITO PERCHE MOLTE PERSONE AGLI EUROPEI
    O MONDIALI TIFANO CONTRO L’ITALIA?

  3. Capisco lo stupore nazionale di fronte a un fatto del genere, ma io( e penso molti tifosi azzurri) non mi sono stupito affatto, in questo campionato ne abbiamo subite di tutti i colori ma la partita di Coppa Italia è stata chiarificatrice: potevano mai permettersi di eliminare la Roma e di far andare una “squadretta” come l’Empoli? E allora è successo quello che è successo e che uno sportivo di principi sani voleva che non succedesse mai. Io non ho mai dimenticato le vergogne di 7 anni fa a San Siro contro l’Inter e in modo leggermente minore quelle di 12 anni fa contro il Milan, quest’anno aldilà di molte direzioni insufficienti abbiamo avuto esempi del genere a Napoli e a Roma in Coppa Italia, perché noi contiamo meno di 0 nel loro calcio, che ci azzecca l’Empoli in serie A in mezzo a 17-18 squadre di blasone superiore? Ed allora si proverà anche a ridurre le squadre a 18 perché queste realtà devono sparire dal calcio che conta. Per questo mi verrebbe lo schifo se fossi tifoso di queste potenze guidate da presidenti corrotti, mi tengo il mio Empoli che miracolosamente ho sempre amato e che mi ha permesso di seguire le meravigliose gesta di una per loro “squadretta” tra le grandi. E quest’anno ha detto bene il mister:”dovranno farsi un mazzo tanto per farci retrocedere!”.

  4. Oh che bella la trasferta d Milano con ‘sto clima!!! Galliani che piange da più d due settimane, il mafioso d Lotito che dirige… Che fine farà una società sana come la nostra in un campionato così malato!?

  5. è sempre stato così in Italia ora c’è Lotito in passato c’erano altri personaggi in futuro ce ne saranno altri ancora….. non solo nel calcio ma in tutti i lavori pubblici e privati !secondo me è la cultura Italiana fatta dall’ amico dell’amico dell’amico ma io conosco quello, conosco il finanziere, l’assessore, il presidente, il direttore e così via….. le persone oneste e serie sono sempre meno e il risultato è quello che l’italia riesce ad essere in questo periodo e cioè una schifezza.
    Comunque a maggior ragione sempre forza azzurro.

    • Condivido al cento per cento. Però noi dobbiamo reggere a tutti i costi! E quanto più si scopre il merdaio tanto più si deve dire: Siamo veramente forti!
      E domani in c… a Barbara Berlusconi e a suo padre.
      (certo però che quella della Coppa Italia…io sono quasi vecchio, ma per il resto dei miei anni non me la dimenticherò più! E la pallonata in faccia a Croce ammonito come se fosse un “mani”?!). Con questa dirigenza nazionale abbiamo fatto un bel campionato del mondo! E hanno messo Tavecchio per ringivanire e Macalli (o come cristo si chiama) di 78 anni. Ragazzi: sperare e pedalare, e farsi sentire. Basta prendersela coi nostri, (anche insinuando che Saponara non voleva giocare col Milan; secondo me per lui sarebbe stato meglio giocarci. Vedi Sepe col Napoli).

  6. Tutte le società compresa la nostra che gestisce un’ azienda in modo esemplare puntando in primis sul bilancio e poi nella valorizzazione dei giovani stile arsenal , Barcellona e borussia d. Non dovrebbero sottovalutare queste dichiarazioni mafiose ma agire legalmente anche se non siamo stati chiamati in causa perché vogliono distruggere le piccole società basta vedere gli arbitraggi la domenica

    • D’accordo, ma la società EFC non chiamerà mai i tifosi a raccolta per questo, per non essere accusata di demagogia ecc.ecc. Però qualcosa deve fare pubblicamente, con altre società: Sassuolo, Cesena, Chievo (ma ce lo vedete Squinzi a prostetare? Ha paura di vender meno). Mah! E allora facciamolo noi.

  7. Sì sentono così potenti che poi pur sapendo che qualsiasi telefonata puo ‘ essere intercettata usano lo stesso il telefonino per i loro loschi affari.Mi auguro vivamente che sia l’inizio di una pulizia radicale,perche’ nello sport devono vincere i più bravi ….non i più “forti”!

  8. Invece di nascondersi per la vergogna delle sue dichiarazioni ecco cosa si legge su un giornale sportivo di oggi : “Dopo l’intercettazione della telefonata tra il consigliere Figc e il d.g. Ischia Iodice, il patron della Lazio vuole tutelarsi in sede legale, civile e penale.” e ancora: ” “Ho dato mandato ai miei legali di tutelare la mia persona e la mia posizione istituzionale in sede giudiziaria, sia penale che civile – si legge in una nota -, intendendo cosi reagire a una manovra subdola ed accertare la responsabilità del signor Iodice e di tutti coloro che a qualsiasi titolo hanno utilizzato, o diffuso, un colloquio telefonico abusivamente registrato”.”….C’è davvero da pensare che il mondo sta andando all’incontrario!

  9. lotito e mezzaroma hanno preso la salernitana a zero euro perchè fallita
    e ora vogliono guadagnarci sopra: è la logica del mercato calcii
    salerno ha un bacino di utenza molto superiore a carpi, frosinone e via dicendo
    se a colpi di arbitraggi riescono a far scendere chievo, empoli e non far salire frosinone, carpi al momento giusto sale la salernitana ed il gioco è fatto
    la colpa principale è della federazione e di chi permewtte a lotito di sedere accanto a tavecchio e conte nelle conferenze stampa
    invece di non fare una minchia perchè non hanno controllato il mercato del parma in questi ultimi anni, centinaia di movimenti di mercato che nascondevano solo plusvalenze per nascondere le voragini di bilancio
    la federazione è in mano a sky, mediaset premium e in parte alla rai
    più bacino di utenza, più soldi per le tv e quindi più soldi per le società più grandi
    dello sport non gli importa proprio niente
    ormai ho una certa età, quando giocavo al calcio guadagnavo 8.000 lire al mese e ci pagavo a malapena il treno per andare ad allenarmi
    era un calcio pulito, che malinconia……..

  10. …Lazio e Roma alcuni anni fa dovevano retrocedere in C e grazie alla legge spalma debiti, fatta da D’alema sono sempre all’apice in Serie A, hanno stadi da 60 mila spettatori e relativi incassi, solo Napoli, Bologna e Fiorentina hanno pagato per tutti….caro lotito siete una squadra di banditi a partire dal pluriindagato del tuo capitano Mauri…comunque Empoli-Lazio 2-1

  11. Vogliono trasformare il calcio da sport a spettacolo televisivo delegittimando l agonismo per i soli interessi pecuniari.
    Le soluzioni sarebbero semplici: fair play finanziario e stadi di proprietà, così le grosse società materrebbero comunque il loro dominio economico, ma evidentemente in questo modo non è sufficente a far lucrare quelle losche figure che gravitano all ombra del sistema calcio

  12. Sarebbe da iscriversi a un campionato estero.
    Qui i vertici han tutti le mani in pasta
    Faranno fuori il dirigente che ha denunciato Lotito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here