Calcio & Tavola | La Spongata

Calcio & Tavola | La Spongata

Dopo la pausa si riparte da Parma! Essendo vicino alle feste vi proponiamo la Spongata che è un classico dolce natalizio. È un dolce di antiche tradizioni, ebraiche secondo alcuni pareri, tanto che fu inviata in dono al duca Francesco Sforza di Milano nel 1454. Il merito di aver riscoperto nel 18

Dopo la pausa si riparte da Parma! Essendo vicino alle feste vi proponiamo la Spongata che è un classico dolce natalizio. È un dolce di antiche tradizioni, ebraiche secondo alcuni pareri, tanto che fu inviata in dono al duca Francesco Sforza di Milano nel 1454. Il merito di aver riscoperto nel 1830 l’antichissima ed originale ricetta della vera Spongata va attribuito al sacerdote don Palazzi, che nel 1945 la cedeva allo speziale Panizzi. Dal 1863 la Spongata di Brescello è indissolubilmente legata al nome di Luigi Benelli, che ne intraprese la produzione artigianale e la commercializzazione.

Spongata
Spongata

Ingredienti

Per la pasta (foto 1)

  • 250 g Farina
  • Un pizzico Sale
  • 80 g Burro
  • 120 g Zucchero
  • 1 bicchiere Vino bianco secco

Per il ripieno (foto 2)

  • 250 g Miele di Acacia
  • 1 bicchierino Rum
  • 100 g Gherigli di noce
  • 50 g Mandorle
  • 50 g Nocciole
  • 30 g Pinoli
  • 100 g Canditi misti
  • 50 g Uvetta sultanina
  • 100 g Fette Biscottate
  • 1 bicchiere Vino bianco secco
  • 5 g Cannella in polvere
  • q.b. Noce moscata grattugiata

Preparazione

Tritate le noci, le mandorle, le nocciole ed i pinoli (foto 3) e tagliate a dadini i canditi (foto 4). Ammollate in acqua tiepida l’uvetta sultanina. Tritate le fette biscottate (foto 5). Versate il miele in una piccola casseruola, aggiungete il vino e portate ad ebollizione (foto 6), quindi abbassate la fiamma ed unite le fette biscottate, le noci, le mandorle, le nocciole ed i pinoli tritati (foto 7). Insaporite il tutto con la noce moscata grattugiata e la cannella in polvere (foto 8).   Aggiungete alla preparazione il rum, i canditi e l’uva sultanina strizzata (foto 9). Amalgamate il composto, toglietelo dal fuoco e lasciatelo raffreddare. Versatelo in una terrina, ricopritelo con un foglio di carta di alluminio e lasciatelo riposare in un luogo fresco per almeno 24 ore.   Preparate la pasta: setacciate la farina a fontana sulla spianatoia (foto 10). Mettete al centro il burro ammorbidito, lo zucchero, il vino ed il sale. Lavorate gli ingredienti ricavandone un’impasto piuttosto consistente, che lascerete riposare in luogo fresco per circa un’ora (foto 11).   Scaldate il forno a 190° C. Imburrate ed infarinate la teglia. Quindi dividete l’impasto i due parti, una più grande dell’altra. Con il matterello stendete i due pezzi di pasta in modo da ricavarne un disco grande e uno più piccolo. Foderate la teglia con il disco più grande (foto 12). Versate il ripieno, livellatelo con una spatola inumidita (foto 13), ricopritelo con il secondo disco di pasta e saldatelo ai bordi pizzicandolo con le dita. Praticate dei tagli sulla superficie della torta per lasciar fuoriuscire il vapore durante la cottura (foto 14) e spennellatela con dell’olio.   Cuocete per 40 minuti. Togliete il dolce dal forno, lasciatelo raffreddare completamente, mettetelo su un piatto di portata, spolverizzatelo con lo zucchero a velo e servitelo a tavola. Se riposto in un foglio trasparente da alimenti si conserva per oltre un mese.     logo-Lady-Cake A cura di Lady-cake.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy