Il presidente del Grosseto, Piero Camilli, ha confermato nel post gara contro il Varese, la decisione di voler lasciare la guida del club al termine della stagione in corso. Ecco le sue parole raccolte dai colleghi di grossetosport.com:

 

«Al mille per mille lascio il Grosseto e anche la mia famiglia lo fara’ non pensate che uno dei miei figli subentrera’ al sottoscritto. Da tredici anni sono qui, per me sono un pezzo di vita importante; adesso non ho più stimoli. Una parte della città non ha mai risposto e anche una parte della stampa mi ha sempre dato contro. Lo lascio in C1 e sano l’ho preso in D e con i debiti. Prima l’idolo era Rallo adesso si fischia gente di altra categoria. Se viene qualcheduno che vuol comprare è benvenuto, altrimenti pace non lo iscrivo e parte dall’Eccellenza. Qui se non c’era uno come me il Grosseto non avrebbe fatto la serie B, perchè ci vogliono dai sette agli otto milioni. Qui non mi detesta nessuno come ha scritto qualcuno che ho denunciato. Leggo che voi scrivete (giornalisti, ndr) che io rimango, ma non è così. Ringrazio i tifosi, la stampa obiettiva, altri no. Inviterò poi a cena chi reputo degno».

CONDIVIDI
Articolo precedenteTV | L'ultimo match dei prossimi avversari
Articolo successivoGiudice Sportivo | Squalificata la curva sud di Vicenza
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

8 Commenti

  1. «Lo lascio in C1 e sano»
    aspetta a chi l’ho già sentita questa frase…?
    Ah, sì, ora ricordo!
    30 maggio 2009, il mitico “Luca Pomponi”, allora presidente del Pisa, disse che la squadra era sana, non c’erano debiti e che lui era pronto a farsi da parte e “svendere” una squadra “sana” che avrebbe giocato in C1.
    Per la cronaca di lì a poco il Pisa fallì e con il tempo è venuto fuori che la squadra nerazzura era solo la punta di un grande iceberg di debiti… arrivati alla somma incredibile di 60 milioni di passivo fallimentare!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here