Giocate le prime due partite degli ottavi di finale di Champions League con le italiane impegnate. Bilancio: due sconfitte, entrambe casalinghe e quindi disastrose. Il Milan perde in casa con il Tottenham per 0-1 e Gattuso “perde la testa” aggredendo l’ex attaccante dei rossoneri anni ’80 Jordan. “Mi ha offeso e ha offeso tutti gli italiani parlando in scozzese – dirà il capitano del Milan – e io lo scozzese lo conosco bene avendoci giocato. Ma ho sbagliato comunque a comportarmi così…”. Sta di fatto che il Milan ha perso la partita e per passare ai quarti servirà vincere in inghilterra.

 

Male anche la Roma che perde all’Olimpico con lo Shaktar addirittura subendo tre reti. Va in vantaggio con Perrotta, poi subisce tre reti (tutte brasiliane con Jadson, Costa e Luiz Adriano, ndr), e chiude il primo tempo sull’1-3. Nell’intervallo esplode la contestazione dei tifosi giallorossi. Nella ripresa uno straordinario gol di Menez riaccende le speranze-qualificazione… ma qualificarsi sarà dura. La Roma deve vincere con due gol di scarto per andare avanti, o con un solo gol di scarto segnando almeno quattro reti.

 

La prossima settimana in campo l’Inter. Una cosa è certa il calcio italiano rischia il tracollo, specialmente se nessuna squadra italiana centrerà almeno i quarti di finale.

 

Gabriele Guastella

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here