A Verona per cancellare le quattro sconfitte consecutive e magari allungare ancora un po’ sulla terzultima. Una gara pero’ tutt’altro che facile contro un Chievo che ci guarda dall’alto dei suoi 35 punti. Vediamo le ultime.

 

Gli azzurri hanno sostenuto questa mattina la seduta di rifinitura che, come sempre, si è svolta a porte chiuse. Non sono emerse novità dal punto di vista fisico e quindi sono confermate le assenze che già ieri vi avevamo riportato. Il modulo sarà lo scontato 4-3-1-2 ed anche l’undici iniziale non dovrebbe presentare particolari sorprese, anzi dovrebbe essere il medesimo di settimana scorsa. Qualche dubbio in attacco dove Marilungo potrebbe insidiare la maglia titolare di Maccarone ed un mezzo pensiero su Barba per Costa ma, alla fine crediamo che non ci saranno variazioni. Per Verona non partirà Buchel messo fuori per i fatti già noti.

In panchina dovremmo trovare: Pelagotti, Pugliesi, Barba, Cosic, Dimarco, Veseli, Zambelli, Picchi, Zajc, Marilungo, Thiam.

Gli indisponibili sono: Mchedlidze, Jose Mauri, Tello Buchel.

Mister Martusciello vuole ovviamente cancellare gli ultimi risultati ripartendo da una prestazione importante contro una squadra esperta e difficile.

 

Il Chievo di Maran si metterà in campo a specchio rispetto agli azzurri. Anche per i veneti infatti il modulo di partenza sarà il 4-3-1-2 con Birsa dietro le due punte che dovrebbero essere Pellissier ed Inglese. L’esperto attaccante aostano pero’ potrebbe essere in dubbio fino all’ultimo visto il ballottaggio con Meggiori. Di fatto sono tutti a disposizione del tecnico, non ci sono defezioni e l’altro ballottaggio potrebbe essere in difesa tra Cesar e Rispoli.

Maran chiede alla squadra continuità e non vuol sentire parlare di motivazioni ormai finite per la sua squadra che, a detta del tecnico, soprattutto in casa dovrà sempre giocare come una finale.

 

Vediamo quelle che dovrebbero essere le probabili formazioni:

 

4-3-1-2: Sorrentino; Cacciatore; Dainelli; Cesar; Gobbi; Castro; Radovanovic; Hetemaj; Birsa; Pellissier; Inglese.

 

4-3-1-2: Skorupski; Laurini; Bellusci; Costa; Pasqual; Krunic; Diousse; Croce; El Kaddouri; Pucciarelli; Maccarone

CONDIVIDI
Articolo precedenteComunicato stampa EmpoliFC sui fatti della scorsa notte
Articolo successivoTV | Il pregara di mister Martusciello
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

11 Commenti

  1. BASTAVA PROVARE IL 4-2-3-1

    Skorupski
    Laurini Bellusci Costa Pasqual
    Diousse Zajc
    Marilungo ElKaddouri Croce
    Maccarone

    Giocando in verticale un gollettino di maccarone ci poteva anche stare….ma noi siamo troppo bravi per cambiare..

    • Non era male come idea, ma figurati se Martusciello prova a cambiare qualcosa … finora lo schema El Kaddouri sull’esterna per l’inserimento delle punte ha prodotto troppo spettacoli e punti …..

      • che poi è sbagliato due volte…era una scelta di Sari
        quando aveva un non trequartista Verdi che tentò di utilizzare come attaccante aggiunto che partiva da dietro
        Verdi non aveva passaggio smarcante ma n buon dribling…un tentativo che si risolse non tanto con Verdi ma con il grande duo Tavano Maccarone

  2. skorupski laurini pasqual terzini bellusci costa centrali croce el kaddouri esterni dioussè krunic centrali pucciarelli maccarone punte

  3. Già siam tristi ma mi rattristo ancor di più vedere un Floccari in B o un Moscardelli in lega pro che segnano e son meglio di quelli che abbiamo noi.
    ……. mi giran proprio le palle

    • ….che vuoi, non son profili da Empoli ti dicono….poi prendono Gilardino, ma non lo mettono in condizione di giocare e/o in fase calante. Non ne so i motivi, le cause, ma sicuramente quest’anno, già da luglio, chi di dovere ha fatto “confusione” e ha, frettolosamente, sopravvalutato la rosa, esaltando il fatto di averla resa completa all’inizio del ritiro (anche qui, qualcuno dovrebbe spiegarmi l’equazione matematica secondo la quale rosa completa=garanzia).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here