Campionato PRIMAVERA TIM – Trofeo “G. Facchetti

Girone  A – anticipo 5a° ritorno

16 febbraio 2011


EMPOLI – Piacenza    5 –  0



EMPOLI

Addario, Mazzanti, Tognarelli, Camano, Menegaz, Kanon, Videtta, Chiavazzo, Shekiladze, Brugman, Pucciarelli

A disposizione: Furlan, Arzeo, Gennusa, Tempesti, Galli, Masini,Campus

Allenatore: Ettore DONATI


Sostituzioni:

al 81’ entra Masini esce Camano
al 83’ entra Gennusa esce Chiavazzo



PIACENZA

Stocchi, Garilli, Bellotti, Giorgi, Asti, Mancini, Cambielli, Milani, Angarano, Felline, Guarnieri

A disposizione: Tinelli, Capasso, De Matteo, Cabrini, Hoxha, Altamura, Sordini

Allenatore: Massimo CERRI

Sostituzioni:

al 57’ entra Hoxha esce Cambielli
al 68’ entra Cabrini esce Asti
al 81’ entra Altamura esce Bellotti



Arbitro: Mangialardi (Pistoia)

Assistenti: Giordano (Siena) – Galediti (Prato)



GOL

3’ Kanon – 58’ Brugman – 62’ Tognarelli – 76’ Brugman – 89’ Masini

AMMONITI

47’ Bellotti (P) – 57’ Garilli (P) – 66’ Hohkha (P) – 85’ Giorgi (P)


ESPULSI

45’ Kanon (E) per comportamento irriguardoso verso un assistente di linea

LA GARA

Una gara dai due volti. Il primo tempo che ha visto l’Empoli, dopo il gol del vantaggio, lento ed impacciato, forse un po’ “sulle gambe”  ed una ripresa (peraltro giocata in 10 contro 11 causa espulsione di Konan al 45’) brillante, ricca di azioni peiricolose, dove si sono viste tecnica e velocità, ritmo, fraseggi pregevoli.  Una metamorfosi non nuova nel calcio (poi in fondo è questo il bello di questo sport….la sua imprevedibilità!) che ha regalato momenti di bel gioco e che conforta in vista del prossimo inizio della “Viareggio Cup 2011” Intanto in questa giornata “spezzatino” (visti i molti anticipi che la caratterizzano per la partecipazione di molte delle squadre del girone al Torneo versiliese) l’Empoli guadagna punti preziosi e si piazza in una interessantissima zona di classifica a ridosso dei play off…e non solo!

Pronti via e l’Empoli è in gol al 3’: Brugman va a battere un calcio d’angolo e spedisce la palla nell’area piccola dove Mazzanti spizzica di testa versa sinistra per l’arrivo di Konan che di piatto calcia un diagonale che batte Stocchi. Al 7’ Brugman va a battere una punizione dai 25 metrti ed il suo tiro incoccia la traversa vicino al “sette”. Si può dire che la gara dell’Empoli del 1° tempo finisce qui, salvo sporadiche azioni come al 29’ quando Shehiladze, imbeccato in area da un passaggio filtrante di Pucciarelli, manda la palla addosso a Stocchi  in uscita. Il Piacenza tenta di giocare ma senza proporre mai interessanti trame di gioco: da apprezzare la volontà della squadra. Volontà che potrebbe essere premiata al 37’ quando Felline dalla distanza manda la palla a sbattere sulla traversa di Addario e poi a spengersi sul fondo. Molte pallonate da entrambi le parti, poco gioco a terra. Si segnala ancora l’Empoli, il cui tasso tecnico appare nettamente superiore a quallo dei biancorossi, con due azioni al 40’ e 44’: nella prima è Pucciarelli che “schiaccia” dai pressi del dischetto do rigore un pallone pervenutogli in mischia, nella seconda quando Shekiladze viene lanciato in velocità dallo stesso Pucciarelli ma viene anticipato da Mancini. Nei secondi finali del 1° tempo l’espulsione di Konan. Su una rimessa laterale a favore del Piacenza l’assistente di linea richiama l’arbitro ed il Sig. Mangialardi, dopo un breve consulto, estrae il cartellino rosso. Pare che il difensore azzurro abbia rivolto frasi irriguardose nei confronti dell’assistente ma il giocatore dice di no. Vedremo. Intanto sarà bene che i ragazzi di mister Donati mostrino meno nervosismo per evitare di lasciare la squadra in inferiorità numerica: già successo troppe volte nelle ultime gare!

La ripresa è un’altra partita. Gli azzurri, in dieci, cominciano a giocare, e bene, specie con l’asse Brugman-Shekiladze che regala cose deliziose. Già dopo 35 secondi Shekiladze, dopo una fuga sulla corsia di sinistra, va sul fondo e rimette al centro un pallone facile facile per Pucciarelli: purtroppo l’attaccante azzurro “stecca” il gol e manda fuori.

Raddoppio al 13’. Brugman va a battere una punizione un paio di metri fuorid al vertice destro dell’area del Piacenza. Sul tiro fa velo Tognarelli e inganna Stocchi. Pallone nell’angolino basso a sinistra. Il terzo gol al 17’: angolo di Brugman e Tognarelli arriva di corsa e di testa manda in gol poco sotto la traversa. Potrebbe fare il gol della bandiera il Piacenza al 26’ ma Brugman salva sulla linea di porta il tiro di testa di Milani su calcio d’angolo. 29’: Shekiladze lanciato in velocità da Camano arriva davanti a Stocchi e  lo supera con un pallonetto ma sulla linea salva Mancini. I gol sono quattro al 31’. Azione travolgente, tipo gara dei cento metri,  di Shekiladze sulla destra che salta gli avversari in velocità e appena in area rimette al centro per l’accorrente Brugman: rasoterra diagonale e gol. Azione, se possibile, ancora più bella, quella del quinto gol. Shekiladze gioca d’anticipo sul portiere piacentino e va sul fondo da dove rimette in zona dischetto di rigore: arriva Masini che di testa manda in gol. Applausi dalla tribuna.

Il Campionato prevede due turni di sosta per il “Viareggio”. Si riprenderà il 12 marzo con le gare della 6° giornata di ritorno.


IL GIOCATORE PIANETA EMPOLI

BRUGMAN-SHEKILADZE. Il giocatore questa volta è…..due! Sì, perché l’accoppiata Brugman-Shekiladze ha regalato oggi momenti di calcio da leccarsi i baffi. Dell’uruguaiano due gol e gli assist per altri due, oltre a pregevoli giocate che dimostrano, se ancora ce ne fosse bisogno, le doti tecniche del 10 azzurro. Del georgiano la forza fisica, la velocità, l’altruismo e la tecnica; in alcuni momenti forse non sopraffina, ma c’è, eccome! Con una coppia così e con la squadra in condizione fisica l’Empoli può sognare…..



A cura di Fabrizio Fioravanti

CONDIVIDI
Articolo precedenteDal campo…squadra fatta al 99%
Articolo successivoDopo gara Empoli – Piacenza: intervista a mister Donati
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here