Cittadella-Empoli è una delle 21 gare del campionato, una delle tante, ma non per tutti.

Claudio Coralli ha lasciato grandi ricordi in terra veneta ed anche lui porta dentro quella esperienza, che oltre tutto gli ha fatto trovare anche l’amore. Ovviamente non sarà del match domenica prossima (fino a febbraio come noto è out per l’infortunio occorsogli questa estate) ma è lui a presentare questo match parlando anche del suo futuro. Lo fa in questa bella intervista raccolta dal collega Tommaso Carmignani e proposta quest’oggi sul quotidiano “La Nazione”.

 

Conosce l’ambiente, conosce soprattutto mister Foscarini. Secondo lui il compito che attende gli azzurri domenica è maledettamente complicato.
«I numeri parlano di un Cittadella in gran forma  e quindi sarà dura fare risultato».

 

 
Te lo aspettavi?
«Che da quelle parti si lavori bene non lo scopro certo io. Il Cittadella è ormai una realtà della serie B, ma quest’anno sta probabilmente facendo anche più del dovuto».

 
Tu che conosci Foscarini, cosa dovranno temere i tuoi compagni?
«Lui è molto bravo, ormai conosce l’ambiente perchè è casa sua e quindi le sue squadre giocano un bel calcio. Hanno trovato il giusto assetto, servirà una prova in linea con le ultime per fare risultato».

 
Che effetto ti farà non esserci?
«Mi dispiace moltissimo. Sapete che per me giocare col Cittadella ha sempre un sapore particolare, ma dovrò accontentarmi di guardala in tv».

 
Come stai, a proposito?
«Sapete come funziona: recuperare da una rottura del crociato non è una cosa di pochi giorni, ma la condizione è in crescita e il ginocchio risponde bene».

 
Quanto ti aiuta il fatto di allenarti finalmente con la squadra?
«A livello mentale tantissimo. Stare sul campo non è come allenarsi da soli, magari in palestra. Vi confesso che all’inizio, poco dopo l’infortunio, ho sofferto molto, ma ora ho ritrovato morale e vi posso assicurare che non vedo l’ora di tornare».

 
Con un attacco così ci sarà da faticare per trovare spazio…
«Io sono pronto. La concorrenza non mi spaventa».

 
Ma cosa pensi dei 34 gol segnati?
«Con attaccanti così forti come abbiamo noi non è un dato che stupisce. Tavano e Maccarone sono una garanzia».

 
La barba quando sparirà?
«Spero il 12 febbraio. L’idea è quella di giocare un paio di partite con la Primavera e poi tornare a disposizione del mister. Ripeto: non vedo l’ora».

 
Mercato permettendo…
«E perchè? Io ho parlato con la società e con il mister, garantendo che dopo la sosta sarò a sua completa disposizione. Non ho nessuna intenzione di andarmene, qui sto bene».

CONDIVIDI
Articolo precedenteTV | L'ultimo Cittadella-Empoli
Articolo successivoDal campo…si riferma Pratali
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

5 Commenti

  1. Il Cittadella viene da una serie di risultati positivi, ma noi veniamo da una serie di vittorie, anche per il Cittadella sarà difficile fare risultato con l’Empoli!!!

  2. sono daccordo sam,loro ci devono temere,siamo la squadra piu’ in forma del momento,grande sam,assieme a usua,daniele e talvolta dash,sei er meiooo

  3. mi preoccupa il fatto che a centrocampo
    (settore importantissimo)siamo senza
    2 titolari su 3 e se consederiamo anche
    camillucci che avrebbe giocato sicuramente
    ci mancheranno 3 pedine…
    se poi mettiamo anche pratali in forse…
    domenica e’ veramente un banco di
    prova importantissimo ma con quei tre
    la’ davanti si puo’ anche sognare…

    • Una cosa è sicura,non possiamo sperare che gli attuali undici,non abbiano piccoli infortuni o squalifiche….una squadra che punta in alto(questo è quello che speriamo tutti)deve avere anche i giusti ricambi e fino ad ora Signorelli non si è comportato male(a parte la cavolata di Crotone)….Forse sara’ meno interditore di Valdifiori…ma puo’ darci un po’ di qualita’ in piu’….diciamo che alla fine seppur con spostamento a mezz’ala sinistra,sara’ Cristiano che prendera’ il posto di Mirco…..Signorelli quello di Croce…..Secondo me Cristiano,con i diversi infortuni e un a preparazione sommaria e ritardataria,non ha espresso ancora il suo valore,che secondo me nel girone di ritorno verra’ fuori!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here