L´Empoli FC smentisce categoricamente le voci prive di fondamento, che si rincorrono da ieri sera e che parlano di dimissioni del direttore sportivo Marcello Carli. 
Il rapporto fra Carli e il presidente Fabrizio Corsi è ottimo e di stima reciproca.

 

Poche righe che crediamo bastino per chiudere il discorso. Auguriamo buona prosecuzione di lavoro al Ds Marcello Carli.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMercato Azzurro | Arriva Zambelli
Articolo successivoStadio Nuovo | Sommossa popolare sul web
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

33 Commenti

  1. Purtroppo in questa giungla mediatica che si aggroviglia su se stessa c’è solo un modo per capirci qualcosa: CHIAREZZA ….tutti questi discorsi che si rincorrono, tutti che criticano tutti , senza un briciolo di verifica …..è peggio dei discorsi da bar…..almeno al bar c’era sempre il barista che diceva: una camomilla ai nervosi…… un caffè ai briai. ….una birra e un panino così si fa la pace …..e tutti gli davano il giusto peso. Oggi invece in questo meccanismo infernale veniamo tutti stritolato senza poter mai esser certi di chi dice il vero o il falso….UN PO DI Misura SEMPRE…buon ferragosto

  2. possono andare via i giocatori , il mister ma CARLI E CORSI SONO IL PRESENTE E FUTURO DELL’ EMPOLI ,con loro si può sognAre , non esiste l’ Empoli senza di loro …FORZA MAGICO AZZURRO

  3. Per me qualcosa c’ è stato…anche le parole del Corsi, enigmatiche e poco chiare, lo testimoniavano…poi magari c’è stata una ricomposizione…vedremo cosa dirà Carli oggi alla presentazione di Maiello.

    • D’accordo con S’ostina e gli altri amici. Qualcosa c’è stato per forza. Poi, per ora, si è trovato un accordo.

  4. Premetto che non nutriamo alcuna simpatia per la sindaca ed il suo partito di vecchi affaristi e nuovi demorenziani; e che siamo convinti che Empoli da trent’anni sia governata da un manipolo di burattini che tutto hanno a cuore tranne il bene della città e di chi ci vive. Ma nonostante queste premesse ci rattrista da morire vedere come tanti empolesi, che tutto hanno accettato supini fino ad oggi, siano insorti (virtualmente) di fronte allo scetticismo mostrato dalla Barnini nei confronti del progetto del nuovo stadio. Se ieri complice il caldo e la noia che avvolge la città in questi giorni di agosto, l’idea ci aveva un po’ stuzzicato, è bastato che calasse la sera per rimettere a posto i pensieri.
    Se in tutta questa faccenda ci fosse un minimo di serietà:
    – Il progetto sarebbe stato un progetto vero non 10 diapositive.
    -Un’opera di tali dimensioni non sarebbe presentata il 12 agosto alle tre del pomeriggio senza la presenza dei rappresentanti degli sponsor e del presidente (che dubito avesse impegni più importanti),e di fronte a una platea di 5 scribacchini locali.
    -Il Ghelfi non avrebbe mai usato quei toni provocatori nei confronti dell’amministrazione, con cui i rapporti sono pessimi da sempre, sapendo che senza il loro consenso non si sposta un mattone.
    Quindi la domanda che ci siamo posti, mentre i pasdaran di Monteboro insorgevano sul web, è stata: che senso ha tutto questo?
    E dopo qualche ora è arrivata la notizia, non ancora smentita dal diretto interessato, delle probabili dimissioni di Marcello. La mente è subito volata ad un’altra conferenza stampa che ha fatto storia. Quella in cui Fabrizzino, dopo l’impresa contro il Vicenza nei play-out, annunciava le dimissioni di Pino Vitale e la messa in vendita della società. Quando si dice che la storia si ripete…
    Quindi invitiamo tutti i tifosi azzurri a evitare di accapigliarsi intorno ad una polpetta avvelenata, gettata lì per destabilizzare l’ambiente, e a pretendere dalla società la massima chiarezza.

  5. Credo che s’ostina abbia ragione. Troppo strano senno che nasca una notizia così infondata dal nulla. L’importante è che tutti si sia risolto

  6. Carli si sarà stancato di dover fare calciomercato con tre spiccioli ed elemosine quando poi la societá vuol spendere e spandere su progetti di stadi. La sopravvivenza dell’empoli passa dal campo, non dallo stadio. In B torniamo ad essere i soliti 2.500 di sempre.

  7. Intanto Maiello non lo presenta il Carli.c’è scritto sulla Gazzetta on line.carli in ferie fino a ferragosto.e se il nuovo DS fosse Tosto mosso da un team di procuratori tipo PUCCINELLI? E’ una ventata arrivata dalla Versilia.mi sbaglierò………Giovanni

  8. Per ora questo comunicato basta e avanza. Adesso inizia la stagione e queste questioni sullo stadio o sulle dimissioni di Marcello possono solo far male all’ambiente.

  9. E’ tutta una manovra montata ad arte dalla fam.Corsi per il loro interesse personale. Il Carli pero’ non ci sta’ e non vuole essere coinvolto. Lui vorrebbe fare una campagna acquisti più competitiva, ma non gli viene permesso. Si capisce chiaramente che si cerca di sfruttare l’ondata di protesta popolare per guadagnare consensi a loro favorevoli.e’ vero lo stadio lo fa la squadra se torniamo in B allo stadio ci vanno 2000 persone si e no.

  10. Comunque mi dovete spiegare che c’entra il numero di gente che verrebbe in B…

    Lo stadio avrebbe la capienza identica a quello di oggi… non è che si fa più grande…si fa più bello e più comodo

    • e si stava comodi anche fino all’anno scorso…e dimorto larghi…
      e nessuno sentiva la mancanza di tanti occasionali che si sono aggrappati
      al carro del vincitore!!!!
      no allo stadio nuovo, grande sindaco e grandi i 3000 che ci sono sempre stati!!!!

  11. Se ci fà scappare per affidarsi alla lingua felpata di Tosto, per me il calcio ad Empoli rischia davvero di finire.
    Aspettiamo ma dalle dichiarazioni del Corsi trapela qualcosa di strano perchè una cosa del genere se falsa la si liquida con una risata e la si commenta con l’ironia del caso.
    Dire a me non ha detto nulla, non ne sò niente, me lo dirà nei prossimi giorni (non hanno il numero di telefono?!?!) lascia immaginare che la cosa potrebbe non essere campata per aria…

  12. immagino che gia’ tanti occasionali si pentono
    di aver fatto l’abbonamento….ah ah ah…
    ritornate dove vu eravate fino a 1 anno fa e lasciate
    lo stadio a chi c’e’ sempre stato!!!!

    • Mica è tanto fuori dal mondo come cosa.

      Magari ha annusato l’aria che tira e teme di essere usato come capro espiatorio nel caso le cose vadano male in futuro…specie in caso di partenza di qualcuno di importante prima di del 31 agosto.

      Fabrizzino incassa il cash mentre al pubblico ludibrio è esposto lui solo come “uomo-mercato”.

      • Soino d’accordo con te, l’Anonimo, Max e quanti sopra hanno avanzato dei dubbi. Secondo me il nostro DS vorrebbe giocatori che anche costano un po’. L’ho sempre detto: ci deve essere un equilibrio fa costi e ricavi, non si può fare le nozze coi fichi secchi, appunto. E i ricavi dove fanno a finire? Eh, insomma, un po’ di moderazione ci vuole. Questa è l’ipotesi che sorge spontanea. E poi il documento della società è imbarazzato, proprio per le formule che usa. Insomma: compriamo i giocatori che ci servono e non ci rompete i c……ni, eh, società.

  13. Intanto Maiello x “colpa” del Napoli non è stato presentato.un thriller un giallo o………..CI PIGLIANO X IL C..O? Felice di sbagliare….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here