Abbiamo contattato il difensore Gigliotti, arrivato ad Empoli nel corso dell’ultima sessione di calciomercato ed inserito nello scambio che ha portato Flavio Lazzari a Novara. Come già detto, ma come ci ricorda lo stesso calciatore francese, al momento è indisponibile per un problema ad un dito del piede.

 

Buongiorno Gigliotti, ben arrivato ad Empoli…

Grazie mille, sono davvero contento di essere arrivato ad Empoli, non ci ho pensato due volte quando mi è stato proposto ed ho firmato un contratto di due anni. Davvero molto, molto felice.”

 

Però, come abbiamo già avuto modo di dire, non potrai essere disponibile da subito?

Purtroppo no, come avrete visto cammino con le stampelle (ride, ndr.). Ho una frattura al quinto metatarso del piede destro e per il momento non sono in possibilità di allenarmi con la squadra. Credo, stando a quanto detto dai medici, che ne avrò per un mesetto. E se posso aggiungere una cosa, devo essere ancora più riconoscente all’Empoli che sapeva di questa mia situazione ma mi ha ugualmente ingaggiato.”

 

Senti arrivi come terzino sinistro, anche se, la scorsa stagione a Foggia, hai sempre fatto il centrale?

Si è vero. Sono un difensore centrale che sa giocare anche come esterno a sinistra in una difesa a quattro. Due anni fa, a Novara, ho sempre giocato come laterale, salvo un partita dove subentrai. A Foggia, come hai detto tu, lo scorso anno sono sempre stato impiegato in mezzo.”

 

Sappiamo anche che sei uno specialista dei calci da fermo?

Specialista, mah, si mi piace calciare punizioni e rigori e me la cavo abbastanza bene, meglio però con i rigori.”

 

Senti con che spirito arrivi ad Empoli?

Con lo spirito di voler far bene. Adesso devo cercare di rimettermi da questo problema, e poi mi mi metterò a disposizione del tecnico e della squadra. E’ una grande opportunità e voglio giocarmela al meglio anche per ripagare la fiducia della società

 

Cosa pensi di questa squadra? Hai assistito proprio al match tra Novara ed Empoli?

E’ una squadra che ha qualità, e che se prende maggiore consapevolezza nei proprio mezzi puo’ fare molto bene, vedi il secondo tempo con il Novara dove poteva, anzi potevamo, portare a casa i tre punti.”

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteNasce la Web Tv della Lega di serie B
Articolo successivoStovini al Brescia. La foto del primo allenamento.
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

11 Commenti

  1. Siamo diventati davvero una squadra di “filantropi”…
    – prendiamo Pecorini, nonostante sia squalificato fino al 30 settembre 2012;
    – prendiamo Boniperti, nonostante sia infortunato e “debba curarsi a Torino”;
    – compriamo Gigliotti, nonostante sia infortunato “da stress” al metatarso…
    Non so se può valere lo stesso principio, perchè io ho il legamento crociato anteriore rotto: lo segnalo, non si sa mai che mi arrivi a casa una proposta di contratto…

  2. Un giocatore che a Novara ha avuto difficoltà a mettersi in mostra, nel Foggia in c1 e’ riuscito a dare più continuità…non e’ male…e secondo me si puo’ giocare il posto da titolare con Regini…

    • Un’alternativa in più SAM…non fa mai male….dopo un campionato di C1 ben giocato e qualche esperienza in serie B con il Novara(12 partite compresa una partita dei play off)chissa’ che non possa diventare il Laurini di sinistra….tra l’altro anche la sua breve carriera francese lo ha visto l’ultimo anno giocato nel Monaco AS(serie b francese)mettere a segno ben 8 goals(magari qualcuno su rigore).Adesso un po’ tutti storciamo la bocca…speriamo poi di lustrarci gli occhi!

  3. Sarà una sorpresa piacevole. Sarò stato fortunato ma lo scorso anno ho visto 4 gare del Foggia, (2 in Toscana, una a Foggia ed una a Taranto), e mi face un ottima impressione, nonostante facesse il delicato ruolo di centrale a tre (con Stringara). Questo dato ci tranquillizza anche sulla sua versatilità. Dimenticavo. Ha una grande botta. Non siamo ai livelli di Emerson, ma ha un bel sinistro.

  4. X Lorenzo. Emerson è uno dei calciatori più atipici che ci sia in giro in Italia. Sembra un fuoriclasse uscito dagli anni 70, lento e difficilmente collocabile tatticamente (era un centrocampista fino a Taranto, inventato difensore a Lumezzane e Reggio Calabria, adesso è tornato a centrocampo a Livorno). Ma possiede un calcio difficilmente riscontrabile anche ad altissimi livelli. Quando parte il suo sinistro è davvero difficile prevedere cosa succede. Saluti 😉

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here