cabassiLa gara di sabato prossimo, valevole come 4° turno della Serie B Eurobet, vedrà gli azzurri di fronte alla neopromossa Carpi.

I biancorossi, alla loro prima stagione di serie B, come spesso accade in queste situazioni, hanno dovuto effettuare un discreto restyling al loro stadio, il “Cabassi”, cosa che ha costretto la squadra carpigiana a migrare a Modena per la prima giornata casalinga, quella con il Padova.

Gara poi passata alle cronache per l’interruzione a causa dei blackout dell’impianto d’illuminazione.

 

Dalla prossima sfida, appunto quella con gli azzurri, però il Carpi tornerà a giocare nella propria casa, dopo che nella giornata di ieri, gli ispettori di Lega, sono arrivati i benestare per la praticità dell’impianto sportivo.

Anche la società ha evidenziato il fatto con questa nota apposta sul proprio organo ufficiale:

 

Nella giornata odierna la Commissione Provinciale di Vigilanza e la Lega Serie B hanno, in due sopralluoghi separati, dato parere favorevole alla disputa delle gare ufficiali del Carpi FC 1909 allo Stadio Sandro Cabassi. Domani la Società consegnerà alla Commissione Criteri Infrastrutturali della Figc la documentazione necessaria.

 

Gli azzurri terranno cosi a battesimo la primissima storica del Carpi in serie B sul proprio terreno di gioco. Una cosa analoga a quella accaduta lo scorso anno con il Lanciano che inauguro il “Biondi” proprio con l’Empoli. In quell’occasioni ci ricordiamo tutti come ando’….

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteGiudice Sportivo serie B
Articolo successivoTV | l'ultimo match dei prossimi avversari
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

15 Commenti

  1. Io mi ricordo (perche c’ero ) una vecchia partita vinta,mi sembra,2-1 con un terreno infame.Nell’occasione scivolata clamorosa del Dr.Falai entrando in campo per soccorrere un giocatore.Venti e più anni fa.

  2. Per me il Carpi, a prescindere dal loro valore e nonostante adesso sia meritatamente in B, rappresenta in pieno i tristi ricordi dei 7 anni di C1 passati dopo i fasti della A di Salvemini della fine degli anni ’80.
    E per me, che ero “giovincello” e che avevo iniziato ad amare questi colori mentre si giocava contro la Juve, l’Inter, il Napoli di Maradona… giocare col Carpi rappresentava una vera e propria “umiliazione”…
    Umiliazione che poi “sul campo” si raddoppiava perchè spesso (come poco sopra ricordato) a Carpi se ne “buscava” ed in casa non si sbloccavano mai tanti scialbi 0-0…

  3. Io una cosa che in quegli anni avevo spesso davanti agli occhi e che non ho ancora dimenticato) sono i rigori di Cesena contro il Brescia… E gli 0-0 casalinghi che rammenta Usualemi pesavano soprattutto in quanto arrivavano puntuali nel girone di ritorno dopo quello d’andata condotto ai vertici della classifica. Non dimentico mai quegli anni, finiti 7 anni dopo a Modena contro il Como.

    • Rispondo a Te ed a Claudio (forse mio coetaneo): è proprio vero, dopo i rigori di Cesena ogni anno pareva l’anno giusto per tornare in B, ma ciò non accadeva mai, spesso a causa di gironi di ritorno pessimi!
      Meno male che alla fine è arrivata la mitica serata di Modena con il goal di Carmine Esposito che ha cancellato quegli orrendi 7 anni…

  4. si sa qualcosa sui biglietti per il settore ospiti…??
    dai che carpi è vicina…dove sono i 1500 tifosi di livorno??avanti azzurro!!

  5. C’ero anch’io a carpi un’anno ed ero anche a cesena per lo spareggio, che ricordi! 17 anni!! questa è storia ragazzi, perchè non organizziamo una cena dash usua fabio ecc…
    Ma lo vogliamo dire che siamo dei tifosi DOC, come noi pochi altri.
    Forza magico azzurro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here