Arrivato la scorsa estate dopo essersi svincolato dal fallito Mantova, Jasmin Handanovic ha vissuto un campionato iniziato da titolare e finito come riserva del giovano e bravo Pelagotti. Il suo contratto con l’Empoli era di un anno e quindi in scadenza a giugno 2011. Lo abbiamo intervistato per tracciare il solito bilancio di fine stagione e per capire quelli che potrebbero essere gli sviluppi futuri.

 

Jasmin, hai disputato due campionati diversi: la prima parte da titolare e la seconda da chioccia all’emergente Pelagotti. Come è stata questa annata?

Sono soddisfatto per come ho giocato le mie partite, anche se in alcune situazioni mi prendo la responsabilità di alcuni errori, soprattutto nella partita di Padova sul loro primo gol. Per il resto sapevo già che la società avrebbe fatto questa scelta, Alberto è molto bravo ed essendo un prodotto dell’Empoli loro volevano puntare su di lui affiancandogli un portiere più maturo. Non è stata per me una bocciatura ed ho vissuto molto serenamente l’evolversi della situazione, facendo sempre il tifo per Alberto che ha giocato un grande campionato.”

 

Adesso che però sembra definitivamente delineato il fatto che sarà Pelagotti il titolare fin dall’inizio tu che pensi di fare?

Ho il contratto in scadenza, non dipende solo da me, la società dovrà fare le sue scelte. Ancora non c’è stato un contatto ufficiale, credo che parleremo e capiremo quello che è il bene per ambo le parti. Certo mi piacerebbe giocare ancora, parlerò anche con il mio procuratore.”

 

Si era detto di un tuo possibile ritorno in patria?

Non c’è niente all’orizzonte di concreto. Mi piacerebbe restare in Italia cosi come non disprezzerei di tornare il Slovenia. Sarà importante capire il progetto che mi si presenterà indipendentemente dal luogo.”

 

Come ti sei trovato, anche sotto il profilo umano, ad Empoli?

Bene, molto bene. Sia la parte lavorativa che quella fuori dal campo sono state molto positive. Ho conosciuto grandi persone ed Empoli è una città davvero perfetta per lavorare ma soprattutto per vivere. Onestamente, dal mio punto di vista, rimarrei volentieri in questo gruppo.”

 

Come giudichi il campionato degli azzurri?

Abbiamo fatto davvero il massimo, non era facile pensare di salvarci con tre giornate di anticipo e provare fino alla fine ad inseguire i playoff. Certo è vero, abbiamo avuto qualche passaggio a vuoto che non ci voleva, anche perchè capisco che se vinci 3-0 con l’Atalanta e perdi 1-0 con il Modena questo può sembrare strano. Noi alla fine della stagione ci siamo guardati in faccia e siamo stati soddisfatti del risultato.”

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteSilvio Baldini potrebbe tornare in panchina
Articolo successivoCalcioscommesse: 5 squadre di A nel mirino
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here