Con il mercato che si sta preparando per diventare incandescente, abbiamo contattato l’agente FIFA  Mario Giuffredi, procuratore che cura gli interessi, tra gli altri, di Mirko Valdifiori e Vincent Laurini. Con lui abbiamo parlato delle prospettive dei due calciatori, il primo come noto di proprietà dell’Empoli e il secondo in comproprietà con il Carpi.

 

Buonasera Giuffredi, parliamo di Valdifiori; quella che è andata in archivio è stata una stagione davvero positiva per il ravennate, ci è sembrato sia tornato sui suoi livelli, è d’accordo?

«E’ stato tra i 4-5 elementi che hanno trascinato l’Empoli in questa stagione sfiorando addirittura la serie A. E’ tornato sui livelli che gli competono, anzi secondo me, per alcuni versi, meglio rispetto al passato. Ha avuto anche una notevole crescita a livello mentale e di consapevolezza»

 

In questo periodo è inevitabile parlare di mercato; c’è qualcosa che bolle in pentola?

«Abbiamo parlato con alcune squadre, è inevitabile visto che stiamo parlando di quello che a mio avviso è stato il miglior centrocampista della cadetterie. Vagliamo tutte le possibili offerte poi decidiamo quella che si adatta meglio alle nostre esigenze, tenendo sempre in considerazione quelle che saranno le volontà di Mirko e l’Empoli che detiene il cartellino del mio assistito. Sarà un mercato interessante.».

 

Siamo sicuramente all’alba del calciomercato; c’è una fase nella quale secondo lei il calciomercato esploderà e ci saranno maggiori offerte per il suo assistito?

«Ritengo che dobbiamo attendere la conclusione delle comproprietà che ci sarà il prossimo 20 giugno. Da quel momento le società avranno le idee più chiare, e le trattative saranno sicuramente più concrete, e da li che penso che ci saranno offerte per Mirko. Se in Italia non ci si accorge di lui vuol dire che si hanno gli occhi bendati…

 

A proposito di comproprietà c’è un altro suo assistito che ha giocato la stagione appena conclusa nell’Empoli, la cui posizione è da definire. Cosa ne pensa della  di Laurini Tra Empoli e Carpi?

«E’ una altro calciatore che ha disputato un ottima stagione con l’Empoli. Di conseguenza la società deve dimostrare di credere nel ragazzo, acquisendo l’intera proprietà del cartellino.»

 

L’interlocutore è il Carpi, cambia qualcosa se gli emiliani salgono in serie B?

«L’unica cosa che può cambiare è che ci può essere una concorrenza più spietata da parte del club emiliano. Ma c’è la volontà del calciatore di rimanere a Empoli, la mia volontà che Laurini sia a Empoli anche nella prossima stagione, sta alla società come le ripeto di credere nel calciatore, penso sia più facile visto che sia io sia il calciatore vogliamo rimanere a Empoli.

.

Per PianetaEmpoli.it

Stefano Scarpetti

CONDIVIDI
Articolo precedenteFinali Nazionali Allievi – Programma 2a giornata
Articolo successivoFinali Allievi – Vittoria azzurra all'ultimo respiro
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

11 Commenti

  1. “la mia volontà che Laurini stia a Empoli anche nella prossima stagione”. Ma che sei suo padre??? Ma non deve decidere il giocatore? Questi procuratori sono proprio dei cactus piantati su per il c**o.

    • Quoto al 100%, hai ragione!
      Ma siamo impazziti?!
      «penso sia più facile visto che sia io sia il calciatore vogliamo rimanere a Empoli»
      Sia io???? Che vuole dire questo? Che se lui, invece, voleva che giocasse nel Carpi o ancora che se mai cambiasse idea (ad esempio se gli emiliani salissero in B), l’opposta volontà di Laurini di giocare a Empoli conterebbe meno?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here