Non essendoci recati a Bari abbiamo contattato il tecnico azzurro, Maurizio Sarri, per una veloce intervista testuale a caldo dopo la strepitosa vittoria in rimonta a Bari.

 

Mister, avevamo detto che non c’è due senza tre ed abbiamo vinto 2 a 3. Battute a parte una grande vittoria, una grande rimonta…

Meritata, nel secondo tempo credo non ci sia stata partita, ma anche nel primo tempo, se escludiamo i due gol non abbiamo subito praticamente mai. Purtroppo dispiace perchè continuiamo a prendere troppi gol e veniamo puniti sempre pesantemente quando sbagliamo. Però se davanti facciamo cosi, va bene e se poi i gol arrivano anche i difensori va ancora meglio, anche per loro che se lo meritano.”

 

Cosa è successo nell’intervallo?

” Ho detto ai ragazzi di stare tranquilli, che loro si sarebbero aperti e che comunque per come stavando giocando i frutti sarebbero arrivati. Poi i ragazzi sono stati ecomiabili, ci hanno creduto ed hanno voluto questa vittoria.”

 

Tre vittorie in tre partite, semmai ci fosse stata una crisi la possiamo definire terminata?

Mah, non credo ci fosse stato da drammatizzare prima non credo ci sia da fare particolari feste adesso. Certo si gioca per vincere e quando arrivano i risultati siamo tutti più felici e sereni. La strada è ancora lunga e questi risultati devono servire per trovare, semmai, maggiore sicurezza e tranquillità.”

 

E’ comunque un bel crescendo, grazie anche alla crescita dei singoli?

Stiamo raccogliendo quello che seminiamo durante la settimana, cosa non successa nelle prime giornate. E’ indubbio che questa squadra abbia dei giocatori importanti e se questi stanno bene e fanno le cose che devono, il resto viene da solo. Abbiamo ancora tanti infortunati però ed alcuni ragazzi che purtroppo non hanno la condizione piena, questo è il rammarico.”

 

Una parola per Tonelli, un ragazzo sempre nel mirino, al quale tu hai dato fiducia, oggi ripagata ampiamente….

Non solo oggi, credo abbia fatto una discreta partita anche sabato scorso. Sta facendo bene e con questo assetto, come dettoci anche dopo l’altra partita, a destra puo’ far bene. Sono contento per lui per il gol e non soltanto perchè ci ha dato la vittoria.”

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteRisultati finali 12a giornata serie Bwin
Articolo successivoBen 5 "Giovanissimi" convocati per la selezione Nazionale Under 15
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

7 Commenti

    • Io sono uno di quelli che lo volevo mandare a casa!! Posso dire che ancora non siamo guariti del tutto ed attenti ad esaltarci troppo, l’unica importante differenza rispetto all’inizio di campionato e’ che davanti si segna con continuità e siamo decisamente in forma, ma attenzione che dietro si continua a sbagliare e non si può regalare 2 goal a partita, oggi e’ andata bene, per carità con una vittoria ampiamente meritata, ma mi chiedo perché dobbiamo spendere tutte queste energie? Ho criticato l’allenatore quando in maniera testarda continuava per la propria strada incurante dell’evidenza (tutti criticavano il non trovare alternative di schemi e uomini) ma ora niente da dire, tra l’altro come persona mi rimane anche molto simpatico!!!

  1. Grande Mr.! Rimaniamo con i pedi per terra… umiltà xké ancora la lista infortunati è lunga x adesso accontentiamoci d raccogliere i frutti e di zittire tutti gufacci del caxxo!! Shhhh che silenzio…

  2. Ragazzi, se non era per il corsi che, senza soldi per sostituirlo, gli ha IMPOSTO di giocare col trequartista e due punte in linea, si giocava ancora con l’assurdo 4.4.1.1 di inizio anno con la seconda punta a fare quel ruolo inconcepibile a metà fra il centrocampista e la seconda punta…
    Di certo ha il merito di non aver detto “o così o me ne vado” e di aver capito che doveva cedere all’evidenza.
    Altro merito è una brava persona, ma questo non basta altrimenti Capello non avrebbe fatto carriera visto che è una vera e propria m.erda
    Vediamo cosa succederà da qui a fine anno, sperando che il corsi “metta bocca” al momento giusto qualora accada di nuovo che sarri sbagli

  3. L’anno scorso i cambi di panchina hanno fatto piu’ danno della grandine, sono contento per la fiducia data a Sarri e per i risultati che stanno arrivando, ci saranno altri momenti no questo e’ sicuro ma per adesso godiamoci il presente! Forza azzurro!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here