Al campo di allenamento quest’oggi c’è stata la gradita sorpresa della presenza di Vittorio Tosto, indimenticato fresco ex, che rimarrà indelebilmente nel cuore di tutti i tifosi azzurri.

Abbiamo approfittato per scambiare due inaspettate chiacchiere.

 

Vittorio, intanto come stai e cosa stai facendo di bello in questo periodo?

Sto bene, diciamo che in questo periodo sto soprattutto recuperando un po’ di tempo per me stesso e per la mia famiglia, tempo che il calcio professionistico in questi ultimi anni mi aveva portato via. Ho comunque diversi impegni e mi diverto sempre a giocare a pallone, lo faccio a Lucca, dove vivo e dove ho il mio centro sportivo. Gioco nello Sporting Lucchese, però lo dico subito, non mi alleno, vado e gioco, è un divertimento ormai.”

 

Però Vittorio un’altra annata da professionista l’avresti potuta fare?

Non mi nascondo nel dire che ci sono stare delle proposte in estate, diverse dalla LegaPro ed un paio anche in B, ma quando non hai più lo stimolo giusto non puoi nè perdere nè fare perdere tempo. L’intelligenza delle persone sta anche nel sapere quando dire basta. Come sapete, come ci siamo detti anche a fine stagione, mi piacerebbe un giorno tornare in un club professionistico ma come allenatore, partendo magari dai bambini. Ci sarà tempo, per adesso va bene cosi.”

 

Non possiamo non chiederti se segui l’Empoli?

Come no, sono un tifoso di questa squadra, quello che Empoli mi ha dato professionalmente non l’ho avuto da nessun’altra parte, ci sarà sempre un legame importante tra me e questa società, questa tifoseria e questa splendida città.”

 

Cosa ne pensi di questa squadra, molto ringiovanita ma con ancora qualche tuo ex compagno?

Mi sembra che stiano facendo un grande campionato. E’ chiaro che quando chiudi un ciclo e ne apri uno nuovo ci vuole tempo e pazienza, ma la società ha lavorato bene partendo dalla scelta dell’allenatore, uno che ha dimostrato di saper lavorare bene con i giovani. Poi ci sono alcuni ragazzi che sono cresciuti davvero tanto, parlo dei vari Mori, Tonelli e soprattutto Fabbrini, che non sta vivendo un momento felicissimo ma che tornerà alla grande. Sono poi molto contento per Claudio (Coralli, ndr.) sta confermandosi un bomber di razza e da questa stagione raccoglierà grandi frutti. L’Empoli ha dimostrato di potersela giocare con tutti, fanno bene a tenere i piedi per terra, ma questa squadra potrebbe tranquillamente togliersi soddisfazioni ben maggiori della semplice salvezza.”

 

Una battuta te la chiediamo su chi adesso fa il Vittorio Tosto, ovvero Gorzegno e Gotti?

Intanto sono fortunati perchè l’uno puo’ rimpiazzare l’altro, io ero l’unico esterno sinistro, però al di la delle battute posso dire che stanno facendo bene. Marco è un giocatore che ha dalla sua tanta esperienza, conosce bene il mestiere ed è una garanzia, Gotti lo avevo visto giocare poche volte, ma i numeri ci sono tutti, se trova maggiore continuità potrà solo avere un roseo futuro.”

 

Senti come mai questa sorpresa al campo?

A dire la verità sono passato per ritirare dei biglietti per domani, verrò a vedere la partita con degli amici, una volta qui non potevo non salutare quella che fino allo scorso anno è stata la mia seconda famiglia, voi giornalisti compresi. E poi, ma non lo diciamo tanto in giro, sono venuto a vedere l’Empoli due volte quest’anno, con il Siena e con l’Atalanta, ma zitti.”

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteWeek end azzurro giovani – Le gare di sabato e domenica 5 e 6 marzo
Articolo successivoVideo | Il pregara di mister Bergodi
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here