Coppa Italia sollevata

La Coppa Italia sta andando in… “tilt”: tutta colpa dei risultati che stanno emergendo dagli Ottavi di Finale, ed il tabellone sta diventando ingarbugliato. Ma andiamo per ordine: come tutti sappiamo il turno degli Ottavi di Finale di Coppa Italia, come del resto anche quello successivo dei Quarti di Finale, viene disputato su un’unica gara: gioca tra le mura amiche la squadra a cui è stato associato il coefficiente più basso.

.

Regolamento alla “mano” ci siamo resi conto che, nei Quarti di Finale, potrebbe verificarsi un caso non contemplato, che potrebbe mandare in “tilt” la programmazione delle gare.

.

Coppa Italia sollevataPer quello che concerne i Quarti di Finale il regolamento recita così: “se due società che disputano le gare interne sul medesimo campo hanno concomitanza di gare dei Quarti di Finale in casa, la vincente della competizione o, in subordine, la società meglio classificata in campionato al termine della stagione precedente a quella in cui si disputa la competizione mantiene il diritto di giocare in casa, mentre l’altra subisce l’inversione del campo (in pratica è quello che è successo nei Sedicesimi di Finale al Genoa contro l’Empoli, ndr).
Qualora in virtù di tutte le combinazioni possibili, l’ordine di svolgimento delle gare di più Società in condizione di coabitazione di campo fosse reciprocamente condizionato, avrà priorità su tutte la vincente della competizione o, in subordine, la società meglio classificata in campionato al termine della stagione precedente a quella in cui si disputa la Competizione, che mantiene il diritto di giocare in casa, mentre le altre saranno automaticamente adeguate”.

.

Poniamo adesso il caso che, oltre il Milan, la Lazio, la Juventus ed il Parma, riescano a passare il turno degli Ottavi di Finale queste squadre (tenendo in considerazione la logica della gara in casa e della favorita sulla “carta): ROMA (3) – FIORENTINA (6) – UDINESE (13) – INTER (5)

.

Gli accoppiamenti ai Quarti di Finale sarebbero i seguenti:
MILAN (1)–LAZIO (9)
PARMA (2)–JUVENTUS (7)
ROMA (3)–FIORENTINA (6)
INTER (5)–UDINESE (13)

In questo caso, però, seguendo il regolamento, Milan ed Inter non potrebbero giocare in casa contemporaneamente. La priorità di giocare la gara secca a San Siro, a quel punto, ce l’avrebbe l’Inter (in quanto squadra meglio piazzata nel campionato precedente). In quel caso il Milan giocherebbe forzatamente fuori casa la sua gara che la vede opposta alla Lazio.
La Lazio, però, a sua volta, sempre secondo il regolamento, non potrebbe giocare in casa in quanto l’Olimpico sarebbe già “occupato” dalla gara Roma-Fiorentina.
I giallorossi, tra l’altro, avrebbero anche il diritto di giocare all’Olimpico in quanto la Roma è arrivata prima dei laziali nello scorso torneo.

A quel punto la gara MILAN-LAZIO, che secondo il regolamento dovrebbe “adeguarsi automaticamente”, dove si dovrebbe disputare?

.

…la curiosità di capire cosa potrebbe succedere è tanta, ma la voglia di “aggiustare” il tabellone è certamente superiore, se soprattutto pensiamo ad un eventuale quarto di finale al Franchi di Firenze…

1 commento

  1. Bah… Secondo me questo non é un problema. Giocherebbe in casa l’udinese. La roma ha la priorita, quindi la lazio fuori e inter fuori. Semplice no?

  2. …eh, pensiamo al campionato, quindi a Roma mandiamo in campo i pulcini…che discorsi sono? Ma che si fa a fare la coppa italia allora? A ‘sto punto, se deve essere solo una seccatura, chiediamo alla lega, ancor prima che parta la competizione, di esserne esentati. E’ una cultura prettamente italiana che io non condivido assolutamente. Giocarsela sempre, dappertutto, poi quel che sarà…sarà.
    Ancora non ho digerito l’atteggiamento di 8 anni orsono…..si sacrificò la coppa uefa per il campionato……che poi si retrocesse uguale. Tutto fa blasone, campionato, coppa italia, coppa toscana…..ecc..

    • Hai ragione, ma quest’anno abbiamo delle riserve di vero valore e queste sono proprio le occasioni giuste per provarle e per farle giocare. Piena fiducia a Sarri ed ancora una volta piena fiducia alle “seconde linee”!

    • …perfettamente d’accordo….giocarsela sempre e comunque…e vada come vada….la coppa uefa non ha insegnato nulla??????

  3. Sarri, a mio parere, non vuole andare a Roma a prendere sei gol, come ha fatto ieri il Verona a Torino … e si è visto anche in coppa con il Genoa, dove ha utilizzato qualche “riserva” ma senza esagerare e senza giovani in campo. Poi se la Roma vuole vincere vincerà …

  4. Bravo vaglia80 …. e aggiungerei qualche primavera in panca per poi essere super freschi con.l.udinese dove ci serviranno per forza punti

    • Tra la Roma in coppa e l’Udinese ci sono SEI giorni (si gioca di lunedì alle 19); se un calciatore non recupera in sei giorni vuol dire che ha grossi problemi negli allenamenti. Piuttosto è molto più facile che qualcuno che la gioca tutta con l’inter non ce la faccia a giocare martedì. Sarri deve vedere questo (ma lui lo sa bene 🙂 )

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here