Ciofani-Frosinone-620x350-1Ha parlato in conferenza stampa l’attaccante del Frosinone, Daniel Ciofani, che ha parlato ovviamente anche della sfida di sabato contro i nostri azzurri.

Questi alcuni stralci ripresi da “tuttofrosinone.it”

 

Empoli in crisi? Credo che non sia in crisi perché, a differenza nostra, ha perso una sola partita. Poi sono stati sfortunati in alcuni frangenti, a livello di prestazione non è in crisi. Sono in posizione di classifica tranquilla e possono giocare ancora più liberi mentalmente. L’Empoli è una squadra forte, che gioca e che è in forma nonostante la media punti si sia dimezzata nelle ultime cinque gare.”

 

“Percentuale salvezza? Dico il 50%, perché siamo un po’ in ritardo, altrimenti avremmo alzato l’asticella. Fragilità difensiva? Secondo me analizzando bene il campionato, ne parlavo proprio ieri con Dionisi, noi abbiamo avuto un dicembre-gennaio molto particolare. Mesi in cui abbiamo preso tanti gol, la spiegazione è difficile da generalizzare. Ci sono tanti fattori, molti non devono essere detti nemmeno in conferenza stampa però gli errori individuali fanno parte di questo gioco, tanto più per la neopromossa. Vedendo alcune partite è stata sbagliata la debolezza mentale, la fragilità a reagire in quelle partite che poi sono finite con tanti gol per gli avversari. Gli errori individuali ci stanno, sento spesso criticare Crivello, è un giocatore che dà l’anima”

 

“Come si batte l’Empoli? L’atteggiamento deve essere lo stesso di queste ultime partite. L’Empoli è una squadra che gioca anche meglio rispetto a delle big. Dobbiamo difenderci come se stessimo giocando i play-off. Dobbiamo ritrovare le sensazioni come nelle 7-8 gare finali dello scorso anno dopo la vittoria di Varese. Magari ripeteremo la gara dell’andata, soffrire e vincere sarebbe bellissimo”.”

CONDIVIDI
Articolo precedenteI Più e i Meno di Empoli-Frosinone
Articolo successivoPRIMAVERA TIM CUP | La Finale sarà tra Juventus e Inter
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

10 Commenti

  1. E’ a Frosinone che abbiamo toccato il punto più basso della nostra grande stagione e da lì è cominciata la parabola discendente o almeno la parabola intermittente di Saponara.Quindi sabato mi aspetto una grande partita che vendichi,una prestazione sì non brillante,ma anche un modo di giocare dell’avversario non certo sportivo.3 punti e siamo salvi,3 punti e grande partita di Saponara con finale di campionato all’altezza di quello che aveva fatto lo scorso anno.Se vuole sperare in una convocazione azzurra,da qui in avanti deve essereb sulla bocca di tutti ad ogni partita.

    • Da 1 a 10….5: Non arriva alla sufficienza. Ma soprattutto non ha polso, come quello dell’andata. Ricky dovrà stare attento a non cadere nelle provocazioni.

  2. Saponara non ha l’alibi dell’arbitro
    se Saponara gioca male è sua responsabilità e della squadra in parte
    Non di arbitri, campo, pioggia o avversari sennò se per giocare bene deve essere tutto ottimale allora è un mediocre
    Se è il talento che ha fatto vedere a sprazzi si prenda la responsabilità di farlo vedere in modo continuo
    Altrimenti è inutile stare a parlare di big ecc ecc può raggiungere piazze di metà classifica e quindi Empoli va bene

  3. E dai con Saponara! Stiamo parlando dell’intervista a Ciofani e alcuni parlano di Saponara. Il fatto è che Ciofani, che parla in modo tale che Alessio Cocchi è un grande scrittore, Daniel Ciofani è un picchiatore. Loro verrano per vincere, e con quest’arbitro picchieranno; così farà Gori e anche Blanchard (lo vedrete sulle palle inattive in area loro).
    Io vedrò la partita da casa, ma chi va si faccia sentire perché ce ne sarà bisogno. E il nostro capitano si prepari a protestare ogni tanto, a non essere buono com’è sempre. A me piace Biittante, io lo farei giocare visto che Laurini è in tribuna. Gioco, correttezza, campo: tutto depone per noi; ma non si sa mai. E Saponara: che faccia quello che può fare. Non stiamo a tenergli gli occhi addosso e metterlo sotto pressione, tanto è sensibile di suo e la pressione se la mette da solo. Se si vince, allora si vedrà cos’è davvero l’Empoli, cosa sa fare con la mente sgombra da preoccupazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here