Grazie alla collaborazione dei colleghi di “TRC” abbiamo raccolto in esclusiva alcune battute del tecnico nero verde, nostro prossimo avversario, Fulvio Pea.

 

Mister sabato ad Empoli per continuare un campionato iniziato benissimo contro un avversario, l’Empoli, partito invece sottotono:

Sabato ci attende una gara che mio avviso sarà difficilissima per noi. Il nostro campionato sta prendendo una piega davvero interessante, sopra ogni più rosea aspettativa ma i risultati che stiamo ottenendo non sono figli della casualità ma di un lavoro oculato iniziato a Luglio. L’Empoli, va da se, non è partito bene, al nostro contrario, sotto ogni aspettativa, ma rimane una squadra importante che prima o poi dovrà inevitabilmente venire fuori. Per questo credo che sabato troveremo oltre ad un ottimo organico anche una squadra motivata a rimettersi sulla giusta carreggiata. Dovremo essere molto bravi ed attenti.”

 

Si aspetta quindi un Empoli arrembante:

Mi aspetto un Empoli che vorrà vincere la partita, non credo giocheranno per lo 0-0. Questo da una parte potrà essere migliore anche per noi perché inevitabilmente potremo avere più spazi per giocare la palla. Ai miei sto chiedendo molta attenzione, dobbiamo concedere il minimo sindacale agli azzurri.”

 

Come arriva il Sassuolo a questa gara?

Arriva con una tegola importante cadutaci addosso dopo la soddisfazione per la vittoria di sabato contro l’Albinoleffe, quella di Laribi. Per il resto dobbiamo fare a meno di diversi giocatori da un po’ di tempo ai quali vanno aggiunte alcune defezioni dell’ultimo minuto tra cui quella di Bianchi e Marzoratti. Lino dovrebbe farcela, so che ci tiene molto a giocare nel suo vecchio campo. Per il resto stiamo bene, stiamo lavorando con la giusta serenità caricati a palla dai risultati.”

 

A questo punto l’obbiettivo vostro potrà essere quello dei playoff?

E’ presto per parlare di queste cose. Siamo partiti per un campionato tranquillo con una salvezza anticipata. Ci siamo fissati un obbiettivo minimo ai 52/53 punti, ne abbiamo 20 che sono tanto fieno in cascina. Credo che dopo dieci giornate sia presto per tutti, per condannare l’Empoli e per consacrare il Sassuolo. Lo stesso Sassuolo lo scorso anno ad un certo punto sembrava destinato a retrocedere poi si salvò evitando anche i playout. Posso dire che l’appetito viene mangiando, di certo noi non vogliamo fermarci.”

 

Dell’Empoli teme soltanto la fame da risultati?

Non è poco. Comunque come ho già detto l’Empoli ha un organico importante, giocatori che in B fanno la differenza. Sicuramente quando giochi per un obbiettivo e le cose non girano puo’ essere fisiologico avere un calo, lo stesso Sassuolo 2010-11 lo dimostra. I valori però prima o poi vengono fuori, con un pizzico di serenità credo che gli azzurri possono far male, soprattutto davanti. Sabato dovremo proprio stare attenti a concedere poco o niente, ho chiesto a tutti molto sacrificio.”

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteChampions | Milan: tranquillo 2-0 al Bate Borisov
Articolo successivoLa storia di Empoli-Sassuolo
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

3 Commenti

  1. Dell’Empoli teme soltanto la fame da risultati?

    “ Non è poco. Comunque come ho già detto l’Empoli ha un organico importante, giocatori che in B fanno la differenza.

    Direi che l’Empoli di fame ne ha poca.
    Direi anche che l’organico dell’Empoli è importante per la B
    ma solo per metà. L’altra metà è buona per categorie inferiori.

    Vogliamo salvarci?

    Compriamo due terzini “collaudati” dalla lega Pro.
    Aspettiamo il recupero di Ficagna (intanto gioca Mori).
    Usiamo solo il contropiede (visto che in mediana grandi centrocampisti non ne abbiamo).

    Così (qualsiasi allenatore guidi questa squadra) sarà possibile tornare a far punti.

  2. Comunque l’intervista a Pea qui sopra riportata è incompleta , perchè gli è stato chiesto quale giocatore toglierebbe volentieri all’Empoli , e lui ha risposto Cesaretti descrivendolo come un giocatore veloce , potente , astuto , che fà reparto da solo e con un senso del gol innato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here