di Gabriele Guastella

 

Mister Campilongo con la maglia azzurra nella stagione 1982-1983C’era una volta… ecco di solito le belle storie iniziano sempre così. E allora vai con la storia.

C’era una volta l’Empoli di mister Vitali. Una squadra costruita per fare bene nel campionato di serie C1 e che finì per vincere il campionato e tornare dopo 33 anni in serie B. E’ l’Empoli 1982-1983 e le avversarie da battere sono Pescara, Taranto, Salernitana, Cosenza, Reggina, Ancona e Livorno. E’ un campionato difficile e ricco di trasferte impegnative… diciamo chilometriche visto che spesso l’Empoli è impegnato nei polverosi campionati del sud.

 

Ecco qualcuno adesso direbbe: “ok, bene ma che c’entra questa storia?”. C’entra, eccome se c’entra. Andiamo per ordine.

 

Domenica 26 settembre 1982, seconda giornata di campionato. L’Empoli, che al debutto al Castellani aveva piegato il Rende per 2-0, gioca al Del Conero di Ancona.

Gli azzurri scendono in campo con questa formazione: Pintauro, Giorgi, Papis, Piccioni, D’Arrigo, Gelain, Calonaci, Esposito, Meloni, Radio e….. CAMPILONGO.

Eh sì proprio lui mister Sasà. Ma… proseguiamo.

 

La partita non è facile, l’Ancona è una squadra tosta, di categoria. I padroni di casa premono sull’accelleratore e mettono in difficoltà l’Empoli che al minuto 35 subisce il vantaggio dei locali con Romiti. La squadra azzurra però ha un gran carattere e si vede subito. Bastano cinque minuti per rimettersi in carreggiata.

Infatti, al minuto 40, ci pensa Campilongo a riequilibrare le sorti 1-1.

 

Nel secondo tempo l’Empoli prova con insistenza ma l’Ancona resiste. Mister Vitali inserisce Zerpelloni al posto di Meloni (76′) e Della Scala al posto di Piccioni (’78). Quando tutti ormai pensano all’1-1 finale arriva la zampata vincente. E’ il minuto 83 quando ancora lui Campilongo infila per la seconda volta l’estremo difensore Spuri e regala i due punti agli azzurri (allora le vittorie valevano soltanto due punti, ndr). Mister Campilongo

 

Due punti pesantissimi per quell’Empoli che al termine del campionato centrò la promozione in Serie B anche grazie ai due gol di un giovanissimo Campilongo. 

Campilongo quell’anno giocò altre quattordici volte, senza segnare altre reti, mentre in Coppa Italia di Serie C realizzò altre due reti (contro Lucchese e Grosseto, ndr).

 

E a distanza di 27 anni mister Campilongo torna ad Ancona con il “suo” Empoli.

…dai riproviamoci Sasà…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here