8
2

 

EMPOLI 1 T (4-3-1-2): Dossena, Mazzanti, Mori, Chara, Regini, Bianchi, Brugman, Signorelli,

Lazzari, Dumitru, Pucciarelli.

EMPOLI 2T (3-4-1-2)  : Pelagotti, Tonelli, Ficagna, Stovini, Vinci, Moro, Coppola, Gorzegno,

Saponara, Coralli, Skekiladze (65’Larocca). All. : Carboni.

SIGNA: Beneforti, Cierco, Parigi (25’Coli), Zefferini (41’Saba), Bartolini (41’Faggioli), Rachini (

41’Lippi), Francini (41’Lucchetti) , Allocca (41’Caltagirone ).Coppola (41’Andrei),  Tomberli.

 

RETI: 17’Signorelli, 18’Tomberli, 39’Coppola F, 50′, 56′, 79’Coppola M, 48’Shekiladze, 54’Stovini,

66’Coralli, 68’Saponara.

 

Test infrasettimanale per gli Azzurri al centro sportivo di Monteboro, in preparazione della difficile

 trasferta sul campo della Juve Stabia, sabato prossimo e per questo motivo si è deciso di giocare sul sintetico con Il Signa compagine che si trova in piena zona Play out nel girone A dell Eccellenza toscana.

Diciamolo subito è stato un test non molto convincente, soprattutto nel prima frazione chiusa con la formazione ospite addirittura in vantaggio. Nella ripresa la squadra schierata da

Carboni, che potrebbe avvicinarsi molto agli undici che andranno a Sfidare al “Menti ” di castellamare le Vespe, si è espressa meglio con piu’ voglia e piu’ dinamismo, anche se la squadra avversaria ha messo in campo quasi interamente la juniores.

 

In cronaca si gioca in un pomeriggio gradevole con un pubblico inevitabilmente scarso, nella prima frazione il mister azzurro schiera il suo modulo prediletto davanti a Dossena la coppia centrale è composta da Chara e Mori, a destra il giovane Mazzanti a sinistra Regini. il rombo vedeva vertice basso Bianchi con Brugman e Signorelli ed il rientrante Lazzari (completamente ristabilitosi dall’influenza) a ispirare Dumitru e Pucciarelli.

Si gioca con ritmi molto bassi e gli unici che si distinguono sono Signorelli autore di un pregevole goal e Bianchi, per il resto buio pesto. Fa poco un Brugman quasi irroconoscibile mentre Dumitru in certe situazione è imbarazzante, sbaglia due goal clamorosi e cerca sempre la giocata a effetto e anche i centrali della difesa piu’ perforata dell’ Eccellenza (considerato i due gironi) riescono a imbavagliarlo.

In cronaca al 7′ prima occasione sprecata  per l’ italo-Rumeno che si fa’ che solo in area si fa’ ipnotizzare da Beneforti per ben due volte (con tutto il rispetto non è Buffon).

Gli azzurri trovano il vantaggio con un pregevole destro di Signorelli dai 18 metri. Passano però 60” e il Signa pareggia con un bel destro di Tomberli che raccoglie una respinta di Mori su tiro di Coppola.

L’Empoli si riaffaccia nella meta’ campo dei fiorentini sfiorando il goal con Lazzari su punizione al 25′, e con Pucciarelli che davanti al portiere manda la palla sul palo al 31′. Si dice al peggio non c’è mai fine e il Signa si porta incredibilmente in vantaggio con Coppola (Omonimo di Manuel) con un sinistro al volo. Nello stupore generale il tempo si chiude con i fiorentini in vantaggio: tra i colleghi ci guardiamo e non nascondiamo stupore e preoccupazione visto che questo test era stato fatto per abituare i giocatori al sintetico dove si giochera’ la sfida di sabato. Per fortuna le cose cambiano nella ripresa, Carboni mette in campo la difesa a tre (vero inedito): davanti a Pelagotti vanno Tonelli a destra,

Ficagna e Stovini; Moro e Coppola interni con Gorzegno e Vinci esterni alti e Saponara trequartista a innescare Coralli e Shekiladze, quest’utlimo davvero molto vicino alla sua prima da titolare.  Il Signa mette in campo un manipolo di giovanissimi e la differenza non può che notarsi va a segno per tre volte Manuel Coppola dimostrando di essere il piu’ in palla degli azzurri, Segnano un goal a testa Stovini Saponara Shekiladze e Coralli da sottolineare l’applauso della tribuna al suo goal, teso a incoraggiare il “Cobra” che in campionato è a digiuno.

 

Assenti Guitto (febbricitante) Busce’ e Valdifiori: per gli ultimi due la possibilita’ di poterli recuperare è molto bassa, soprattutto per il ravennate.

 

Per PianetaEmpoli.it

Stefano Scarpetti

12 Commenti

  1. Veramente un anno pessimo, buttato via, girandola di allenatori e nessuno era quello giusto (tra l’altro ogni allenatore preso è stato sempre peggio di quello precedente)
    Giocatori svincolati presi per porre rimedio alle falle del calciomercato, svincolati non pronti, giocatori desaparecidi, altri giovani nonostante i propri meriti ignorati, sette moduli provati con nessun risultato, Dirigenza mai così scarsa (vedi mancati rinnovi per Brugman e Vinci che se ne andranno svincolati) nonostante la sala dirigenti sia pure troppo affollata.. Rosa lunghissima, ma trovare 11 titolari è dura, ruoli scoperti e altri troppo coperti, voglia di fare bene poca, voglia di apparire tanta, voglia di correre inesistente, voglia di guadagnare e speculare mai così alta..

  2. Si caro düsseldorf, andrà così ed il peggio è che, conoscendo i nostri polli, adesso starà vivendo sotto ricatto: ti sei mai chiesto per ve gioca così poco? Vitale te lo chiedo con educazione, vai via, hai fatto tanto e lo ricorderemo negli anni, fai adesso l’ultima cosa positiva che va fatta.

  3. Ma davvero il primo tempo abbiamo perso 2-1?? Roba da matti. Ma Dimitru non lo cerca nessuno? Sono curioso di vedere se il Napoli lo riprendere o lo mette a fare il parcheggiattore allo stadio.

  4. C’è una bassezza totale.
    Incapacità.
    Il nostro problema rispetto agli altri è che non ragioniamo sul da fare.
    Ci muoviamo come automi in campo secondo il compitino assegnato.
    Le atre squadre hanno meno qualità della nostra ma i loro giocatori fanno scielte più ponderate e per questo riescono proprio la dove noi falliamo.
    .
    Il Signa ci segna due goal vuol dire che i suoi attaccanti in campo hanno effettuato scielte possibili da mettere in pratica
    non come i nostri che come automi sbagliano goal sulla linea di porta (vedi Michelidze e Coralli a Cittadella).
    .
    La scielta di Carboni di giocare la prossima gara con 5 difensori è più che motivata.
    .
    E’ un secolo che ripeto che questa squadra non ha gioco e che per salvarsi deve difendersi e puntare tutto sul contropiede (le famose ripartenze).
    .
    Siamo gente da serie C.

  5. dumitru non giocherebbe titolare neanche nel signa, e pensare che l’anno scorso stava per diventare campione d’italia!!!!
    roba da ciucchi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here