Secondo giorno di lavoro per gli azzurri in vista del non semplice incontro di sabato prossimo (inizio ore 18:00) al “Piola” di Novara contro una delle pretendenti alla promozione diretta in serie A.

 

Era in programma quest’oggi una doppia seduta di allenamento, con quella pomeridiana che è stata maggiormente svolta sotto il profilo tattico. Un mister Sarri che fa capire ovviamente ancora molto poco sul chi vorrà far giocare in Piemonte, ed anche giusto cosi visto che sono in diversi a contendersi la possibilità di scendere in campo dal primo minuto e per questo vengono tenuti “sul pezzo” dal tecnico valdarnese.

Un allenamento quello odierno che è assomigliato molto a quelli fatti nel precampionato, una grande intensità  e soprattutto una grande corsa da parte di tutti. La squadra deve velocemente, a detta del tecnico, trovare quella rapidità di movimento e di pensiero per la quale da ormai quasi due mesi si sta lavorando e che adesso, scrollati di dosso i maggiori carichi, deve essere raggiunta perchè ogni minimo errore verrà punito dai vari avversari.

Il modulo con cui si svilupperà la settimana non è certo una sorpresa, si va avanti con il 4-4-1-1, continuando ad insistere molto sulle verticalizzazioni e sulla pressione che deve essere esercitata, in fase di non possesso, sul portatore di palla.

Sempre grande attenzione e grande minuzia nell’assemblare i vari pacchetti difensivi che hanno lavorato alternandosi tra di loro.

Non c’è stata, nel finale di seduta, una vera e propria partitella, la squadra è stata divisa in tre sotto-squadre che hanno fatto delle particolari esercitazioni specifiche.

 

Levan, rientrato ieri, ha lavorato regoalrmente, e come già detto non sarebbe nemmeno da escludere il vederlo partire dall’inizio a Novara. In grande spolvero il suo connazionale Shekiladze che ha pienamente recuperato dal problema che lo ha tenuto fermo prima dell’incontro con la Reggina. Fermo invece, ancora una volta, Tavano. Domani capiremo meglio le sue condizioni visto che era sulla piena via del recupero avendo giocato anche uno scampolo di match sabato scorso. Out Pratali, le sue condizioni non sono ottimali per colpa dell’ematoma che si è formato in seguito alla botta ricevuta nel corso della partita con la Reggina, difficilissimo il suo recupero per andare contro la squadra di Tesser. Fermi anche Cori e Romeo ma per loro si tratta solo di un affaticamento. Assente alla seduta Saponara che si è recato a Roma per un controllo dal Prof. Mariani. Chiaramente assenti i lungodegenti Croce, Coralli, Mori e Boniperti.

 

Per domani è prevista una seduta di lavoro a partire dalle ore 17:00

 

Al. Coc.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteGiudice Sportivo serie B – Si salva Carli
Articolo successivoTV | L'ultimo match dei prossimi avversari
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

4 Commenti

  1. Tavano si è stirato, starà fermo almeno tre settimane!
    Sembra proprio ripercorrere le tappe degli infortuni di Coralli dell’anno scorso…
    Ma sa a comprare un attaccantino o no? Che si punta sui goal di Saponara x salvarsi?

  2. TAVANO STIRATO E FERMO TRE SETTIMANE.
    PRATALI OUT.
    .
    PER L’ATTACCO BISOGNA CEDERE DUE ELEMENTI
    (SCEKILA-MECHELIDZ) E FARE UN TENTATIVO
    PER RIPRENDERE MACCARONE.
    .
    INDISCUTIBILE.
    RIPETO INDISCUTIBILE.
    IL FATTO DI DOVER ACQUISTARE UN’ALTRO CENTRALE DIFENSIVO FORTE. COME VEDETE PRATALI NON BASTA.
    .
    VORREI SAPERE CHI GIOCA DIETRO A NOVARA…

  3. empolese,saponara non e’ una punta,lo capisci o no ancora?? con tutte le partite che guardi,non capisci una sega,punte sono coralli,tavano,cori,levan,centrocampisti o esterni sono lazzari,pucciarelli,saponara,cristiano,croce,devo continuare??

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here