Seconda giornata di lavoro per gli azzurri che stanno preparando la gara di campionato contro l’Hellas Verona, squadra reduce da ben quattro successi consecutivi.

 

Oggi, dopo una lunga parte atletica, si è più seriamente iniziato a lavorare sulla costruzione della squadra che andrà in campo sabato pomeriggio, con il rientro in gruppo da parte di tutti coloro che avevano fatto i novanta minuti a Modena e che ieri avevano svolto solo un defaticante.

Scontata la disposizione tattica che Pillon ha messo in opera sul campo “Sussidiario”, avanti ancora con il 4-4-2 (anche se la squadra opposta a quella titolare si muoveva con il centrocampo a tre), ci potranno invece essere novità a livello di uomini impiegati a partire da Marco Gorezegno che sembra essere in rampa di lancio per la sua prima stagionale. Oggi, complice anche l’assenza di Regini (impegnato con la nazionale di serieB) l’ex Sassuolo è sempre stazionato tra i presunti titolari sulla fascia sinistra. Un’altra novità potrebbe esserci a centrocampo dove c’è  già un ballottaggio aperto a tutti gli effettivi di ruolo, nessuna ipotesi è esclusa, con Pillon che potrebbe insistere con Valdifiori-Signorelli ma con Coppola, Moro e Guitto che sono li scalpitati e tutti provati dal loro allenatore. Anche sugli esterni, soprattutto a destra ci sarà da capire chi tra Buscè e Saponara partirà dal primo minuto.

Di rientro dall’esperienza con la propria nazionale maggiore, Mchedlidze si è quest’oggi allenato con il gruppo e con grande intensità, ma a lui potrebbe essere preferito Coralli che, se pur non al top, sembra poter dare maggiori garanzie e sta affinando un’intesa sempre crescente con Ciccio Tavano: anche oggi si sono viste due/tre situazioni pericolose.

Va però da se, che essendo solo a martedì siamo ancora in fase di sperimentazione e visione con mister Pillon che tiene tutti correttamente sulla corda.

Oltre al già citato Regini, era assente alla seduta anche Mori che domani sarà impegnato a Casarano con l’Under 21. E’ rientrato invece l’altro georgiano, Shekiladze.

Da segnalare che Ficagna ha abbandonato il campo anzitempo per un problema fisico che però non dovrebbe preoccupare.

 

Il tecnico trevigiano si gode il buon momento della sua squadra anche se vuol tenere e far tenere a tutti, i piedi ben saldi a terra: “Siamo visibilmente felici per la vittoria di domenica, una vittoria che volevamo fortemente e che siamo sicuri servirà moltissimo per quella svolta mentale. Adesso però dobbiamo lavorare non pensando più al passato ma guardando avanti perché sabato incontreremo una squadra forte ed in forma e servirà il miglior Empoli per provare a vincere.”

 

Per domani è in programma una seduta pomeridiana con inizio alle ore 15:00.

 

Gabriele Guastella

CONDIVIDI
Articolo precedenteNews da Verona…
Articolo successivoItalia sconfitta dall'Uruguay, e che scintille
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

2 Commenti

  1. Pillon ringrazia super Pelagotti se sei ancora sulla nostra panchina !!!
    Per il resto poca poca roba ragazzi senza il nostro portierone da serie A saremmo ultimi a 8 punti forse!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here