Mister AgliettiAlmeno in questa prima parte di campionato la settimana di mister Aglietti ha un canovaccio ben preciso ed il martedì è giorno di doppia seduta.

Al mattino la squadra si è divisa tra palestra e campo, mentre nel pomeriggio si è lavorato sulla parte più prettamente tattica, con una seduta, seppur a quattro giorni dalla gara di campionato che ha dato qualche piccola indicazione: si dovrebbe partire da dove si è lasciato, ovvero quel centrocampo a rombo con il quale il tecnico azzurro ha fatto giocare i suoi nella parte finale del derby vinto con il Grosseto. Quindi spazio alle due punte che dovrebbero essere senza indugio Levan e Coralli, mentre per chi comporrà appunto quel tipo di centrocampo ci sarà una dura settimana di ballottaggi dai quali il mister ha il dovere di scegliere i migliori. Si possono comunque fare delle ipotesi, credendo di non sbagliare nel dire che Lazzari potrebbe essere il trequartista, Soriano e Nardini gli esterni e Musacci il cosiddetto vertice basso. Sono ovviamente ipotesi che poi troveranno conferme e smentite nel corso della settimana. Migliorano le condizioni di Moro e Fabbrini, soltanto verso giovedì o venerdì capiremo se almeno uno dei due potrà essere convocato.

Anche mister Aglietti, sempre sincero e mai voglioso di una pretattica esasperata conferma i diversi dubbi: “ La settimana di lavoro, come sempre d’altronde, dirà quali saranno gli undici a scendere in campo. Le scelte che vengono fatte nascono sempre dal lavoro quotidiano, tutti sono in gioco salvo il portiere.” Sul modulo però qualcosa in più esce: “ Mi è piaciuta molto la squadra quando siamo passati al rombo, in una gara come quella di Cittadella potrebbe essere una delle soluzioni più plausibili”.

Per domani è prevista una normale seduta di allenamento al pomeriggio, in origine era prevista un’ amichevole con la formazione del Castelfranco.

Mar. Sa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here