Seconda seduta di allenamento per gli azzurri in vista del match di sabato in terra calabrese contro i rossoblù del Crotone.

 

Seduta classica senza particolari indicazioni tattiche, in genere è sempre la seduta pre-rifinitura che mette le carte in tavola. Nel caldo pomeriggio empolese, agli ordini di mister Aglietti, dopo una vistosa parte atletica, gli uomini a disposizione dello staff tecnico hanno dato vita ad una partitella a metà campo che ha visto diverse soluzioni con vari esperimenti, andando a spostare le varie pedine dello scacchiere provate in diverse posizioni. Il 4-2-3-1 sembrerebbe però avere una predilezione maggiore, anche se la squadra si è disposta spesso con le due punte. Punto fermo però dell’attacco azzurro nella missione calabrese sarà Claudio Coralli, tornato da ieri in gruppo, che ha svolto tutta la parte tattica senza intoppi ed il Cobra, ci concediamo questo, lo abbiamo visto meglio con un compagno vicino a fargli da supporto. Altro punto inamovibile dei presunti undici è stato Fatic che gioco-forza, vista la squalifica di Regini, sarà il terzino sinistro titolare sabato pomeriggio.

A Crotone ci sarà anche Mori, anch’egli tornato a completa disposizione ed integrato nel gruppo, con il suo totale reintegro non dovrebbero esserci dubbi su chi andrà ad affiancare Stovini in mezzo alla difesa, anche perchè Tonelli non è al 100% (oggi ai box) per una botta alla caviglia. Regolarmente i campo Tavano e Buscè che ieri si erano sottoposti a dei massaggi e non avevano svolto il defaticante.

Ovviamente anche oggi assenti al campo Lazzari e Brugman. Fermo anche Vinci per un problema al ginocchio che non dovrebbe però pregiudicare la sua convocazione.

 

Mister Aglietti ha voglia di riscatto perchè crede ciecamente nelle possibilità della squadra e del suo lavoro, mettendo anche a tacere eventuali voci (seppur totalmente infondate) che lo vorrebbero in bilico: ” Se guardiamo alle prestazioni non è tutto da buttare, anche se ci abbiamo indiscutibilmente messo del nostro per perdere le ultime gare. Credo che però il lavoro alla fine paghi ed adesso c’è anche tanta rabbia positiva da parte di tutti per dimostrare che l’Empoli sa anche vincere. Sappiamo che a Crotone non sarà una passeggiata, anzi troveremo una squadra altrettanto vogliosa di fare punti vista la partenza non felice. Noi dobbiamo andare la sereni, consci delle nostre qualità e delle nostre possibilità, senza pensare alla classifica ed a tante cose che si dicono in questi giorni.”

 

Per domani è prevista una seduta a partite dalle ore 15:00

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedentePrimavera di Coppa impatta col Bologna
Articolo successivoChampions | L'Inter torna a fare… l'Inter
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

8 Commenti

  1. Tonelli non avrebbe gipcato comunque, altro che botta alla caviglia. Se dovesse metterlo straccio l’abbonamento lo giuro.

    Seconda cosa: PER FAVORE RISPONDETEMI

    SAPETE QUANDO RIENTRA BRUGMAN???! POSSIBILE CHE NESSUNO NE PARLI?? O SI STA NASCONDENDO COME CI PIACE FARE??

  2. É infortunato…non è facile dirti la data del rientro…ha un infortunio particolare e ci vuole tempo…cosa c’entra dire “si sta nascondendo come ci piace fare”
    Sempre a fare polemica te eh?? E togliti quel nome che disonori il grande ighli!!

  3. Basta con questo 4-2-3-1! Non lasciamo solo Corallone a fare a sportellate con due centrali.4-4-2 con Buscè sulla linea dei terzini,Cinghio e Ciccio di punta,Saponara a sinistra e a destra proviamo Signorelli fino al rientro di Lazzari.Vinci e Tonelli hanno davvero bisogno di un pò di riposo;se li rimetti in campo ora rischi davvero di fargli male.Soprattutto,fuori gli attributi,leviamoci di dosso le paure di dover andare a giocare a Crotone:sul campo siamo sempre 11 contro 11,mica giocano gli abitanti.Forza ragazzi,svegliamoci!

    • Concordo con te.

      La peggiore notizia però è che in settimana il mr. ha provato solo le verticalizzazioni.

      La gente si chiede perchè ad un certo punto della partita sembra che i nostri non corrano più.

      Semplice le giocate in verticale richiedono uno sforso maggiore rispetto alla tempistica del palleggio.

      Risultato o hai una squadra di campioni per la categoria e con tre passaggi verticali vai porta e finalizzi.
      Oppure perdi con giocatori normali che si esauriscono prima o non trovano l’esecuzione giusta per finalizzare.

      Se non avessimo Tavano dove saremmo?

  4. Ma perchè non giochiamo mai con il 4-3-3? In attacco levan, tavano, coralli. A centrocampo valdifiori, moro, coppola..
    A me il 4-4-2 non piace ci tocca far giocare saponara fuori ruolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here