Unica seduta di lavoro nel pomeriggio per gli azzurri che abitualmente in questa giornata svolgono le due sessioni di lavoro.

 

Comandante in capo oggi era il vice-allenatore Martusciello data l’assenza di Alfredo Aglietti impegnato ad Udine nel corso master per gli allenatori iscritti al corso di Coverciano.

 L’ex “bellu guaglione” ha diretto una seduta dove si sono alternate una prima fase atletica ed una seconda caratterizzata da alcune partitelle a tema.

Date anche le diverse assenze tra chi è in nazionle, ben 6 giocatori e gli acciaccati Lazzari, Tonelli e Moro (tutti recuperabilissimi per la partita) è assolutamente impossibile parlare di tattica, anche se possiamo dire che si è provato da una parte a giocare con il trequartista, ruolo dove si è ricimentato Signorelli e dall’altra con il classico 4-3-3 con Forestieri e Nardini esterni a supporto del Cobra. In pentola comunque bolle anche la possibilità di provare il 4-3-1-2 con Forestieri dietro a Coralli e Mchedlidze, molto dipenderà dalle condizioni del georgiano.

Sarà soprattutto nel fine settimana, con il rientro e di Aglietti e di tutti gli attuali indisponibili ad eccezione di Foti, che si potrà capire realmente come l’Empoli vorrà andare ad incrociare il Padova in una gara da vincere assolutamente per iniziare a vedere, seppur ancora non alla portata aritmetica, il tragurdo della salvezza.

 

Per domani è prevista una normale seduta di lavoro nel pomeriggio, niente amichevole per gli azzurri.

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteRovini (Allievi Nazionali) in nazionale
Articolo successivoInfo biglietti Empoli-Padova
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

4 Commenti

  1. O!! deunasega meglio Martuscello che il mister Aglietti vi ricordate l’anno passato qundo abbiamo vinto fuori casa chi c’era in panchina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here