La prima domenica di questo ritiro è stata vissuta con un allenamento che ha leggermente alzato l’asticella e che ha fatto lavorare la squadra tutta assieme.

 

Anche ieri una doppia seduta, ma come sempre accade è nella parte pomeridiana che si lavora più alacremente sull’aspetto tattico, e cosi è stato anche ieri pomeriggio.

Un mister Sarri che dopo due giornate intense a lavorare prevalentemente con la difesa, si è iniziato a prendere cura anche di centrocampisti ed attaccanti, sviluppando alcuni movimenti per favorire la fase di non possesso, andando a cercare la perfetta posizione del giocatore che deve ricevere l’appoggio.

Si è già iniziato ad intravedere il lavoro, importante, che verrà richiesto agli esterni, dato che quasi sempre è da li che Sarri pretendeva l’inizio dell’azione.

 

Poi è stata svolta anche un interessante partitella, e va sottolineato l’utilizzo di tutto il campo, questo perchè mister Aglietti ci aveva abituati a vedere queste sempre in metà campo.

Squadre disposte secondo l’abituale 4-2-3-1, modulo che però in fase di possesso muta leggermente. Una prima indicazione, almeno da quanto visto ieri, riguarda la posizione di Ciccio Tavano: il bomber azzurro è stato sempre fatto giocare da terminale offensivo, con dall’altra parte il Cobra Coralli, una situazione che sicuramente non puo’ voler dire niente, ma che però potrebbe lasciar intendere che i due, in questo modulo, potrebbe non coesistere.

Uno sguardo in più è andato ovviamente sui volti nuovi, ed una discreta impressione l’ha fatta Spinazzola, che messo praticamente dietro la punta, ha fatto vedere di avere ottime doti qualitative ed un discreto senso della posizione.

Anche Croce, che invece si è disposto come esterno a destra in una delle due squadra, ha palesato velocietà ed un buon piede.

Un pizzico più acerbi sono sembrati invece i difensori, un mezzo passo avanti sembra essere perà Ferrerira, giocatore a tratti invisibile ma che poi è ogni presente quando chiamato in causa nella sua zona di competenza, anche se il portoghese ha dovuto lasciare anzitempo la seduta pomeridiana per un leggerissimo problema al flessore.

 

Altra nota positiva della partitella di ieri, ci fa piacere sottolineralo, è stata quella di Saponara. Giocatore che ha sicuramente fatto bene i compiti a casa e che si è presentato in ritiro in grande spolvero, poi magari le voci di mercato (non ci sarebbe niente di male) gli stanno dando annche qualcosa in più; ieri è sembrato tra i migliori in campo.

E poi c’è un Davide Moro, ancora non investito ufficilamente, ma che si vede già ragionare di capitano.

 

Una partiella che, per essere stata giocata sotto il sol leone ed a meno di una settimana dall’inizio dei lavori, ha fatto vedere grande intensità, quella richiesta fin dal giorno della sua presentazione da mister Sarri, uno che durante il gioco non vuole lamentele per un spizzicata ma che anzi cerca di portar la squadra ad una velocità non solo di gamba ma anche di pensiero.

 

Ed il tecnico, avvicinato al termine della seduta, pare soddisfatto dell’andamento di questa prima, seppur mozza, settimana di lavoro:

Ho trovato i ragazzi bene non sempre al ritorno dalle vacanze estive i test vanno come invece sono andati qui. Sinonimo che il gruppo ha voglia di fare bene e di lavorare con la mentalità giusta. E’ presto per parlare di tutto, stiamo iniziando dalla base, ma graduatamente il lavoro si farà sempre più intenso d i primi test amichevoli serviranno per tracciare una sorta di step e da li valutare quello che abbiamo fatto per migliorarlo sempre più. Aggiugno solo che la società ha lavorato e sta lavorando molto bene, perchè oltre a quelli che già c’erano sono arriati ragazzi che possono impreziosire questa squadra.”

 

Assenti alla seduta Mchedlidze (rientrerà in settimana) e Boniperti. L’ex carpi non sarà a disposizione fino alla fine del mese.

 

Anche per oggi, lunedi, doppia seduta di allenamento.

 

To. Che.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteAbbonamenti 2012/13: Una bella iniziativa
Articolo successivoMercato azzurro | Spunta il nome di Berardocco
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here