Seconda seduta di lavoro per gli azzurri, impegnati sul prato del Castellani, che venerdi sera si trasformerà per una notte in un’arena dove il torero Empoli dovrà “matare” il Toro.

 

Allenamento iniziato con una fase di riscaldamento che ha visto impiegati tutti i partecipanti alla seduta, alla quale non hanno preso parte Moro, Tonelli, Vinci e Mori, tutti alle prese con delle problematiche, ma eccezion fatta per il centrocampista ex Varese, dovrebbero essere tutti a posto per venerdi sera.

Per quanto rigurda la parte tattica, svoltasi con una lunga partitella a metà campo, il tecnico Aglietti sembrerebbe orientato a continuare sulla falsa riga delle ultime uscite, ovvero mandando in campo un 4-4-2 con Mchedlidze e Coralli di punta ed un centrocampo che molto probabilmente vedrà Musacci e Valdifiori centrali ed ai lati Forestieri e Saponara. Da dire che il tecnico azzurro ha però mischiato molto le carte non dando continuità alla stessa formazione se non per alcuni minuti, passando anche al 4-2-3-1 con il solo Coralli davanti ed un trio robusto di centrocampisti offensivi in cui si è ben distinto, nella seduta odierna, Lazzari.

Detto che sia Mori che Tonelli dovrebbero essere ok per venerdi sera, oggi affianco a capitan Stovini si è ben mosso Marzoratti, provato anche a tratti come esterno destro.

Ancora due sedute di lavoro, ma crediamo che già domani Aglietti inizierà ad insistere maggiormente su determinati uomini e su un solo schema.

 

Un mister Aglietti carichissimo che vive questo momento come il suo apice da allenatore: ” Stiamo cercando di non lasciare niente al caso, se sabato non dovesse andare come ci auguriamo dovrà essere soltanto per la maggiore forza dell’avversario. Non ci dovranno essere rimpianti, perchè per molti di noi, me compreso, quella che ci sta capitando è una grande occasione, ed arrivati a questo punto non volgiamo certo lasciarla per strada. Ancora una volta approfitto per invitare tutti quelli che vogliono bene a questa squadra ad essere allo stadio venerdi sera.”

 

Per domani è prevista una seduta di lavoro al pomeriggio.

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteGiudice Sportivo serie Bwin
Articolo successivoTorneo Città di Empoli – Verso le fasi finali
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

4 Commenti

  1. Io obbittivamente farei partire ancora Forestieri dalla panchina come con l’Albinoleffe,primo perchè anche se la partita va vinta in tutte le maniere,non possiamo giocare con 2 esterni d’attacco piu’ 2 punte…ne risentirebbe il centrocampo in fase di copertura….e secondo perchè in una partita così importante,avere un Forestieri fresco nel secondo tempo,magari con gli innesti di Lazzeri e si spera di un ritrovato Fabbrini,non farebbe che aumentare le nostre possibilita’ di vittoria!

  2. Concordo con Daniele57.Forestieri,dall’inizio e sulla fascia,finirebbe per incidere meno di quanto può e deve.Meglio partire con un 4-4-2 più di sostanza magari inserendo Nardini dal primo minuto e mettere dentro El Topa e gli altri dopo un’ora di gioco,se la situazione non dovesse sbloccarsi.

  3. Io farei centrocampo a 3, con musacci, soriano e valdifiori. In avanti fabbrini (che con il portogruaro ha giocato bene) o forestieri dietro le punte, e Levan e Coralli come punte. Come dici te daniele, dovresti far giocare nuovamente il pacco di nardini e saponara fuori ruolo lasciando in panchina forestieri e fabbrini che sono gli unici che saltano l’uomo. Io dico che uno dei 2 deve giocare altrimenti si regala un tempo agli avversari.

  4. Lasciamoli decidere al mister il modulo e i giocatori…non sbaglierà ne sono convinto…noi pensiamo a portare più gente possibile allo stadio…
    Voglio la maratona piena!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here